Crea sito
READING

Come non soccombere all’afa e sconfiggere la...

Come non soccombere all’afa e sconfiggere la noia: una pratica lista di cose da fare durante l’estate

È innegabilmente vero che i primi giorni di vacanza – quando finalmente realizzi che non devi studiare o lavorare – equivalgono a pura gioia e relax di giorno, ed euforia di sera. Eppure, dopo qualche settimana, o anche solo una manciata di giorni, se siete personcine particolarmente attive (mi spiace, com’è successo?), accettate di dover ammettere a voi stessi che effettivamente sì, vi state annoiando. Estate= caldo e afa, la miscela perfetta per quel torpore che facilmente scivola in uno stato di malessere e inerzia. Conosco la sensazione, ma forse anche la soluzione.

Vista la nostra indiscutibile efficienza e l’innata capacità di anticipare le vostre richieste (specie quelle che non sapevate di avere), quella che segue è una lista stilata dalla sottoscritta con spunti e suggerimenti riguardanti cose da fare, da soli o in compagnia, nel malaugurato caso in cui l’ennui estivo dovesse assalirvi. E la parte migliore è che non vi chiediamo nemmeno di rinunciare al ventilatore: sono tutte attività da svolgersi all’interno delle vostre beneamate quattro mura. Nel qual caso viveste sotto tetto, vi comunichiamo che non possiamo farci niente e vi suggeriamo di recarvi in un luogo più fresco il prima possibile. La direzione si scusa per il disagio e v’invita a comporre un saggio breve su come il surriscaldamento globale abbia indirettamente rovinato la vostra vita.

Attività ricreative per giovani rese insofferenti e annoiate dalla calura estiva:
(il caldo genera anche irrequietudine che a sua volta genera titoli lunghissimi).

  • Scoprire nuove passioni o interessi

Avete presente quando le persone dicono che apprezzano l’estate perché dà loro l’opportunità di fare cose che durante l’anno non hanno il tempo o la voglia di fare? Ecco, questo è particolarmente vero se non avete niente di meglio da fare, o meglio, se siete stufi di fare tutto ciò che fate durante l’anno e vorreste provare qualcosa di nuovo. Può essere qualsiasi cosa, dal liberare il vostro talento artistico facendo collage (attività molto rilassante e stimolante), o andando in giro a far foto. Le più volenterose potrebbero riscoprire una passione per la cucina o addirittura per il lavoro manuale nelle sue varie forme, per esempio quella del bricolage.

  • Rimodernare la stanza

Un’altra di quelle cose da fare nel giorno del poi nell’anno del mai. Se avete un po’ di tempo a disposizione, però, non solo può essere un’attività piacevole, ma anche un modo per permettere a voi stesse di reinventarvi. Per chi, come me, ha bisogno di fare le cose in grande e necessita di un cambiamento che vada al di là dello spostare di due centimetri la scrivania e proclamare vittoria; a venirci incotro c’è l’ottimo Rookie, fonte inesauribile di idee e proposte, il quale fornisce una guida dettagliata su come far sembrare la vostra stanza un film: l’effetto desiderato non è quello di farvi apparire come se foste appena uscite da un determinato film, ma più che altro suggerisce come ricreare un qual certa atmosfera, usufruendo di un ambiente attento al dettaglio. L’articolo si suddivide in macrocategorie per facilitarvi la scelta, si spazia dai temi nostalgici de Le Vergini Suicide a quelli più frivoli di Maria Antonietta, passando per quelli onirici di Where The Wild Things Are. Segnalo anche le foto della camera di Annie, ‘ché suggerisce altre idee più o meno geniali,  meritando quindi una sbirciatina.

  • Costruirsi, una volta per tutte, un profilo da finte (?) intellettualoidi

Non scoraggiatevi, mie care pusillanime, ce n’è anche per voi. Nel qual caso non aveste desiderio di rivoluzionare la vostra stanza o non sentiste il bisogno di scoprire di avere buone capacità in cucina o un immotivato eppure autentico amore per il lavoro manuale (no perché a me è successo), questo è il punto della lista che fa per voi: potete acculturarvi senza fare (troppo) sforzo. Come? Non dovete fare altro che guardavi intorno. Per esempio, nel mio salotto campeggia una libreria immensa e colma dei libri di mia madre, quelli di tutta una vita. Ho il buon proposito (basta solo metterlo in atto…) di organizzare una spedizione e andare a raziare. Ci sono moltissimi libri che non mi verrebbe in mente di comprare, ma non devo farlo perché sono già lì. Ci sono moltissimi libri che non mi verrebbe in mente di comprare e men che meno di leggere, ma visto che è estate e sono già lì, visto che probabilmente non è vero che tutti l’hanno letto ma tutti giurano di sì… (Non perda la fede, Madame Bovary, arriverà anche il nostro momento).

  • Come essere davvero pigre ma riuscire comunque a non sentirsi in colpa

Questa nota è per coloro che hanno sdegnato tutte le proposte fatte fin’ora e che non vogliono saperne neanche di leggere interminabili tomi sulla difficile condizione borghese, che sia francese o russa (Anna Karenina ed io abbiamo dato, ma anche lei merita di essere sulla lista). Niente panico, potete comunque acculturarvi facendo ancora meno sforzo: piazzatevi davanti alla televisione, o al pc, con una sfilza di film che sapete non rivedrete per almeno una ventina d’anni, ma che almeno una volta nella vita vanno visti. La lista è infinita e varia a seconda dei vostri gusti e predilezioni, io mi sento di consigliarvi film come La Dolce Vita o il più recente adattamento di Cime Tempestose. Ci sono poi le immortali trilogie, come quelle de Il Padrino o i gemelli Anelli, Signore e Svarione. Pare che quest’ultimo non sia male, ma se ne consiglia la visione insieme ad un gruppo di amici e possibilmente dell’alcool.

  • Fatevi forza pensando che anche quest’estate passerà per lasciare spazio al Natale

Questa è una grande verità. Una verità talmente grande che mia madre, passato Ferragosto, attacca con i motivetti natalizi. Dice che la fa star bene pensare che non c’è molto tempo di distanza tra la fine dell’estate e l’inizio delle vacanze nataliezie, dove si è sempre in vacanza ma più al fresco. Pensandoci su, ho concluso che l’unica attività veramente nobile da perpetrare mentre si passano le vacanze estive a casa è quella di scovare foto, oggetti, gingilli, ricordi o quant’altro la casa metta a disposizione per umiliare i parenti negli spaventosamente infiniti pranzi e/o cene di Natale. In uno dei miei pomeriggi passati ad allenarmi nello sport del “ciondolare per casa” (finalmente presente alle prossime Olimpiadi) mi sono imbattuta in delle vecchie foto di mio fratello e, come tutti i fratelli sanno, tutto ciò che possiedi e lasci incustodito può essere – e sarà – usato contro di te…
O forse è solo che fuori fanno 38°.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.