Crea sito

Rita Petruccioli

rita_miti_soft_revolution_sito

Tag: "sbattersi"

Sbattersi (o: l’arte di sopravvivere al tempo libero)

Non è un mistero che le settimane in un mese siano convenzionalmente quattro, i giorni di una settimana sette e le ore di un giorno ventiquattro. Bene, l’essere umano ha decretato di poter vivere in uno stato di semi libertà solo due giorni a settimana (i più fortunati, quelli della GDO vivono di ore d’aria

Que sbatti per la cruccolandia

Il Semesterticket è un pezzo di carta che dà un potere enorme. Non solo certifica la tua immatricolazione ad un’università tedesca, ma ti permette anche di viaggiare gratis sulla metro e sui treni di tutta Berlino (o del Brandeburgo, o di un altra regione, dipende da dove si trova l’università). A Berlino ogni università lo

Dello sbattersi: verbo riflessivo con annesso movimento di polsi. Cronache di una vita spesa viaggiando

Chi di voi ha letto il mio profilo qui su Soft Revolution (per chi non l’ha letto: non vi biasimo) avrà notato che a diciassette anni mi sono “rifugiata ad Hong Kong”. Nel caso in cui ve lo steste chiedendo, il motivo è semplice: ho vinto una borsa di studio che mi ha permesso di

Jenn Kelly, un’intervista

Ho conosciuto Jenn qualche mese fa a Berlino. L’avevo vista suonare all’adorato Schokoladen e poi l’ho incontrata altre volte in giro per la città. È stata lei a riconoscermi e a dirmi “Sì, mi ricordo, te eri al mio concerto!” e ho trovato la cosa adorabile, perché di solito è il pubblico a riconoscere gli

Sbattersi per la propria causa: il crowd funding

In seconda superiore, io e la mia migliore amica siamo impazzite per la serie 10 things I hate about you. Dopo aver sospirato per diciannove puntate della prima stagione sulla storia d’amore tra Kat e Patrick, abbiamo scoperto che la seconda non avrebbe mai visto la luce del giorno, perché ABC Family aveva deciso di cancellarla. Questo è
La mia amica Marisa il Battipanni è una persona deliziosa

La mia amica Marisa il Battipanni è una persona deliziosa

Permettetemi di presentarvi una delle mie più care amiche. Sono certa che la amerete. Marisa è una delle persone dall’animo più nobile che io abbia mai conosciuto. Ci frequentiamo oramai da quasi un decennio, il che è sorprendente considerato che ci siamo conosciute in uno sgabuzzino buio e pieno di detersivi. Usciamo spesso insieme per

Al lavoro, Cenerella! – Immaginari duri a morire vs. Angela Carter

Cenerella, Cenerella, sempre in moto, 
Cenerella, su in soffitta, giù in cantina, disfa i letti, vai in cucina, lava i piatti, il fuoco accendi, poi lava, stira e stendi, comandan sempre loro e 
ripeton tutte in coro “al lavoro, al lavoro, Cenerella!” Vi viene in mente un personaggio che potrebbe rappresentare meglio di Cenerentola l’essenza

Polina, la tiny dancer di Bastien Vivès

La danza è un’arte. E un’arte non s’impara. Bisogna averla nel sangue. Poi bisogna lavorare. Con me lavorerete ogni giorno e, credetemi, dovrete resistere. Se mi ascolterete e lavorerete con intelligenza, forse potrete diventare delle grandi ballerine. Così sentenzia il professor Bojinski dall’interno dell’aula di danza. Bisogna lavorare. Bisogna sbattersi. E Polina è ben decisa

C’era una volta, in un paese lontano lontano, la ricompensa per il mio sbattimento

Ho sempre pensato di non essere terreno particolarmente fertile per le fiabe. Per quanto mi piacesse sentirmele raccontare (così come qualsiasi altro racconto) e nonostante mi riguardi ancora oggi i cartoni della Disney, non mi sono mai veramente ritrovata dentro la loro struttura. Senza andare a ribadire ancora una volta come la “versione per bambine”,

Casa nuova, vecchi sbattimenti: rapida guida all’orrenda arte del trasloco.

Traslocare è l’epitome dello sbattimento. Potrebbe perfino diventarne un sinonimo, tanto incarna l’essenza stessa dello sbattersi. Scatole da riempire, pratiche burocratiche incomprensibili, macchine da organizzare, intere credenze di legumi da finire, la scoperta di un’intera, sconfinata distesa di ammennicoli che preferiresti aver dimenticato. Non importa quanto sarà carina la nuova casa, quanto sono odiati i

Sbattersi per le cose in cui si crede, sbattersene delle critiche: Y. O.

Y. O. nasce a Tokyo nel 1933. Trascorre i primi anni di vita fra il Giappone e gli Stati Uniti, seguendo il padre, banchiere, nei suoi trasferimenti. Le origini facoltose le permettono di frequentare una delle più prestigiose scuole tokyoite, la Gakushuin, ma i suoi studi vengono interrotti dallo scoppiare del secondo conflitto mondiale, durante

Sbattersi tantissimo per creare cose inutili. Ad esempio degli stencil a forma di dinosauro

Credete che sia una cosa troppo laboriosa e troppo scema perché io l’abbia fatta veramente? Mi sottovalutate…