Crea sito

Rita Petruccioli

rita_miti_soft_revolution_sito

advertising
Don't risk dudeness! - L'ultimo allucinante spot della Veet

Don’t risk dudeness! – L’ultimo allucinante spot della Veet

a Ilaria che muore di caldo perché ha le ascelle pelose Pare quasi assurdo pensare quanto una cosa che dovrebbe essere marginale nella vita delle persone quale i peli superflui (lo dice anche il nome, sono superflui, superficiali, inutili ma, soprattutto, immeritevoli d’attenzione) possa sconvolgere la mente delle persone. Un mesetto fa era uscito qui un pezzo che
2014: Odissea nell'Assorbente

2014: Odissea nell’Assorbente

Sono del parere che i messaggi pubblicitari arrivino più efficacemente se non si guarda la tv (italiana, nel mio caso) da parecchi mesi. L’effetto deflagrante per me è arrivato quando mi sono trovata a riguardare la pubblicità per assorbenti Lines è. Pubblicità di un prodotto in circolazione da almeno 4 anni (tra l’altro ottimo, su
Delle pubblicità moleste incontrate nel dossier del Corriere della sera

Delle pubblicità moleste incontrate nel dossier del Corriere della sera

di Caterina Andolfato In una domenica novembrina sorprendentemente assolata mi capita sotto mano il dossier del Corriere della Sera dedicato alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Urrà – penso io nella mia beata innocenza – ecco una valida alternativa al mio abbiocco post pranzo. Le giornaliste de La 27ORA, blog del
Big no-no: Bocciofili di Dargen D'Amico

Big no-no: Bocciofili di Dargen D’Amico

di Alessandra Perongini Da Bling Bling a hip-hop e video con donne sculettanti il passo mentale è stato breve e mi ha dato l’occasione per scrivere di un fatto non proprio nuovo (si parla di luglio) ma a che a suo tempo mi aveva provocato parecchi travasi di bile. Il fatto in questione è il
Goldieblox e la nuova generazione di bambine ingegnere

Goldieblox e la nuova generazione di bambine ingegnere

Questa è la pubblicità di un nuovo giocattolo per bambine, GoldieBlox. Non c’è dubbio che sia una delle migliori pubblicità di prodotti pensati per bambine che si sia vista in molto, molto tempo: le tre protagoniste, annoiate davanti alla tv che propone ancora una volta vestiti da principessa rosa, attivano una complicatissima reazione a catena
Vendere il ghiaccio agli eschimesi e l'acqua ai trend setters

Vendere il ghiaccio agli eschimesi e l’acqua ai trend setters

Un po’ di tempo fa ho scoperto l’esistenza di vari memorabilia commerciali che, grossolanamente, possono essere categorizzati sotto la targhetta “acque costose”. Ora, chi di noi ha viaggiato saprà forse che in Italia una cosa economicamente positiva c’è: l’acqua, perlomeno quella delle marche più diffuse, costa poco. Per quanto possiamo obiettare (e obiettiamo) che l’acqua
Ad ottobre le Frecce si tingono di rosa (e la mia bile di verde)

Ad ottobre le Frecce si tingono di rosa (e la mia bile di verde)

Mentre consulto il sito di Trenitalia alla disperata ricerca di coincidenze tra treni regionali per raggiungere la mia facoltà senza invecchiare troppo (ricerca diventata routine, così come il dover cambiare la simpatica impostazione che di default ricerca solo i treni più costosi), il mio occhio cade sulle solite promozioni a lato. Chiaramente le promozioni sono
Guido Barilla, ci fai venire il latte alle ginocchia

Guido Barilla, ci fai venire il latte alle ginocchia

Il mondo è pieno di persone che ci fanno venire il latte alle ginocchia. Per la cronaca, mi sento di inserire all’interno di questo gruppo anche Guido Barilla, presidente dell’omonima multinazionale, la quale (tra le altre cose) è anche noto simbolo di italianità all’estero. A quanto pare, ieri Barilla ha dispensato perle di saggezza imprenditoriale
Perché una bambina non può avere il diario di Spongebob?

Perché una bambina non può avere il diario di Spongebob?

“Non so come fanno a vivere,” dice mia cugina Camilla, riferendosi alle sue compagne di scuola che si vestono solo di rosa. Alle soglie dell’inizio della seconda elementare, è piuttosto perplessa da come le sue amichette abbiano un’intensa ossessione per le Barbie, mentre lei preferirebbe andare a giocare in giardino. La rituale scelta del diario
Il colosso dei giocattoli Toys R Us si è impegnato a eliminare il marketing basato su stereotipi di genere (ma solo nel Regno Unito)

Il colosso dei giocattoli Toys R Us si è impegnato a eliminare il marketing basato su stereotipi di genere (ma solo nel Regno Unito)

Alzi la mano chi di voi non ha mai desiderato di prendere a sprangate gli scaffali dei negozi di giocattoli pieni di prodotti marcatamente divisi tra quelli “per bambini” e quelli “per bambine”. Vi capisco. Oh sì, quanto vi capisco. Il problema non è tanto il fatto che i giochi per bambine siano quasi invariabilmente
Hello Flo, The Camp Gyno e un'attitudine positiva verso il ciclo

Hello Flo, The Camp Gyno e un’attitudine positiva verso il ciclo

Hello Flo è una startup americana che ogni mese manda una scatola di assorbenti e caramelle perfettamente sincronizzata con il ciclo dell’abbonata. Tra i vari kit adatti ad ogni esigenza, forniscono anche uno starter kit per le bambine a cui è arrivato il primo ciclo. La bambina dispotica del video non solo vede le sue
"Fashion Film" con Lizzy Caplan

“Fashion Film” con Lizzy Caplan

I fashion film esistono dagli anni 1920; sono video di qualche minuto, talvolta con una storiella, fatte un po’ meglio di una pubblicità normale. Dopo che Karl Lagerfeld ha iniziato a montare pezzi lunghi mezz’ore per le sue collezioni Chanel, il fashion film è diventato di moda. Dior ha addirittura assoldato David Lynch. Ultimamente ha