Crea sito

Lucia Biagi

softzine_sito_rid

dalle nostre inviate
Io non la conoscevo affatto. L'incontro casuale con l'arte di Dorothy Iannone

Io non la conoscevo affatto. L’incontro casuale con l’arte di Dorothy Iannone

Do not be discouraged that we are few. We shall be many. Va così. Certe volte mi muovo passivamente per la città. Poi all’improvviso sono i piccoli particolari a risvegliarmi e rendermi attiva e cosciente. Nonostante mi sia resa conto a scoppio ritardato che la mostra di Dorothy Iannone a Berlino è pubblicizzata in maniera ossessiva
Mappare i nostri percorsi quotidiani emulando gli artisti di Plan B

Mappare i nostri percorsi quotidiani emulando gli artisti di Plan B

Sulla parete della mia stanza è appesa una cartolina. La base è bianca e poi ci sono delle linee nere che sembrano formare la cartina di qualche città. I più attenti infatti si avvicinano e chiedono: “È una cartina di Berlino?”. La risposta è: “No” anche se è solo parzialmente corretta. Eccola qui sotto e,
Sono la ragazza della funeral home

Sono la ragazza della funeral home

Un film può folgorarti e per una vita intera non mollarti. Ma un film è un attimo nell’arco della vita di una persona. Immagino un film a me caro come una fotografia che posso riguardare ogni volta che ne ho il bisogno, per coglierne nuovi dettagli. Non mi sono mai sentita orfana di un film,
Guida al vintage parigino per amiche in vacanza

Guida al vintage parigino per amiche in vacanza

Parigi è la città dello specchio: liscio come lo specchio è l’asfalto per le sue automobili. Vetrate dinnanzi a tutti i bistrò: qui le donne si guardano anche più che altrove. La bellezza delle parigine è uscita da questi specchi. Il signor Walter Benjamin sa quello che dice. Sa benissimo che le parigine sono il
Come i centri estetici indiani mi hanno svoltato la giornata. Una cronaca parigina

Come i centri estetici indiani mi hanno svoltato la giornata. Una cronaca parigina

di Giulia Usai So che sarebbe bene usare una crema viso e una lozione corpo tutti i giorni. So anche che sarebbe doveroso struccarsi prima di andare a dormire, utilizzare buoni prodotti per capelli e non mangiarsi le unghie. Ma sono così negligente! Non è che non mi piaccia prendermi cura di me, anzi, mi
Un milione di dollari apre tutte le porte: del bling bling bosniaco

Un milione di dollari apre tutte le porte: del bling bling bosniaco

L’avvicinamento con il bling bling balcanico, iniziato ormai un lustro fa, è stato graduale e influenzato da un certo grado di orientalismo. Certo, è difficile approcciare i Balcani, luogo immaginario e dai confini nebulosi, in maniera oggettiva e scevra da pregiudizi se quello che viene proposto al di qua dell’Adriatico come rappresentativo è la musica
Pâtisserie canadienne pour les nuls!

Pâtisserie canadienne pour les nuls!

Di tutto quello che mi è successo nel mio Canadian year, la cosa più inspiegabile è come io sia riuscita a mettere su solo due chilogrammi: poutine, sciroppo d’acero, muffin al triplo cioccolato, brownies, hamburger, milk-shakes, biscotti (i biscotti presenti nel nord dell’America non sono definibili biscotti, bensì ammassi di zucchero, cioccolato, zucchero, burro e

Que sbatti per la cruccolandia

Il Semesterticket è un pezzo di carta che dà un potere enorme. Non solo certifica la tua immatricolazione ad un’università tedesca, ma ti permette anche di viaggiare gratis sulla metro e sui treni di tutta Berlino (o del Brandeburgo, o di un altra regione, dipende da dove si trova l’università). A Berlino ogni università lo

Montag oder Mittwoch #9 – Io volevo la mensa

Formaggio impanato, salsa di mirtilli, insalata, coca cola per 2.80 euro Quando ero al liceo e pensavo all’università, nella mia testa visualizzavo solo la mensa. Tutto il mio immaginario era ovviamente legato ai telefilm americani, ai college frequentati dai protagonisti e soprattutto a Gilmore Girls (dove la mensa non compare solo nelle ultime serie, quando
Montag oder Mittwoch #8 – Posti che prima erano qualcos'altro, lo Schokoladen

Montag oder Mittwoch #8 – Posti che prima erano qualcos’altro, lo Schokoladen

Un posto dove porto tutti quelli che vengono a trovarmi (o dove tutti quelli che passano da Berlino vengono a cercarmi) è lo Schokoladen, una vecchio negozio di cioccolata vicino a Rosenthaler Platz, nel quartiere di Mitte. Qualche mese fa c’è stato un lasso di tempo in cui temevo che questo post non l’avrei mai

This is not a drive by – Un anno in Québec

Se qualcuno mi chiedesse qual è la cosa che mi è piaciuta di più del Canada, credo che sarebbe difficile scegliere. Ma se fosse una questione di vita o di morte dare una risposta precisa, credo che direi i fuochi all’aperto. Il primo fuoco a cui sono andata è stato anche la mia prima festa

Grève étudiante – gli scioperi studenteschi in Québec

 Il Québec conta 8 milioni di abitanti. Data la differenza di popolazione rispetto a quella italiana, le unità di misura sono un po’ diverse. Quando le strade di Montreal sono state invase da duecentomila studenti urlanti (la più grande manifestazione mai avvenuta nella provincia) si è capito che la riforma delle tasse universitarie non piace