Crea sito

di NORMA NARDI

vita vissuta
I genitori sanno dare fiducia alle bambine?

I genitori sanno dare fiducia alle bambine?

La resilienza, in ecologia, è la velocità con cui una comunità ritorna al suo stato iniziale, dopo essere stata sottoposta a una perturbazione che l’ha allontanata da quello stato. Questo termine è stato traslato nella psicologia per indicare la capacità di un individuo di fronteggiare momenti ed esperienze negative e ritornare a uno stato di...
I miei nove mesi senza ciclo

I miei nove mesi senza ciclo

L’anno scorso sono quasi svenuta sulle scale. Quasi, perché in un atto di melodramma, ho detto “mamma, svengo” e mia madre è corsa dalla cucina prendendomi al volo mentre mi accasciavo a terra con una mano in fronte come nella vecchia Hollywood. Poi sono cominciate le contrazioni, così pesanti e dolorose da farmi urlare. Mia...
La poetica delle piccole cose. Un omaggio a ciò che mia nonna mi ha insegnato

La poetica delle piccole cose. Un omaggio a ciò che mia nonna mi ha insegnato

E poco dopo, sentendomi triste per la giornata cupa e la prospettiva di un domani doloroso, portai macchinalmente alle labbra un cucchiaino del tè nel quale avevo lasciato inzuppare un pezzetto della maddalena. Ma appena la sorsata mescolata alle briciole del pasticcino toccò il mio palato, trasalii, attento al fenomeno straordinario che si svolgeva in...
Sicurezza sui mezzi pubblici: l'esempio della piattaforma brasiliana "Maria, Maria"

Sicurezza sui mezzi pubblici: l’esempio della piattaforma brasiliana “Maria, Maria”

Quando ho conosciuto Mariana Ozaki e Maria, Maria il caso Weinstein e il terremoto concettuale che avrebbe generato non era ancora neanche un’idea all’orizzonte; #quellavoltache non era partito, tantomeno #metoo o balance ton porc. Non c’era ancora stata una valanga di testimonianze che facesse comprendere in modo inequivocabile quanto la molestia sia un problema pervasivo...
Non sempre tra quattro muri: sulla claustrofobia

Non sempre tra quattro muri: sulla claustrofobia

Verso i dodici anni svenivo molto spesso. Mi capitava anche a scuola e aspettavo mio padre seduta in sala insegnanti. Una volta la professoressa di italiano gli ha detto, mentre mi teneva una mano sulla spalla, che «Per sopravvivere a questo mondo [avrei dovuto] fare come Emily Dickinson, chiuder[m]i in una camera e non uscirne...
Novembre: sull'economia del "perché non l'ha detto prima?"

Novembre: sull’economia del “perché non l’ha detto prima?”

È sempre un momento difficile per essere femminista, ma le ultime settimane state particolarmente intense e mirabolanti per la maggior parte di noi. Ci siamo dovute e dovuti scontrare sì con ricordi dolorosi portati alla luce da #quellavoltache e #MeToo, ma anche con la realizzazione che certe cose che avevamo liquidato non erano in realtà...
Eiaculazione femminile: la fenomenologia dello spruzzo

Eiaculazione femminile: la fenomenologia dello spruzzo

di Giulia Crispiani A quanto pare l’eiaculazione femminile non è un’esperienza propriamente comune. Quando i miei partner si accorgono del magico spruzzo reagiscono sempre con stupore e meraviglia. Una ierofania, o miracolosa presenza; un evento (nel senso badiouiano del termine) come citato dalla femminista e pioniera dell’eiaculazione femminile canadese Shannon Bell.[1] Da quando ho scoperto...
Fateci raccontare la nostra storia: di Weinstein (e tutti gli altri)

Fateci raccontare la nostra storia: di Weinstein (e tutti gli altri)

Qualche giorno fa mi ero appena seduta in un bar di Milano dove a volte mi capita di bere un caffè o lavorare al computer. Un uomo poco lontano, tra i 40 e i 50 anni, parlava con un giovane freelance con un tono di voce sicuro e molto, molto alto. Come ho scoperto presto,...
Fumettini: Il mio letto e Tracey Emin

Fumettini: Il mio letto e Tracey Emin

Come superare un incubo lucido

Come superare un incubo lucido

Tre anni fa avevo paura di appoggiare la testa sul cuscino. Nel giro di un’estate i miei sogni colorati, assurdi e divertenti, erano diventati la parte più angosciante della mia giornata. Era un periodo d’ansia. Non so se fosse clinica oppure no, so solo che bevevo otto caffè al giorno e non riuscivo a telefonare...
Punizioni corporali nelle scuole: un ricordo del passato?

Punizioni corporali nelle scuole: un ricordo del passato?

Era il 1993 e frequentavo le elementari in una scuola privata. Nella mia classe c’erano molti bambini vivaci e una delle frasi che echeggiavano più di frequente in aula era “State composti a braccia conserte”. Schiena dritta, sguardo alla lavagna, ci si poteva muovere solo per prendere la biro dall’astuccio e scrivere sotto dettatura. Altrimenti...
Fumettini: Il sollievo (di essere lasciate in pace dagli uomini molesti)

Fumettini: Il sollievo (di essere lasciate in pace dagli uomini molesti)