Crea sito

di ELENA DELLA ROCCA

lavoro
Vivere sul letto del fiume: la vita delle "spaccapietre" nepalesi

Vivere sul letto del fiume: la vita delle “spaccapietre” nepalesi

di Arzachena Leporatti Nella valle di Kathmandu, ai margini del Nepal più remoto, sulle sponde del fiume che la bagna sono nascoste migliaia di donne, ricurve e consumate, coperte di veli e di calli, che per tutto il giorno si occupano di raccogliere e distruggere pietre. Le stesse pietre che serviranno per costruire di edifici...
Agosto: Giorni falsamente vacanzieri

Agosto: Giorni falsamente vacanzieri

Quando mi scrivono firmando “Buona estate” penso sempre “Buona a chi?” (Marta) Il mese di agosto a Soft Revolution è per tradizione* legato al tema delle vacanze, e quello del 2017 non sarà da meno. Si tratta di una scelta che Marta e io vorremmo poter motivare col nostro amore per le ricorrenze, ma che in...
Maggio: Lavorare non dev'essere una questione di culo

Maggio: Lavorare non dev’essere una questione di culo

I better ace that interview – Mitski Sono passati ormai più di tre anni da quando avevamo parlato per la prima volta su Soft Revolution dei disagi derivanti dal non avere lavoro e doverne parlare. Veronica Cicalo, iniziava quel pezzo in medias res, dicendo “Capita a tutti, almeno una volta nella vita, di aver un...
Karen Silkwood, prima whistleblower contro il nucleare

Karen Silkwood, prima whistleblower contro il nucleare

Le date importanti per ricordare Karen Silkwood sono tre: – il 19 febbraio 1946, giorno in cui nacque a Longview, in Texas; – il 13 novembre 1974, giorno in cui morì in un incidente stradale a soli ventotto anni; – il 18 maggio 1979, quando venne “vendicata” dalla sentenza che dichiarò colpevole di inadempienza la...
Marzo: In nero e fucsia, pronte per #8M

Marzo: In nero e fucsia, pronte per #8M

L’otto marzo, una volta, era una data con una valenza politica: era un momento in cui si ricordavano infatti le lotte che le donne avevano compiuto per ottenere più diritti in ambito economico, sociale e politico, accanto a quelle che sarebbe ancora stato necessario combattere. Come scrive Loredana Lipperini nell’introduzione al libro 8 Marzo: una...
Bisogna parlare del lavoro domestico non retribuito

Bisogna parlare del lavoro domestico non retribuito

Ormai da tempo, fortunatamente, si discute della disparità di trattamento economico delle donne rispetto ai colleghi uomini in molti settori della nostra economia. Alcuni paesi europei, come la Francia ad esempio, viene addirittura “celebrata” la data a partire dalla quale, nel corso di un anno, le donne incominciano a “lavorare gratis”. Calcolando infatti la differenza...
Del sacrosanto diritto della donna ad incazzarsi sul lavoro

Del sacrosanto diritto della donna ad incazzarsi sul lavoro

Interno ufficio. Un gruppo di giovani esce allarmato dalla sala riunioni. Una donna in completo e tacchi sta facendo una sfuriata e loro pensano a come mettersi in salvo. La strategia? Offrire alla signora una compressa di analgesico per i dolori mestruali. E in ufficio torna a regnare la pace. Questo spot – andato in...
Privacy, gender e tecnologia: un'intervista con Maya Indira Ganesh

Privacy, gender e tecnologia: un’intervista con Maya Indira Ganesh

Lo scorso giugno sono andata al DIG Festival, un festival di giornalismo investigativo che si tiene a Riccione, per seguire alcuni eventi e workshop su tecnologia, privacy e giornalismo. È lì che ho incontrato due ragazze che lavorano a Tactical Tech (per esteso Tactical Technology Collective), un gruppo con base a Berlino che aiuta gli attivisti e i giornalisti ad...
Il vero peso del lavoro emozionale

Il vero peso del lavoro emozionale

Jane, I don’t like cavillers or questioners; besides, there is something truly forbidding in a child taking up her elders in that manner. Be seated somewhere; and until you can speak pleasantly, remain silent. Jane, non mi piacciono i bambini curiosi; inoltre, quando mai un bambino rivolge la parola in questo modo alle persone adulte?...
L'ossessione per il successo ci sta distruggendo?

L’ossessione per il successo ci sta distruggendo?

Il 15 aprile 2012 andava in onda su HBO il pilot di Girls. Nella scena di apertura il suo personaggio, Hannah (interpretato dall’autrice della serie Lena Dunham), è a cena con i genitori in un ristorante prestigioso di New York quando questi le annunciano in modo piuttosto brusco che smetteranno di sostenerla economicamente. Hannah, che...
Si lavora per vivere, non il contrario: del concedersi distrazioni

Si lavora per vivere, non il contrario: del concedersi distrazioni

“Costruirsi una carriera”, nel senso di “assicurarsi un reddito più o meno fisso e sufficiente vivere dignitosamente, ricevendo un compenso per attività che non ci facciano venire voglia di sbattere la testa contro il muro e, possibilmente, abbiano anche a che fare con quello che abbiamo studiato” è oggi un’impresa più ardua di quello che...
Dov’è il confine tra empowerment e oppressione nella cura di sé?

Dov’è il confine tra empowerment e oppressione nella cura di sé?

Truccarsi è bello, divertente, e potenzialmente molto creativo. Più in generale, avere cura di sé è fondamentale per ricordarsi di avere un corpo e abitarlo in pace ed è, tra le altre cose, un antidoto potente contro la depressione. D’altra parte, però, la cura di sé è un’attività che richiede energia, tempo e, soprattutto, denaro....