Crea sito

Valentina Panetta

LogoHomepage

Tag: "editoriale"
Femminismi futuribili e utopie concrete

Femminismi futuribili e utopie concrete

Some will say that all we have are the pleasures of this moment, but we must never settle for that minimal transport; we must dream and enact new and better pleasures, other ways of being in the world, and ultimately new worlds. José Esteban Muñoz I granitici programmi scolastici italiani, calati su di noi da...
Le tasche (vuote) delle donne

Le tasche (vuote) delle donne

Ladies, it ain’t easy bein’ independent (Destiny’s Child – Independent Women Part 1) Lo scorso ottobre, Droga5, un’agenzia creativa di New York ha lanciato insieme a Sarah Silverman una campagna di crowdfunding per colmare in modo definitivo il divario esistente tra i salari degli uomini e quelli delle donne. L’incredibile obiettivo della campagna (già conclusa)...
Essere una donna non è uno svantaggio

Essere una donna non è uno svantaggio

Di recente la nostra Valeria ha scoperto (e ci ha comunicato con lieve orrore) che quando si prepara un evento mondano, nelle liste di partecipanti le signore che accompagnano i mariti tendono a perdere il loro nome e diventare Signora Tizio Caio – dove Tizio Caio è il nome del marito. L’importante è saperle “in coppia”...
Mai una gioia dalla femminista guastafeste

Mai una gioia dalla femminista guastafeste

“Feminists disturb the very fantasy that happiness can be found in certain places”¹ Sara Ahmed Feminist Killjoy Uno dei tanti stereotipi dedicati alle persone femministe è quello che ci descrive come guastafeste, rompine e prive di senso dell’umorismo. “Non fare la femminista”, è un espressione che ci siamo sentite ripetere decine di volte da persone...
Sedetevi in compagnia di voi stesse e fate ciò che vi fa sentire vive

Sedetevi in compagnia di voi stesse e fate ciò che vi fa sentire vive

Sono diventata femminista per decine di motivi diversi, ma il primo e il più feroce, quello attraverso cui ho scorto la sagoma di tutti gli altri, è rintracciabile negli esercizi di contorsionismo cui mi abbandonai nel tentativo di essere come i miei artisti uomini preferiti. O meglio: di diventare i miei artisti uomini preferiti. Avevo...
Tornare a stare insieme (o: storia di un trasferimento forzato)

Tornare a stare insieme (o: storia di un trasferimento forzato)

Non ho mai trovato facile fare nuove amicizie, insediarmi in spazi sconosciuti, abbandonare una relazione sapendo che ad attendermi, una volta girato l’angolo, ci sarebbe stato solo l’ignoto. Parte di me preferirebbe stare saldamente ancorata ad un luogo e una manciata di esseri umani, con il solo scopo di sopprimere la possibilità che l’ansia e...
Il sangue e le viscere nel "nuovo femminismo"

Il sangue e le viscere nel “nuovo femminismo”

Lo avete individuato nell’aria, quel preciso sentore di Nuovo Femminismo, quello sprecarsi di folte sopracciglia e ricerca di donne che facciano da portavoce di non si sa bene cosa? Mi è stato detto migliaia di volte, fin da quando ero piccola, che devo essere grata di quello ci è dato e non essere sempre così...
Case, corpi e l'eterno ritorno del disordine

Case, corpi e l’eterno ritorno del disordine

Nel momento in cui la parola “disordine” è diventata ufficialmente il tema del mese di settembre 2014, ammetto di essermi sentita molto chiamata in causa. Da piccola vivevo con terrore e fastidio i momenti in cui mi veniva intimato di andare a sistemare la mia stanza, sia perché essa ne aveva davvero bisogno, sia per...
L'internet stellato che lavora anche ad agosto

L’internet stellato che lavora anche ad agosto

Nella mia testa, il mese di agosto si associa a fabbriche che chiudono, turisti tedeschi a Jesolo e stelle cadenti contemplate dal giardino dei miei nonni paterni. Nella sordida realtà dei fatti, quest’anno trascorrerò l’intero mese nell’ufficio lombardo dell’istituto di ricerche di mercato dove ho miracolosamente trovato lavoro. Coerente con la tradizione delle mie esperienze...
Amicizia tra ragazze è #potere

Amicizia tra ragazze è #potere

La storia che Valeria, Marta ed io siamo solite raccontare, quando veniamo interrogate sulle origini di Soft Revolution, ci vede, come sempre, separate da centinaia di chilometri, ma unite nel constatare la mancanza di una testata femminista in lingua italiana che si rivolgesse a noi e alle adolescenti che eravamo state. La distanza fisica, in...
Usa le mani di tanto in tanto

Usa le mani di tanto in tanto

Per tante persone della generazione dei miei genitori, l’idea del lavoro manuale suona vagamente sgradevole. Dovendo scegliere tra una scrivania poco illuminata, un bel trattore e una postazione presso una linea di montaggio, la prima opzione è spesso l’unica contemplata per sé e per i propri figliuoli. Più che comprensibile, se posiamo lo sguardo sulle...
Occupare spazio, alzare la voce

Occupare spazio, alzare la voce

Il verbo evaporare mi porta alla mente due immagini. La prima è quella di una generica pentola contenente l’acqua della pasta. L’altra ha le fattezze di un sogno: ritrae un bambino delle elementari accanto al parco giochi della mia infanzia. Il bambino e la scenografia vanno svanendo mano a mano che tento di metterle a...