Crea sito

Adelaide Albinati

logo

Tag: "cibo"
Abbiamo ascoltato il nuovo album di Kelis. E ci è piaciuto

Abbiamo ascoltato il nuovo album di Kelis. E ci è piaciuto

  Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando la peperina di Harlem Kelis cantava Milkshake, anno di nostro Signore 2004. Aveva ricci spessissimi, viso dolce e passione per quel genere di musica che ti fa voglia di muovere il culo in un pomeriggio tra amiche. Nessuno poteva immaginare che quella ragazzina, non
Ricette arrabbiate: la torta alla ricotta con glassa di cioccolato

Ricette arrabbiate: la torta alla ricotta con glassa di cioccolato

di Rosita Pederzolli La storia che le ragazze emancipate non cucinano è una stronzata bella e buona. Cucinare è per veri duri: serve aggressività, inventiva, pazienza e soprattutto molta cattiveria. Se partiamo con l’idea di cucinare con dolcezza, abbiamo sbagliato in partenza. Per cucinare serve la cattiveria. Non puoi fare un dolce con amore. In
Non aprite quel freezer!: ode agli pseudo-horror demenziali di serie omega

Non aprite quel freezer!: ode agli pseudo-horror demenziali di serie omega

Come nella più stereotipata delle tradizioni, l’abbiamo aspettata tanto, e adesso non vediamo l’ora che sparisca dalle nostre vite. Come non avremmo mai voluto ammettere, dopo aver millantato per anni spirito massimalista e trasporto per gli eccessi, le uniche cose che desideriamo sono un clima temperato e un venticello mediocre. Tutto questo per dire che
Angherie per gli ospiti: la pasta brisée

Angherie per gli ospiti: la pasta brisée

Abdicare alla socialità si può; è sufficiente avere abbastanza farina in casa. Non so se avete presente quei giorni liberi in cui l’unica cosa che desideri fare è chiuderti in cucina a plasmare prodotti da forno in una interminabile catena fordista. Se ce li avete presenti, sapete anche che il circolo vizioso delle torte salate
Oggetti dimenticati: Truman Capote e "Il libro della patata"

Oggetti dimenticati: Truman Capote e “Il libro della patata”

L’essenziale è visibile agli occhi. È cristallino, lapalissiano, finanche pleonastico. Il non vederlo è da imputarsi alla nostra precisa volontà, conscia o inconscia, o a distrazione, o a pigrizia. Nessuna volpe autolesionista mi convincerà del contrario. A proposito di ciò, qualche giorno fa è capitato che dicessi a mia madre: Madre, sto approcciandomi a Truman

Appetiti

Ricordando un libro che ho letto parecchio tempo fa, Appetiti di Caroline Knapp, ho riflettuto sul fenomeno della demonizzazione dei desideri operata contro le donne, educate fin da bambine ad essere moderate, adatte alle situazioni, versatili ma mai ingombranti, silenziose. Credo che anche chi si oppone a certi modelli insalubri di comportamento finisca alla fine
Di cosa parliamo quando parliamo di fame nel mondo

Di cosa parliamo quando parliamo di fame nel mondo

La fame nel mondo è un ottimo argomento di conversazione. Che aspiriate a diventare Miss Italia o un fattone no-global (specie protetta ormai in via di estinzione), è di sicuro un campo che dovreste conoscere a menadito. Anche la persona media dovrebbe saperne qualcosa, così come si dovrebbe sapere più o meno dove si trova
Il nastrone della settimana: La fame di Sylvie

Il nastrone della settimana: La fame di Sylvie

La fame, quella vera mi prende raramente, ma è la fame da “loverie” (golosità) che mi frega. Come si dice qui in Romagna, loveria è quel cibo che viene consumato solo per gusto, senza avere appetito. Ebbene si, sono lova. Di loverie ci si ciba alle fiere di paese, dove i profumi si portano via
Pâtisserie canadienne pour les nuls!

Pâtisserie canadienne pour les nuls!

Di tutto quello che mi è successo nel mio Canadian year, la cosa più inspiegabile è come io sia riuscita a mettere su solo due chilogrammi: poutine, sciroppo d’acero, muffin al triplo cioccolato, brownies, hamburger, milk-shakes, biscotti (i biscotti presenti nel nord dell’America non sono definibili biscotti, bensì ammassi di zucchero, cioccolato, zucchero, burro e

Montag oder Mittwoch #9 – Io volevo la mensa

Formaggio impanato, salsa di mirtilli, insalata, coca cola per 2.80 euro Quando ero al liceo e pensavo all’università, nella mia testa visualizzavo solo la mensa. Tutto il mio immaginario era ovviamente legato ai telefilm americani, ai college frequentati dai protagonisti e soprattutto a Gilmore Girls (dove la mensa non compare solo nelle ultime serie, quando
Il nastrone della settimana: Extra cheese! In your face!

Il nastrone della settimana: Extra cheese! In your face!

La pratica culinaria nasconde in sé qualcosa di meravigliosamente terapeutico. Ve lo dice una che per smaltire arrabbiature e dissipare fastidiosi malumori ha adoprato parte del suo tempo libero degli ultimi mesi a sfornare muffin e affettare verdure come se non le fosse concesso arrivare all’indomani. Come una passeggiata solitaria o l’ascolto smodato del nostro
Cose che ci sono piaciute nel 2011, pt.1

Cose che ci sono piaciute nel 2011, pt.1

Ci piacciono le classifiche di fine anno. Solo che, in genere, le classifiche di fine anno sono organizzate secondo particolari categorie che, talvolta, possono risultare limitanti. Quando pensiamo al 2011 in toto, ad emergere non sono solo film, dischi, serie tv e libri. Ci sono anche una gran varietà di oggetti, eventi, luoghi e sensazioni