Crea sito

di Cristina Portolano

DEFIgif300x200

Tag: "vestiti"
Distrarre dal fisico a pera: no grazie

Distrarre dal fisico a pera: no grazie

Io credo di essere una donna-pera. Onestamente non l’ho mai capito con sicurezza, ma in teoria, avendo sempre avuto i fianchi più larghi delle spalle e un cosiddetto “culone”, rientro nella categoria delle donne piriformi. Sapete cos’altro è piriforme? La Terra. Quand’ero più piccola mi consolavo così, pensando che certo, avevo il culo a pera,...
I tuoi vestiti stanno cercando di ucciderti?

I tuoi vestiti stanno cercando di ucciderti?

Io amo i vestiti, ma proprio tanto. Ne ho talmente tanti che quando faccio il semestrale ripulisti va a finire che ne ho più di prima perché in fondo all’armadio salta fuori la camicetta che ha tentato la fuga lanciandosi dall’appendiabiti. I vestiti sono una parte fondamentale della vita di molti: ci rappresentano, ci valorizzano,...
La moda passa, il pregiudizio resta

La moda passa, il pregiudizio resta

Il mio desiderio è comprare due librerie Billy dell’Ikea: una da riempire con i grandi classici della letteratura del Novecento, l’altra per appoggiarci sopra le numerose paia di scarpe che già possiedo e il cui numero non accenna a diminuire. Quando parlo di questa mia aspirazione mi sento sempre dire: “Ma come? Una ragazza come...
Esperimenti involontari: un anno (quasi) senza shopping

Esperimenti involontari: un anno (quasi) senza shopping

Da ottobre 2013 a ottobre 2014 non ho comprato niente che andasse indossato. Oddio, non è del tutto vero: ad agosto ho comprato un paio di scarpe da ginnastica per sostituire quelle che mi avevano abbandonato in mezzo a un’area archeologica. L’alternativa era andare in giro scalza. Teoricamente il post potrebbe finire qui, visto che...
Gonnofobia e specchi malvagi

Gonnofobia e specchi malvagi

Caro mondo, ho un problema con le gonne. E i tacchi. Anzi, per essere più chiara, sono loro ad avere un problema con me. Non abbiamo mai avuto una buona relazione, questo è sicuro. Diciamo che ci siamo sempre evitati a vicenda, per il bene di entrambi. Grazie a questo fruttuoso e secolare accordo, io...
Camicia vistosa: il capo "mai più senza"

Camicia vistosa: il capo “mai più senza”

Normalmente – in ambito di moda – quando si parla di capi “mai più senza” ci si riferisce a pezzi sobri, abbastanza classici e versatili da essere portati con disinvoltura al lavoro, all’aperitivo con le amiche, a una cena in famiglia. Tuttavia questi capi, per quanto camaleontici, tendono a diventare (qualora non coadiuvati di accessori...
Swap party: cos'è e come funziona

Swap party: cos’è e come funziona

di Valeria F. o Gynepraio Tutte, prima o poi, devono fare i conti con l’annoso principio dell’entropia e svuotare i propri armadi di indumenti e accessori obsoleti. Questa annosa ricorrenza, che coincide spesso con il cambio di stagione, genera solitamente 3 o 4 shopper IKEA (ti piace la borsa gialla? Acquistane una blu), strabordanti ecomostri...
Il little black dress delle mie peregrinazioni notturne nei boschi

Il little black dress delle mie peregrinazioni notturne nei boschi

I giudici di Project Runway – persone di cui tendo a fidarmi – osservano spesso che non c’è niente di più classico del cosiddetto “little black dress”, tradotto in italiano come “tubino”, ovvero quella cosa non particolarmente ingombrante, “che sta con tutto” e che risulta appropriata sempre e comunque. Secondo gli storici della moda, tale...
Vestiti che parlano

Vestiti che parlano

di Marta Sottoriva La prima volta che mi sono innamorata di un vestito vecchio è stato a sei anni. Andavo a casa della nonna e mi vestivo da gran sera con pizzi ricamati, tutti arrotolati intorno al corpo. Alle superiori rovistavo negli armadi di mia madre cercando di adattare quelle goffe forme anni ’80 con...
Guida al vintage parigino per amiche in vacanza

Guida al vintage parigino per amiche in vacanza

Parigi è la città dello specchio: liscio come lo specchio è l’asfalto per le sue automobili. Vetrate dinnanzi a tutti i bistrò: qui le donne si guardano anche più che altrove. La bellezza delle parigine è uscita da questi specchi. Il signor Walter Benjamin sa quello che dice. Sa benissimo che le parigine sono il...
Carnevale tutto l'anno: del vestirsi (e non) secondo le prescrizioni del proprio genere

Carnevale tutto l’anno: del vestirsi (e non) secondo le prescrizioni del proprio genere

di Giada Ho un problema: non apprezzo di avere le tette. È un bel problema; una questione decisamente ingombrante, ma sopravvivo. Ho persino rinunciato – quasi – al mio sogno di cambiare sesso. Vi ho rinunciato perché non ho il coraggio di sottoporre la sottoscritta e chi mi conosce ad uno shock così incommensurabile. Perché...
Essere grassa d'estate

Essere grassa d’estate

Neanche quest’anno sono dimagrita, fondamentalmente perché il disagio che mi provoca l’essere grassa non si avvicina lontanamente al disagio che mi provoca l’idea di mettermi a dieta. Da quando venti giorni fa l’afa estiva è arrivata anche a Londra (sì, solo tre settimane fa, il nord Europa è così), i miei vestiti corti e top...