Crea sito

di Francesca Popolizio

oro_300

scuola e università
Fumettini: distrarsi dopo un esame andato male

Fumettini: distrarsi dopo un esame andato male

ADHD: ragazz* che dovrebbero darsi una calmata?

ADHD: ragazz* che dovrebbero darsi una calmata?

A tutti è capitato di avere un compagno di classe irrequieto. Molto irrequieto. Irrequieto in modi inspiegabili, specie se sei una bambina secchiona con gli occhiali che colora sempre nei bordi. Io un compagno di classe così ce l’avevo, e grazie ai social network abbiamo mantenuto i contatti. È campione mondiale del seguire pagine Facebook nonsense...
Consigli per riuscire a studiare senza farsi legare alla sedia

Consigli per riuscire a studiare senza farsi legare alla sedia

Vittorio Alfieri, passato alla storia come drammaturgo, scrittore, poeta e attore teatrale italiano, avrebbe potuto capire le nostre difficoltà: lui si faceva addirittura legare alla sedia dal suo domestico per costringersi a studiare. Ma se non avete domestici da cui farvi legare alla sedia, e in fondo al cuore sapete anche che non vi servirebbe...
Tre hacktivist* da conoscere: Swartz, Elbakyan e Kuszewski

Tre hacktivist* da conoscere: Swartz, Elbakyan e Kuszewski

Nel 2013, all’epoca del suo suicidio, la rete parlò a lungo e sentitamente di Aaron Swartz, motivo per il quale oggi il suo nome vi potrebbe suonare famigliare, pur senza essere ben circoscritto. Chi fosse esattamente e cosa avesse fatto per meritare attenzione ed eco sui media e in internet, per buona parte delle persone...
Da bambina bramavo gli occhiali da vista

Da bambina bramavo gli occhiali da vista

di Francesca Bellei Ora che ho perso la vista, ci vedo di più. (Nuovo Cinema Paradiso, 1988) Il 2001 non è stato solo il primo anno del nuovo millennio, ma anche l’ultimo della mia infanzia. Mi preparavo, in quell’anno, a lasciare le scuole elementari. A parte poche eccezioni, avevamo avuto dei maestri fantastici, che ci incoraggiavano...
La soddisfazione del traguardo: pensieri di una diplomanda

La soddisfazione del traguardo: pensieri di una diplomanda

Le prese di consapevolezza sono momenti di strana magia; non è che arrivino necessariamente in momenti inaspettati, eppure ti sorprendono comunque. Io ho capito che il mio tempo in Accademia di Teatro era finito seduta sulla tazza del cesso nel penultimo bagno della suddetta Accademia. Non ero lì seduta a meditare sulla vita aspettando che...
Organizzare una nuova vita con l'agenda perfetta: il Bullet Journal

Organizzare una nuova vita con l’agenda perfetta: il Bullet Journal

Una delle cose che più mi manca di quando andavo al liceo è il diario. Usato teoricamente per scriverci sopra i compiti, in realtà perfetto se vuoi riempirlo di pensieri, disegni, ritagli, dediche e tante altre cose belle; credo che la sua perdita sia stata il momento più traumatico nel critico passaggio liceo–università. A onor...
Chi ha paura del gender?

Chi ha paura del gender?

Ho frequentato le scuole elementari nei primi anni Novanta. Per otto anni, avendo continuato il percorso all’interno dello stesso istituto anche alle medie, ho trascorso le mie giornate all’interno di una scuola cattolica. Messa di inizio e fine anno, recita di Natale a base di annunciazioni e bambinelli, contorno di cappella privata all’interno della struttura...
L'odore è sempre il ricordo più forte

L’odore è sempre il ricordo più forte

“L’olfatto è il senso più importante, perché connette direttamente ai ricordi”. Un amico di recente mi ha illuminato con questa frase, chiosandola con “l’odore è sempre il ricordo più forte, ma non riusciamo a ricordarlo senza che ci si ripresenti, perché l’olfatto non è il più sviluppato dei nostri sensi”.* Nelle scorse vacanze, durante un...
Libera meu xixi, o del sacrosanto diritto di fare pipì

Libera meu xixi, o del sacrosanto diritto di fare pipì

Dentro l’Università Federale di Roraima, campus di Boa Vista, lassù nell’estremo nord del Brasile al confine col Venezuela, da qualche giorno sono apparsi dei cartelli molto particolari. Posizionati vicino ai bagni, questi cartelli si propongono di rassicurare gli alunni transgender quando devono scegliere quale bagno usare; l’azione fa parte di un progetto più ampio, chiamato Libera...
Razzismo tra i banchi di scuola: il caso di Pisa

Razzismo tra i banchi di scuola: il caso di Pisa

Non passa giorno senza che le nostre utopie concrete siano scalfite da una o più notizie dal peso quasi insostenibile. Il senso di ingiustizia ci ricopre e per qualche istante ci abbandoniamo, ci lasciamo schiacciare, restiamo senza parole. Oggi abbiamo letto la storia dei suprusi che stanno colpendo, nella città di Pisa, una quattordicenne di...
Educazione sessuale: trasferiamoci in Ontario

Educazione sessuale: trasferiamoci in Ontario

Educazione sessuale brianzola nei tardi anni Novanta / primi anni Duemila Alle medie l’insegnante di scienze disse alla componente maschile delle classe che se avessero usato il loro coso prima del tempo, li avrebbe appesi alla parete tramite quel medesimo attrezzo. Alle superiori l’insegnante di latino comunicò alla classe (dieci elementi, tre non eterosessuali) che...