Crea sito

di Cristina Portolano

DEFIgif300x200

internet
Di come internet ha allargato i miei orizzonti

Di come internet ha allargato i miei orizzonti

Il primo blog di cui ho memoria risale a settembre del 2006: perso insieme alla scomparsa di Splinder, si intitolava Anche io ho un lato oscuro e si riproponeva di raccontare tutti i turbamenti della mia anima. Tale scelta di poetica era motivata non tanto dal fatto che avessi particolari turbamenti d’animo, quanto che l’unica...
MOOC: istruzione continua nel web 2.0

MOOC: istruzione continua nel web 2.0

Tra le innovazioni più significative che ci ha regalato lo sviluppo del web, c’è la diffusione a livello esponenziale di conoscenza in tutte le forme e in tutti i campi del sapere. L’aumento di informazioni utili presenti in rete è stata così rapida da sfociare presto in una condizione di sovraccarico di dati e di...
Il bello e il brutto delle app per incontri

Il bello e il brutto delle app per incontri

Tinder è quella che in inglese viene chiama “dating app”: in pratica l’equivalente di un sito di incontri ai tempi dei dispositivi mobili. Chi ha un profilo su Tinder inserisce fotografie e qualche informazione personale, tra cui la zona in cui si trova; è più che altro uno strumento che facilita gli incontri a scopo...
Giugno: Quando Facebook ci obbliga a rivivere il nostro passato

Giugno: Quando Facebook ci obbliga a rivivere il nostro passato

Da qualche parte – su Dropbox? In un hard disk esterno? Non si sa – ho salvata una copia cumulativa di tutti i miei blog dal 2005 al 2011, cioè più o meno da quando avevo 14 anni a quando ne avevo 20. Non ho desiderio di appurare la posizione di questo file, che ho...
Amabili imperfezioni: il successo di Sarah's Scribbles

Amabili imperfezioni: il successo di Sarah’s Scribbles

Quando entro nella Libreria Zabarella di Padova, spingendo con baldanza la porta, per poco non uccido una delle ragazze in piedi vicino all’ingresso. Lo spazio non è grande, ed è già pieno di persone che aspettano Sarah. Siamo stipate, e la ragazza contro cui stavo sbattendo la porta non sembra felicissima di vedere che è...
Come evitare i siti che ci distraggono

Come evitare i siti che ci distraggono

Nonostante innumerevoli prove della loro inutilità, continuo a credere in tutti quegli strumenti più o meno articolati (app e diagrammi, timer e agende) che dovrebbero aiutarmi a essere una persona migliore – più attenta, più concentrata, più efficiente. Oggi vi racconto l’ennesimo mezzuccio che ho sperimentato, ovvero le app per inibire l’accesso a Facebook. Era da...
Google Ngram Viewer: chi ha paura di googlare Virginia Woolf?

Google Ngram Viewer: chi ha paura di googlare Virginia Woolf?

Alcune distrazioni possono causare assuefazione, far perdere tempo, ma al tempo stesso renderci orgoglios* e farci sentire brillanti. Tra queste una delle mie preferite è cercare parole con Google Books Ngram Viewer e fare finta di essere una linguista computazionale. Che cos’è Google Books Ngram Viewer? È un motore di ricerca che permette di scoprire...
Tre hacktivist* da conoscere: Swartz, Elbakyan e Kuszewski

Tre hacktivist* da conoscere: Swartz, Elbakyan e Kuszewski

Nel 2013, all’epoca del suo suicidio, la rete parlò a lungo e sentitamente di Aaron Swartz, motivo per il quale oggi il suo nome vi potrebbe suonare famigliare, pur senza essere ben circoscritto. Chi fosse esattamente e cosa avesse fatto per meritare attenzione ed eco sui media e in internet, per buona parte delle persone...
La visibilità è una trappola? Il Panopticon e i mille occhi di Facebook

La visibilità è una trappola? Il Panopticon e i mille occhi di Facebook

Nel 1791 il filosofo Jeremy Bentham teorizzava il Panopticon: un edificio estremamente efficiente per sorvegliare soggetti reclusi, fossero questi carcerati, ricoverati, o studenti. Il Panopticon ribaltava il modello tradizionale di reclusione — quello delle segrete, che relegavano i  prigionieri nell’oscurità dei sotterranei: al contrario, il modello di Bentham traeva la sua forza proprio dal fatto che,...
Sull'uso ragionato del trigger warning

Sull’uso ragionato del trigger warning

Scrivendo, ma soprattutto leggendo di temi delicati sul web o in riviste specializzate, potreste esservi imbattuti nella dicitura “trigger warning”. L’uso di questo strumento è parecchio dibattuto, sia in contesti accademici che online; ho sentito molte voci scagliarsi contro i trigger warning senza avere ben chiara la loro utilità. Cosa intendo con “temi delicati”? Non è...
Fumettini: Questione di password

Fumettini: Questione di password

Una piccolissima introduzione alla cybersecurity

Una piccolissima introduzione alla cybersecurity

Manifestare la propria voce online nel corso dei primi anni zero, abitando al contempo un giovane corpo femminile, implicava un costante lavoro di giustificazione. “So quello che sto facendo”, “Non preoccupatevi così tanto per me”, “I giornalisti allarmisti parlano a vanvera”, ma soprattutto “Le persone con cui interagisco sono vere“. La salienza di questo particolare...