Crea sito

di ELENA DELLA ROCCA

Tag: "infanzia"
Chiamatela Anne, Anne with an "e"

Chiamatela Anne, Anne with an “e”

Anne of Green Gables è un romanzo della scrittrice Lucy Maud Montgomery uscito in Canada nel 1908. Nato come romanzo per l’infanzia, è diventato rapidamente il genere di libro intergenerazionale che può segnare in positivo la vita di lettori di ogni età. In Italia è meglio conosciuto come Anna dai capelli rossi, e ad averne...
La montagna e la natura come rifugio: Heidi

La montagna e la natura come rifugio: Heidi

“Perché stai facendo vedere Heidi alla bimba? È una storia triste!” “Te non capisci niente! Non ti preoccupare, è bello e le piacerà sicuramente!” Il tempo ha dato ragione a mia nonna, se molti anni dopo questo dialogo fra lei e mio padre mi ritrovo a scrivere di Heidi, di Clara e di Johanna Spyri,...
Creare se stessi: in difesa del diario

Creare se stessi: in difesa del diario

Mi vergogno di scrivere un diario. Preferirei che fosse un romanzo. Sono confusa. Come sempre. Penso di non volere nulla e allora mi sento in colpa. Alejandra Pizarnik, 10-07-1959 Quando mi dicevano che tenevo un diario, a quindici anni, m’infastidivo non poco. “Diario” suonava infantile; evocava quei volumetti con copertine floreali e lucchetto di metallo...
Dare fiducia ai bambini: domande sulla questione dei giocattoli sessisti

Dare fiducia ai bambini: domande sulla questione dei giocattoli sessisti

Quando ero piccola, io ci credevo davvero al fatto che Babbo Natale avesse una fabbrica di giocattoli tutta sua al Polo Nord. Se desideravo qualcosa che avevo visto alla tivù lo chiedevo alla zia, perché Babbo Natale mica poteva entrare in un negozio e comprare giocattoli come chiunque altro! Nella letterina, invece, chiedevo solo cose...
Della beltà di "Steven Universe"

Della beltà di “Steven Universe”

Se, come me, negli ultimi sei mesi avete vissuto nella blogosfera, forse avete già sentito parlare di Steven Universe; oppure avete dei fratelli minori – o siete dei bambini cresciuti – e l’avete visto comparire nella sua versione doppiata su Cartoon Network. Bene, se lo show non fosse ancora riuscito a catturare la vostra attenzione,...
A Ship Of Her Own Making: magia è costruire qualcosa con le mani

A Ship Of Her Own Making: magia è costruire qualcosa con le mani

Settembre ha la pelle di un bel marrone caldo come il suo papà, ha dodici anni e un brutto carattere. Quando il Vento Verde le propone di volare via fino al mare periglioso che circonda Fairyland, la bambina non se lo fa ripetere due volte, dato che questo vuol pur sempre dire smettere di lavare...
Farsi delle domande. Il romanzo "Niente" di Janne Teller

Farsi delle domande. Il romanzo “Niente” di Janne Teller

Quando ho letto di cosa si occupava Janne Teller prima di diventare scrittrice a tempo pieno, me la sono immaginata elegante ed esausta dentro una poltrona d’albergo, in un angolo del mondo come potrebbe essere il Mozambico (luogo in cui ha effettivamente lavorato), con gli ingranaggi del cervello in attività incessante, a processare blocchi di pensieri...
La maledizione del secondo posto

La maledizione del secondo posto

Ci hanno insegnato che bisogna saper cogliere l’attimo, salire sul treno quando passa nella tua stazione, non lasciarsi sfuggire le occasioni che “chi dorme non piglia pesci”. Anche se soffro da sempre d’insonnia e sono malata di puntualità, quel secondo del Destino mi è sempre passato sotto il naso. Non cogliendo il secondo, mi sono...
Considerazioni a sangue freddo su “Dalle uno schiaffo!”

Considerazioni a sangue freddo su “Dalle uno schiaffo!”

Adoro i video con bambini. Mi piacciono le risposte senza filtri, pavloviane, capaci di zittire anche l’adulto più arguto. Mi piace la loro naturale predisposizione nell’indicare il re nudo durante una parata di falsità. Mi piace che sappiano ridurre tutto all’essenziale, demolendo con poche semplici parole l’assurdità del mondo dei grandi. Con qualche giorno di...
Libri essenziali per bambine disordinate: "L'isola del tempo perso"

Libri essenziali per bambine disordinate: “L’isola del tempo perso”

Io non ero una bambina disordinata. Di più. Talmente disordinata da impilare libri in bagno, sull’asse del gabinetto. Ho smesso soltanto quando qualcuno dei suddetti libri è cascato in acqua. Nella disperata speranza di salvarmi da me stessa mia mamma mi comprò un libro di Silvana Gandolfi, appunto L’isola del tempo perso. Persi le ore su quel...
Insegnare il rischio del disordine

Insegnare il rischio del disordine

Me lo sarò sentita ripetere centinaia di volte: “Metti in ordine le tue cose!”, “Impara a tenere in ordine la tua stanza”, “Questo quaderno è così disordinato!”, “Non puoi fare tutto così in ordine sparso”. Forse ero una ragazzina terribile, forse ci siamo passate tutte: una mattina ti alzi e non sei più una bambina...
Like a Girl, but not "Always" Like a Girl: le campagne pubblicitarie che promuovono l'uguaglianza

Like a Girl, but not “Always” Like a Girl: le campagne pubblicitarie che promuovono l’uguaglianza

Io non ho una precisa idea di come corra una ragazza, perché in primis non sono una ragazza che corre. Inseguo mediamente dalle tre alle quattro volte alla settimana il tram che dai luoghi remoti mi riporta a casa per una distanza che ogni volta sembra far esplodere i miei polmoni e ricoprirmi di terrore, ma quegli scatti...