Crea sito
READING

Perché vale la pena vedere “My Mad Fat Diary...

Perché vale la pena vedere “My Mad Fat Diary”

MMFD

Di solito io ci metto una vita a finire una serie TV. Del genere, adoro Game of Thrones, ho letto tutti i libri, so tutto, potrei addirittura snocciolarvi la dinastia Targaryen a memoria, ma ci ho messo qualcosa tipo nove mesi a finire la prima serie. Non che non apprezzi quello che guardo, solo che dopo un po’ mi stufo e vado a cercare la fine su Wikipedia (inoltre sono ansiosa, voglio sapere cosa aspettarmi). Ecco, questo non è successo con My Mad Fat Diary. Complice anche il fatto che sono solo sei puntate, ho finito la serie in qualcosa come un giorno e mezzo. Ho avuto bisogno di una settimana per riuscire a elaborare appieno tutto quello che ho visto. Ma partiamo dall’inizio.

Rachel “Rae” Earl ha diciassette anni e un sacco di problemi. In particolare, questi si possono riassumere in: quattro mesi in un ospedale psichiatrico per via di un tentato suicidio, assenza (quasi) totale di amici normali, mancanza di un fidanzato e 105 kg di peso. Rae, infatti, è obesa e questo le causa estremo disagio, tanto da portarla a tagliarsi e a bruciarsi con l’acqua bollente. La serie inizia con la dimissione di Rae dall’ospedale psichiatrico: a differenza di quanto si possa pensare, la ragazza non ne è felicissima, dato che le prospettive che ha al di fuori della struttura sono tutt’altro che rosee. Rae ha un rapporto conflittuale con la madre e non ha mai conosciuto il padre, che ha abbandonato la famiglia quando lei era molto piccola. La sua migliore amica dovrebbe essere Chloe, la tipica ragazza bellissima e popolare che Rae conosce fin dall’infanzia, ma le due si sono allontanate e Chloe non sa neanche del ricovero in ospedale dell’amica, figurarsi della depressione o dell’autolesionismo.

Nonostante la prospettiva desolante, Rae è tutt’altro che una vittima inerte. Rae è grassa e ha vari problemi mentali ma Rae non è mai solo grassa e con vari problemi mentali. Rae è forte, divertente, intelligente, spigliata, sboccata e con ottimi gusti in fatto di musica. È intraprendente ed è fedele: come quando invece di andare al concerto degli Oasis con il ragazzo per cui ha una cotta, sceglie di accompagnare Chloe ad abortire. Come quando scopre che Archie, il musicista della compagnia, è gay e accetta di non dire nulla a nessuno. Rae vuole un ragazzo e fantastica molto sui maschi e INCREDIBILE A DIRSI PER UNA RAGAZZA (per di più grassa) ha ADDIRITTURA delle PULSIONI SESSUALI. Basti vedere tutti i commenti, coadiuvati da disegnini vari, che Rae fa sull’altro sesso durante lo show: è esilarante!

Un’altra cosa che fa veramente apprezzare questa serie è come la depressione e l’autolesionismo vengano rappresentati. My Mad Fat Diary non è uno show facilissimo da guardare. Avendo ben presente cosa vuol dire essere depressi, è struggente vedere come Rae affronti la propria malattia. Non posso relazionarmi con l’obesità di Rae perché non sono obesa, ma posso comprendere la sua depressione, posso capire benissimo come ci si sente quando sembra che non ci sia alcuna via d’uscita. Lo show non poeticizza la depressione. Rae non riceve aiuto da nessun deus ex machina; deve trovare da sola la forza di alzarsi e chiederlo. Nonostante la serie sia una commedia, almeno una volta a puntata avevo i brividi immaginando come doveva sentirsi la protagonista a vivere quella scena sulla propria pelle.

Quindi, diventate dipendenti da Rae e dalla magnifica colonna sonora anni ’90 (l’ho detto che la ragazza ha dei gusti musicali meravigliosi?)! Non farete neanche in tempo ad avere una crisi di astinenza, perché a febbraio, in un qualche momento non meglio specificato, dovrebbe uscire la seconda stagione (bonus punti se ricaricate ossessivamente la pagina di E4 per sapere quando!).


RELATED POST

  1. marta

    12 Febbraio

    Mi hai convinto!

  2. cassandra gemini

    13 Febbraio

    la seconda stagione inizierà lunedì prossimo 😉

    btw, serie meravigliosa, causa fortissima dipendenza.

  3. bonnie

    13 Febbraio

    @ cassandra Siiii!!! Non vedo l’ora!! 😀

  4. skywaker

    14 Febbraio

    ma è in inglese o in italiano? Mi hai incuriosito molto. Gli darò una bella botta. Grazie del tip 😉

  5. bonnie

    14 Febbraio

    @skywalker: È inglese! 🙂

  6. valivi

    20 Febbraio

    ok, proverò a guardarlo

  7. Anna

    20 Marzo

    lunedì c’è l’ultima puntata e io già soffro. Fangirlizzo su Rae e Finn come non mi capitava da anni…e dico ANNI.

  8. Robin

    30 Aprile

    GRAZIE! Ho finito tutte e due le stagioni nel giro di tre giorni. Definitely my favorite. :’)

  9. Grazie mille per avermi segnalato questa serie! Ho finito la prima stagione in un giorno e mi è piaciuta tantissimo.

  10. Little Aswang

    21 Gennaio

    Ho visto la prima serie sottotitolata in spagnolo anni fa su youtube. Ora voglio finirla ma non la trovo da nessuna parte. Potresti aiutarmi anche se da questo post sono passati 4 anni?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.