Crea sito
READING

Je me souviens: Un post feisubucchiano diretto dir...

Je me souviens: Un post feisubucchiano diretto diretto dal Canada

“Fare pipì in piedi è facile, quello che mi piacerebbe vedere è un uomo che si toglie il reggiseno senza togliersi anche la camicia, che sanguina per 7 giorni senza morire, che si tiene in equilibrio sui tacchi e passa tutta la festa senza toglierseli o lamentarsi del male ai piedi, vederlo mettersi un vestito stretto, depilarsi e sistemarsi le sopracciglia, mettersi lo smalto e avere tempo per sistemare la casa. Non sottovalutate il genere femminile perchè ti garantisco che non è il sesso debole!”

Ultimamente, nella mia scuola canadese, è infuriata una mini-polemica sul post di Facebook di cui sopra, con tanto di mini discussioni sul tema nella caffetteria. Sostanzialmente le ragazze si attenevano alle motivazioni del post mentre i ragazzi hanno avuto due tipi di reazioni esemplificate dallo scambio di battute che riporto sotto.

Primo ragazzo:
“Chi è che taglia l’erba? Chi ripara e rinnova la casa? Chi si occupa della protezione della famiglia, anche con la forza? Chi funge da figura genitoriale per sua figlia e da esempio per suo figlio? Posso dirne ancora parecchie. Smettela di lamentarvi, non siete meglio di noi, la vostra vita non è né più semplice né più difficile. Ognuno dei due sessi ha un ruolo, certamente differente, ma ugualmente importante.”

Risposta del secondo ragazzo al primo ragazzo:
“Ma perchè dici questo? Non siamo più negli anni ’50, ci sono delle donne che tagliano l’erba e che riparano la casa. Inoltre anche la madre serve da figura genitoriale per i ragazzi; le due cose hanno i loro lato della medaglia, nessuno dei due fa un lavoro più grande dell’altro. A parte sanguinare le donne non sono obbligate a fare nulla di tutto ciò!”

Ora, qui la percentuale di coppie separate o comunque di genitori singoli si attesta a circa il 99% della popolazione, quindi gli stereotipi della figura genitoriale che utilizza il primo ragazzo trovano scarsissimo riscontro nella realtà sociale: la madre e il padre sono due figure che si equivalgono nei loro ruoli. Del resto, quelli del post di cui sopra sono stereotipi femminili veramente stupidi (e probabilmente scritti da una ragazza che appena finito di condividere il post è andata a vedere se il mascara non era sbavato) perché, a parte il ciclo, non ho mai visto alcuna donna essere obbligata a togliersi il reggiseno senza togliersi la maglietta o a mettersi lo smalto. Inoltre, l’appunto sui tacchi mi ha dato particolarmente fastidio: in una scuola dove praticamente tutta la popolazione femminile porta i tacchi per venire a lezione (decisione assolutamente non imposta, ma che io considero inutile e che sconsiglierei), lamentarsi di regole sociali balorde in proposito mi sembra veramente offensivo per le donne che hanno veramente problemi di sessismo, mobbing e via dicendo. Senza contare che di fronte a una replica sensata (come quella del secondo ragazzo), le risposte erano: “Beh sì, hai ragione tu!”.

Quello che mi ha colpito di più è stato che, in un contesto in cui la disparità materiale tra ragazzi-ragazze è minima, ci siano ancora fervide discussioni sulle differenze fra maschi e femmine basate su stereotipi che neanche all’asilo. Inoltre mi ha impressionato ascoltare constatare come anche qui esistano ragazzi (pochi, per fortuna) che son rimasti all’età del bronzo e ragazze che sono rimaste all’età della pietra.


RELATED POST

  1. Simone B.

    15 novembre

    Io batterei il chiodo sul fatto che la gonna d’estate è un indumento molto più rinfrescante rispetto ai pantaloni.

    In ogni caso tutte le categorizzazioni son cazzate, ma mediamente servono a semplificare i ragionamenti.

    In tutto questo, ma togliersi il reggiseno senza togliere la camicia a che cosa serve?

  2. Bonnie

    16 novembre

    Mah, questione di gusti. La gonna sarà più fresca ma è scomodissima, le categorizzazioni semplificano i ragionamenti ma il più delle volte li banalizzano. Togliersi il reggiseno senza togliersi la camicia…bah, credo sia da mettere nelle curiosità personali, del genere: “sai, io so fare 65645 x 5257841 senza calcolatrice!”, “Io so stare sott’acqua un quarto d’ora senza respirare!”, “Io so togliermi il reggiseno senza togliermi la camicia!”. Bisogna ammettere che sarebbe priginale 😀

  3. Bianca

    16 novembre

    http://www.youtube.com/watch?v=wxWOGaEOoww

    …video per riderci su, quanto mai a tema! 😉

  4. Bonnie

    18 novembre

    ahahahahahah magnifico!!xD

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.