Crea sito

Adelaide Albinati

logo

Tag: "pubblicità"
Like a Girl, but not "Always" Like a Girl: le campagne pubblicitarie che promuovono l'uguaglianza

Like a Girl, but not “Always” Like a Girl: le campagne pubblicitarie che promuovono l’uguaglianza

Io non ho una precisa idea di come corra una ragazza, perché in primis non sono una ragazza che corre. Inseguo mediamente dalle tre alle quattro volte alla settimana il tram che dai luoghi remoti mi riporta a casa per una distanza che ogni volta sembra far esplodere i miei polmoni e ricoprirmi di terrore, ma quegli scatti
Pride and incontinence: quando la pipì diventa rosa e blu

Pride and incontinence: quando la pipì diventa rosa e blu

di Chiara S. Tutto ha avuto inizio durante una normale sessione pomeridiana di spesa in una grande catena di supermercati. Il genere di supermercati immensi che ti costringe a vagare disorientata per buone mezz’ore fra un corridoio e l’altro alla ricerca del prodotto che ti serve. Quel genere di supermercato che espone talmente tanta roba
Uno ogni cassetta: del volantinaggio by bike

Uno ogni cassetta: del volantinaggio by bike

Avevo una vaga idea dell’esperienza alternativa che comportava infilare in ogni singola buca delle lettere i contundenti volantini; ma non immaginavo la varietà di reazioni che questo lavoro avrebbe suscitato nella gente e, soprattutto, in me stessa. Mesi passati incollata allo schermo del pc cercando annunci lavorativi di disparati generi. L’importante al giorno d’oggi, dicono,
Pulita dentro e bella fuori: della nuova pubblicità dell'acqua Rocchetta

Pulita dentro e bella fuori: della nuova pubblicità dell’acqua Rocchetta

di Carlotta Majorana L’acqua è il principio di tutte le cose, almeno questo è quello che mi hanno insegnato a scuola, durante le lezioni di filosofia. Eppure, da circa un decennio, i pubblicitari ci informano che l’acqua che beviamo determina anche la nostra bellezza. Parlo del nuovo, terrificante spot dell’acqua Rocchetta dove troviamo Laura Chiatti,
Don't risk dudeness! - L'ultimo allucinante spot della Veet

Don’t risk dudeness! – L’ultimo allucinante spot della Veet

a Ilaria che muore di caldo perché ha le ascelle pelose Pare quasi assurdo pensare quanto una cosa che dovrebbe essere marginale nella vita delle persone quale i peli superflui (lo dice anche il nome, sono superflui, superficiali, inutili ma, soprattutto, immeritevoli d’attenzione) possa sconvolgere la mente delle persone. Un mesetto fa era uscito qui un pezzo che
2014: Odissea nell'Assorbente

2014: Odissea nell’Assorbente

Sono del parere che i messaggi pubblicitari arrivino più efficacemente se non si guarda la tv (italiana, nel mio caso) da parecchi mesi. L’effetto deflagrante per me è arrivato quando mi sono trovata a riguardare la pubblicità per assorbenti Lines è. Pubblicità di un prodotto in circolazione da almeno 4 anni (tra l’altro ottimo, su
C'erano una volta, in Italia, gli anni '80 (e '90)

C’erano una volta, in Italia, gli anni ’80 (e ’90)

Quando si parla di cultura degli anni ’80/’90 si tende, almeno da parte di una certa corrente di pensiero “critica” e – diciamolo pure – di sinistra, a condannare in toto la vacuità, la frivolezza, il gusto per l’eccesso di quegli anni di boom. Decadimento culturale e morale, affermazione dell’Io contro le grandi ideologie e
Delle pubblicità moleste incontrate nel dossier del Corriere della sera

Delle pubblicità moleste incontrate nel dossier del Corriere della sera

di Caterina Andolfato In una domenica novembrina sorprendentemente assolata mi capita sotto mano il dossier del Corriere della Sera dedicato alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Urrà – penso io nella mia beata innocenza – ecco una valida alternativa al mio abbiocco post pranzo. Le giornaliste de La 27ORA, blog del
Ad ottobre le Frecce si tingono di rosa (e la mia bile di verde)

Ad ottobre le Frecce si tingono di rosa (e la mia bile di verde)

Mentre consulto il sito di Trenitalia alla disperata ricerca di coincidenze tra treni regionali per raggiungere la mia facoltà senza invecchiare troppo (ricerca diventata routine, così come il dover cambiare la simpatica impostazione che di default ricerca solo i treni più costosi), il mio occhio cade sulle solite promozioni a lato. Chiaramente le promozioni sono
Guido Barilla, ci fai venire il latte alle ginocchia

Guido Barilla, ci fai venire il latte alle ginocchia

Il mondo è pieno di persone che ci fanno venire il latte alle ginocchia. Per la cronaca, mi sento di inserire all’interno di questo gruppo anche Guido Barilla, presidente dell’omonima multinazionale, la quale (tra le altre cose) è anche noto simbolo di italianità all’estero. A quanto pare, ieri Barilla ha dispensato perle di saggezza imprenditoriale
Il colosso dei giocattoli Toys R Us si è impegnato a eliminare il marketing basato su stereotipi di genere (ma solo nel Regno Unito)

Il colosso dei giocattoli Toys R Us si è impegnato a eliminare il marketing basato su stereotipi di genere (ma solo nel Regno Unito)

Alzi la mano chi di voi non ha mai desiderato di prendere a sprangate gli scaffali dei negozi di giocattoli pieni di prodotti marcatamente divisi tra quelli “per bambini” e quelli “per bambine”. Vi capisco. Oh sì, quanto vi capisco. Il problema non è tanto il fatto che i giochi per bambine siano quasi invariabilmente
Sull'attivismo e sul non arrendersi: un'intervista con Lorella Zanardo

Sull’attivismo e sul non arrendersi: un’intervista con Lorella Zanardo

Lorella Zanardo è una scrittrice, una blogger, un’attivista, un’imprenditrice, una documentarista e una persona molto pregevole. Molt* di voi la conoscono probabilmente grazie al suo documentario Il corpo delle donne, con il quale ha denunciato la disgustosa condizione in cui versa la rappresentazione delle donne nel panorama mediatico italiano. Sono proprio i media il soggetto