Crea sito

di Francesca Popolizio

oro_300

Tag: "film"
Jeeg Robot non è il mio eroe

Jeeg Robot non è il mio eroe

Attenzione: questo articolo contiene riferimenti espliciti alla violenza sessuale. Contiene inoltre spoiler sul film Lo Chiamavano Jeeg Robot
.   di Francesca Falchi Mia madre ha detto che alle amministrative sulla scheda scrive Jeeg Robot. Voglio bene a mia madre, a Roma e ai film di supereroi, anche se a volte mi fanno rabbia. Ero sicurissima che...
È arrivata mia figlia: il cambiamento passa dalla porta della cucina

È arrivata mia figlia: il cambiamento passa dalla porta della cucina

Uscito in Brasile con il titolo originale Que horas ela volta? (A che ora torna lei?) e premiato sia al Sundance Film Festival (Premio speciale della giuria per l’interpretazione a Regina Casé e a Camila Mardila – rispettivamente Val e Jessica) che al Festival di Berlino (Premio del pubblico e Premio CICCAE), È arrivata mia...
"Voglio una ruota": quando la libertà delle donne viaggia in bici

“Voglio una ruota”: quando la libertà delle donne viaggia in bici

Se poteste rappresentare con un oggetto l’emblema della emancipazione femminile, quale scegliereste? Probabile che abbiate pensato alla lavatrice, che negli anni ‘50 è stato il primo elettrodomestico in grado di sollevare le casalinghe dal compito più ingrato tra le faccende domestiche. Ma c’è qualcos’altro che ancora prima, ancora di più, ha dato una netta spinta al...
“Profumo di donna”: decostruire un film con Laura Mulvey

“Profumo di donna”: decostruire un film con Laura Mulvey

Nel 1973 Laura Mulvey ha poco più di trent’anni e riesce a fondere per la prima volta psicologia, teoria del cinema e femminismo. Nel suo saggio “Visual Pleasure and Narrative Cinema”, dopo aver riconosciuto l’impossibilità di creare nell’immediato un linguaggio alternativo a quello usato dal patriarcato, propone di usare una sua immediata estensione – la psicoanalisi...
La solitudine e la tecnologia nel mondo di "The Zero Theorem"

La solitudine e la tecnologia nel mondo di “The Zero Theorem”

È arrivata, passando un po’ inosservata, la nuova previsione per il futuro firmata Terry Gilliam. Forse il nome non vi dirà niente, ma Monty Python vi dice qualcosa? Lui era quello che creava le strambe animazioni che collegavano uno sketch all’altro. I Monty Python erano pazzi, ma lui ancora di più: basta guardare uno dei...
Comportamenti appropriati: intervista a Desiree Akhavan

Comportamenti appropriati: intervista a Desiree Akhavan

Non dite che non vi ho avvisati: forse adesso non avete mai sentito nominare Desiree Akhavan, ma tra sei mesi sarà la vostra persona preferita. Per quanto mi riguarda, lo è già diventata nei 7 minuti e 52 secondi che ho speso con lei durante il London Film Festival. Nata e cresciuta a New York,...
Guida illustrata ai film splatter

Guida illustrata ai film splatter

APPENDICE. Lo splatter nell’animazione Sono molti i film animati che prevedono teste mozzate e quant’altro, di imperdibile (e immediatamente fruibile, in quanto sono entrambi su youtube) segnalo due serie: – Mr.pickles (qui il pilota) – Prison pit (qui tutte le puntate)
"Non Violentate Jennifer": un'introduzione al rape'n'revenge

“Non Violentate Jennifer”: un’introduzione al rape’n’revenge

***Attenzione: questo articolo contiene riferimenti alla violenza sessuale e immagini violente*** Come reagì il pubblico [al film]? Quelli rumorosi sembrarono divertirsi molto. L’uomo di mezza età, dai capelli bianchi, seduto vicino a me, per esempio, parlò a voce alta.  Dopo la prima violenza: “Questa era buona!” Dopo la seconda: “Fagliela vedere!” Dopo la terza: “Ne ho viste...
10 cose che ho imparato da "10 cose che odio di te"

10 cose che ho imparato da “10 cose che odio di te”

Una volta ogni giro completo di generazione spunta una commedia adolescenziale brillante. Nel 2010 è stato il turno di Easy A (in Italia intitolato Easy girl), nel 2004 quello di Mean Girls e, nel lontano 1999, di 10 cose che odio di te. Per quanto un buon teen movie sia capace di farmi innamorare ancora...
Some Prefer Cake 2014 - Le prime impressioni

Some Prefer Cake 2014 – Le prime impressioni

Dopo i primi due giorni del Some Prefer Cake – Bologna Lesbian Film festival, vi porto doverosamente le mie prime impressioni e recensioni. Per ora si qualificano come eccezionali i tre documentari proposti, mentre sul piano narrativo abbiamo degli elementi piuttosto deboli. Il festival è cominciato mercoledì alle 18, con una serie di cortometraggi che,...
Some Prefer Cake! Soft Revolution celebra il cinema lesbico

Some Prefer Cake! Soft Revolution celebra il cinema lesbico

“Settembre andiamo, è tempo di emigrare”, diceva uno scrittore a me pesantemente antipatico chiamato D’Annunzio. Su questo, però, aveva ragione: a settembre si ricomincia e si riparte per lidi nuovi e poco conosciuti. Quest’anno Soft Revolution è lieta di annunciarvi la nostra collaborazione con il fantastico Festival di Cinema Lesbico di Bologna – Some Prefer...
Hoje quero voltar sozinho: l'importanza di camminare da soli

Hoje quero voltar sozinho: l’importanza di camminare da soli

Leonardo è un ragazzo brasiliano cieco che, mentre cerca il suo posto nel mondo, si scopre gay. Hoje quero voltar sozinho però non è un film sulla cecità, o sull’omosessualità, o sugli adolescenti brasiliani ciechi e omosessuali, o perlomeno non è solo su questo: attraverso la storia di Leo, della sua amica Giovana e di...