Crea sito

Cecilia Grandi

DISORDINEHOME

Archivio Autore: SoftRevolutionZine
Le Girl Geek Dinners, il contributo femminile alla tecnologia

Le Girl Geek Dinners, il contributo femminile alla tecnologia

di Claudia Cavallaro Da piccola spesso mi chiamavano “maschiaccio” perché mi sono sempre piaciuti il calcio, i motori, i computer e la tecnologia in generale; nella mia ingenuità, mi chiedevo chi stabilisse il sesso delle passioni e su che basi, come se queste e gli interessi in generale avessero un genere ben specifico. Tante donne
Disfatta: canzoni per mettere in ordine la tua nuova vita

Disfatta: canzoni per mettere in ordine la tua nuova vita

di Anna Laura Cazzola Disfare le valigie come il cuore, in mille pezzi sgretolarsi o srotolarsi nel nastro della bobina. Dieci canzoni in un crack. Il suono che senti sotto i piedi che schiacciano il pedale della chitarra; contorcersi in un riff. In un abbraccio stretto, tra le mani impugnare le bacchette della batteria e
Linguaggio politicamente corretto, sessismo e slut-shaming

Linguaggio politicamente corretto, sessismo e slut-shaming

di Alessandro Lolli La maggior parte dei miei amici è di sinistra. Sono praticamente tutti bianchi ed eterosessuali, come me, e si considerano sinceramente antirazzisti, antisessisti, antifascisti, contrari ad ogni forma di discriminazione e oppressione. Eppure non è raro che, quando siamo tra di noi, usino parole quali “frocio”, “negro” o “troia”. Sanno bene come
“Il problema non sei tu”. Intervista a Lora Mathis

“Il problema non sei tu”. Intervista a Lora Mathis

di Francesca Frigo Su “quella cosa magica che è Tumblr” si possono fare degli incontri molto stimolanti, che ci arricchiscono e insegnano qualcosa. Io ho incontrato Lora Mathis: 21 anni, poetessa, fotografa, disegnatrice, femminista. Lora ha da poco creato una serie di foto, “Girl”, in cui da spazio ad alcuni aspetti dell’essere ragazza da sempre
La genesi dell'Orsa Maggiore secondo Joanna Newsom

La genesi dell’Orsa Maggiore secondo Joanna Newsom

di Cristina Bignante Certe volte non ti rendi conto di quanto avevi bisogno di qualcosa finché non ti ci imbatti per caso. È quello che è successo a me con l’invettiva di Michael Payne circa l’approccio dei giornalisti musicali alla figura di Joanna Newsom. Sfogliando articoli e recensioni, troverete molte descrizioni pittoresche della cantautrice californiana, e
Maryam Mirzakhani e le signore della matematica

Maryam Mirzakhani e le signore della matematica

di Claudia Cavallaro Ragazze, udite udite: una nuova frontiera è stata abbattuta. Finalmente, dopo quasi 65 anni, una donna vince uno dei premi più prestigiosi per i matematici: la medaglia Fields. La “genia” è Maryam Mirzakhani, iraniana, classe 1977, insegnante della Stanford University. La medaglia Fields viene considerata nell’ambiente al pari di un Nobel e
Una regina fra le stelle: Berenice II d’Egitto

Una regina fra le stelle: Berenice II d’Egitto

di Eleonora Grimandi È vero, le costellazioni tecnicamente non esistono: sono state inventate dagli umani per orientarsi un po’ sia sulla Terra sia nelle sfere celesti. Eppure, il saper leggere il cielo come fosse un libro aperto ci può raccontare milioni di storie e dare grande soddisfazione. Prendiamo per esempio la “Chioma di Berenice”: per
Siri Hustvedt: scrittrice e poetessa prima che moglie

Siri Hustvedt: scrittrice e poetessa prima che moglie

di Nadia Corvino Siri Hustvedt è una scrittrice e poetessa statunitense di origini norvegesi, non molto famosa e oscurata in parte dalla fama di suo marito Paul Auster, scrittore di successo famoso soprattutto per la “Trilogia di New York”. Parla da sé il fatto che nella biografia di Siri, presente sulla quarta di copertina del
“She's Not Me”: perché Lana Del Rey non è la nuova Hope Sandoval

“She’s Not Me”: perché Lana Del Rey non è la nuova Hope Sandoval

di Teresa Cannatà La cannibalizzazione degli anni ’80 e ’90 è un fenomeno che sembra non aver fine. Elementi della cultura pop dei due decenni in questione vengono ciclicamente riportati alla luce, rievocati da chi li ha vissuti in prima persona e idealizzati dalle nuove generazioni. Stranamente questa furia da revival non ha interessato uno
Tori Amos e il potere delle mutande arancioni

Tori Amos e il potere delle mutande arancioni

di Cristina Bignante Fino a pochi anni fa, se qualcuno mi avesse detto che un giorno avrei visto Tori Amos suonare dal vivo The Power of Orange Knickers e mi sarebbe piaciuto, gli sarei scoppiata a ridere in faccia. #einvece. Ma cominciamo dall’inizio, ossia da qui: Vedete la ragazza dai capelli rossi nella scatola? Se il
Donne e giornalismo: la realtà del passato a confronto con quella di oggi

Donne e giornalismo: la realtà del passato a confronto con quella di oggi

di Miriam Goi Katy Perry in versione sirena punk mi guarda dalla cover dell’ultimo numero di Cosmopolitan, che strilla in prima pagina “Puoi avere TUTTO, Amore, sesso, carriera (e un corpo da bikini)!”. Mi relaziono in modo controverso a questo magazine scintillante, che attira la mia attenzione dopo lunghe giornate di lavoro e mi fa
Pride and incontinence: quando la pipì diventa rosa e blu

Pride and incontinence: quando la pipì diventa rosa e blu

di Chiara S. Tutto ha avuto inizio durante una normale sessione pomeridiana di spesa in una grande catena di supermercati. Il genere di supermercati immensi che ti costringe a vagare disorientata per buone mezz’ore fra un corridoio e l’altro alla ricerca del prodotto che ti serve. Quel genere di supermercato che espone talmente tanta roba