Crea sito

di FEDERICA CARIOLI

arte
I materiali di cui è fatto il canto: recensione di "Violeta" (Tonfoni e Spataro)

I materiali di cui è fatto il canto: recensione di “Violeta” (Tonfoni e Spataro)

La prima volta che ho ascoltato una canzone di Violeta Parra ero una bambina. Mia madre stava cantando Gracias a la vida, forse la sua canzone più famosa in Italia, e a me dovette piacere, perché la ricordo ancora. Era una melodia infinitamente triste per un testo luminosissimo, un inno alla vita tra i più...
Fumettini: Il mio letto e Tracey Emin

Fumettini: Il mio letto e Tracey Emin

Vanessa Bell e Virginia Woolf, le sorelle Stephen

Vanessa Bell e Virginia Woolf, le sorelle Stephen

Uno non può nemmeno iniziare a dire “Chi sono le famose sorelle ingle-” che subito si sente rispondere “Brontë!”. Ed è vero, certo, ma perché il cognome Stephen non è mai un’opzione? Chi sono, queste britanniche sorelle Stephen? Forse se le chiamiamo con i nomi con cui sono diventate note possiamo aiutarci un po’: Vanessa Bell...
Innamorarsi di Munch è pericoloso: la storia de “La ragazza delle fragole”

Innamorarsi di Munch è pericoloso: la storia de “La ragazza delle fragole”

di Noemi Milani Ogni qualvolta si parla di “urlo” io penso in automatico all’opera di Edvard Munch. Così, quando mi è stato raccontato de La ragazza delle fragole, ho dovuto leggerlo immediatamente. Il romanzo dell’autrice inglese Lisa Strømme, infatti, racconta (anche) le esperienze che hanno portato il pittore norvegese a elaborare nel 1893 il suo dipinto più famoso. Lisa...
Rebecca Horn, l'arte che ricomincia dal corpo

Rebecca Horn, l’arte che ricomincia dal corpo

Quando diventa difficile stare al mondo e comprenderlo, quando non è possibile esplorarlo o raccontarlo, l’arte può venire in nostro aiuto? Rebecca Horn nasce in Germania l’anno prima che la Seconda Guerra Mondiale finisca. Parlerà poco la sua lingua madre, in quei primi anni, preferendovi il francese e l’inglese: intervenivano come movente da un lato...
Esplorare i confini dell'arte con Carla Accardi

Esplorare i confini dell’arte con Carla Accardi

Lo studio di Carla è ordinato, spazioso. Le grandi tele, che a volte hanno dimensioni vertiginose, sono appoggiate ai muri bianchi, una sopra l’altra. Carla, una bella ragazza dall’eleganza distinta, posa seduta sul pavimento, tenendo in mano un pennello, un po’ imbarazzata mentre guarda in camera. Altre fotografie la ritraggono sempre con le stesse modalità,...
Zaha Hadid: la vera battaglia è fare un buon lavoro

Zaha Hadid: la vera battaglia è fare un buon lavoro

“Chi, la Zahona? Quella non fa nient’altro che mangiare e ritirare premi!” Nella facoltà di Architettura in cui ho studiato, a essere sincera, non ricordo di aver mai sentito parlare bene di Zaha Hadid. Al terzo anno, nel corso di progettazione, il professore si riferiva a lei come esempio di ciò che non dovevamo fare:...
"Selfie feminism": chi controlla la bellezza?

“Selfie feminism”: chi controlla la bellezza?

Il 7 marzo, il giorno prima della festa della donna, Kim Kardashian ha pubblicato un selfie sul suo account Twitter. In molti l’hanno criticata ritenendo l’immagine esageratamente volgare, non consona all’immagine pubblica di una madre, e simbolo di una popolarità che andrebbe sfruttata per veicolare messaggi positivi che vadano oltre alla mera autorappresentazione del proprio...
Fumettini: gli occhi vuoti di Modigliani

Fumettini: gli occhi vuoti di Modigliani

Uno spazio violato: la storia di Eileen Gray

Uno spazio violato: la storia di Eileen Gray

Confesso: prima di The Price of Desire, il film che racconta la sua vita e che ha aperto l’ultimo Milano Design Film Festival, la storia di Eileen Gray non la conoscevo nemmeno io. Quando ho letto la trama, a dirla tutta, non avevo nemmeno capito che fosse una storia vera: negli anni Venti c’era stata...
Cliteracy: avete mai sognato di cavalcare un clitoride?

Cliteracy: avete mai sognato di cavalcare un clitoride?

Oggi vi parliamo di una cosa bellissima: l’opera di Sophia Wallace, giovane artista che fa base a New York. Il progetto che l’ha resa celebre si chiama Cliteracy, ed è un’opera multimediale che esplora un paradosso la cui formulazione è tanto semplice quanto geniale: com’è possibile che i corpi delle donne siano sempre, costantemente, ossessivamente sessualizzati...
Men Don't Protect You Anymore: le parole di Jenny Holzer

Men Don’t Protect You Anymore: le parole di Jenny Holzer

Il mio approccio con l’arte contemporanea è sempre stato di tipo esplorativo-istintuale. Mi annoiavo incredibilmente durante le lezioni su Duccio di Buoninsegna e ritenevo il mio manuale di storia dell’arte un libretto inutile scritto in modo pessimo, così pregai il mio lungimirante professore di prestarmi (ovvero rubare dalla biblioteca della scuola) un bel libro sulla storia...