Crea sito

Lucia Biagi

softzine_sito_rid

Archivio Autore: Marta Magni
Like a Girl, but not "Always" Like a Girl: le campagne pubblicitarie che promuovono l'uguaglianza

Like a Girl, but not “Always” Like a Girl: le campagne pubblicitarie che promuovono l’uguaglianza

Io non ho una precisa idea di come corra una ragazza, perché in primis non sono una ragazza che corre. Inseguo mediamente dalle tre alle quattro volte alla settimana il tram che dai luoghi remoti mi riporta a casa per una distanza che ogni volta sembra far esplodere i miei polmoni e ricoprirmi di terrore, ma quegli scatti
L'importanza di avere dei grossi pollici: Even Cowgirls Get The Blues

L’importanza di avere dei grossi pollici: Even Cowgirls Get The Blues

Even Cowgirls Get The Blues (Cowgirl – il nuovo sesso in italiano) è un film del 1993 diretto da Gus Van Sant (che ricordiamo, in ordine sparso, per Milk, Elephant, My Own Private Idaho) tratto da un romanzo di Tom Robbins con omonimo titolo. Protagonista della bizzarra pellicola una giovane ed angelica Uma Thurman, nel
Palm Of Your Hand: Nastrone sul tema del mese

Palm Of Your Hand: Nastrone sul tema del mese

Ci sono tre tipi di canzoni sulle mani: le canzoni sulle mani che non hanno mani nel titolo ma parlano, in qualche verso e per qualche tempo, di mani; le canzoni che hanno mano nel titolo ma poi, vuoi perché son strumentali vuoi perché mano era una matafora di qualcosa/qualcuno parlan d’altro; le canzoni che
Stare a galla (o: Ogni tanto penso alla mia quattordicesima)

Stare a galla (o: Ogni tanto penso alla mia quattordicesima)

Ogni tanto penso alla mia quattordicesima. Quando ci penso, la mia quattordicesima ha la forma di un panino. Una bella michetta tonda, soda, farcita da tante fette di salame artiginale, di quello a grana grossa. È una cosa nuova, la quattordicesima. Una cosa poco reale. La mia quattordicesima (la prima, a fronte di diversi anni
Matilde sei Mitica!

Matilde sei Mitica!

Ad un certo punto, credo verso i miei otto anni, mi sono convinta che sarebbe stato possibile, effettivamente possibile, spostare una gran quantità di oggetti col pensiero. Bastava semplicemente molta, molta concentrazione e puff! Le cose si sarebbero  semplicemente spostate. Nello specifico ho questo ricordo molto vivido di una domenica mattina a messa, in cui
Glitter Appreciation Moment

Glitter Appreciation Moment

Sono (ingiustamente) temuti da un’ampia fetta della popolazione, eppure hanno il potere di rendere pressoché invincibile chiunque se ne ricopra. Stiamo parlando dei glitter, ovvero la materia sbarluccicosa che siamo solite associare a “serate particolari” o comunque occasioni specialissime. Parte di questa associazione, comprensibile fino ad un certo punto, è da imputarsi ad una retorica
Nothing But Flowers - Ridatemi il verde

Nothing But Flowers – Ridatemi il verde

Nothing But Flowers è uscita nel 1988, quando io avevo tre anni tondi tondi. A tre anni, mentre i Talking Heads ultimavano il loro ultimo – splendido, superfluo dirlo – album, io mi rotolavo felice in un prato. Il vantaggio di crescere in Brianza – terra, come ci insegnano i sommi poeti, velenosa – è che, veleno a parte,
Una chiacchierata attorno al libro "Oleandro Bianco" ("White Oleander") di Janet Fitch

Una chiacchierata attorno al libro “Oleandro Bianco” (“White Oleander”) di Janet Fitch

Questo articolo non è un articolo, almeno non nel senso stretto del termine. Non è neanche una recensione, né un intervento di un opinionista. Più banalmente, è una chiacchierata tra due colleghe su un tema specifico: un libro. Mentre raccoglievamo idee sugli articoli da produrre per il tema del mese, saltò fuori che sia io
Cresci bene che ripasso (o del sessismo tricologico)

Cresci bene che ripasso (o del sessismo tricologico)

Le autrici (Marta e Valeria, portatrici sane di capelli corti) si sono alternate nell’esporre una serie di considerazioni in risposta ad alcune diatribe nate online. Gli articoli da visionare prima di leggere ciò che segue sono questo [Return of Kings], questo [The Daily Dot] e questo [New Statesman]. V: Quando Marta ha condiviso con il
Oggi "The Smiths" compie 30 anni e noi vi regaliamo l'autobiografia di Morrissey

Oggi “The Smiths” compie 30 anni e noi vi regaliamo l’autobiografia di Morrissey

Dopo aver passato decenni a scrivere testi in cui tutti riconoscono la propria vita, Moz  l’anno passato ha deciso di prendere la penna in mano e raccontare, nero su bianco i fatti suoi. Autobiography (e poteva forse chiamarsi diversamente?) è un flusso di coscienza che parte from the very beginning, “my childhood is streets upon
Il mio amico ventolin

Il mio amico ventolin

La prima volta che ti ho visto devo aver avuto cinque anni, forse sei. Eri in compagnia di mia cugina quella più piccola, e lei ne andava stranamente fiera. Non capivo proprio che ci fosse da essere fieri nel passare le giornate insieme a te, ma lei era felicissima di conoscerti. Valla a capire. Noi
Le parole sono importanti: ecco perché ci serve The Unslut Project

Le parole sono importanti: ecco perché ci serve The Unslut Project

Ogni volta che mi ritrovo a pensare “le parole sono importanti” mi sento un po’ Nanni Moretti in questo momento qui, ma urla furiose a parte, è innegabile: le parole SONO importanti. E non nella versione di disperato attaccamento all’etimo volto a dimostrare che una cosa è nata con quel significato quindi mai potrà cambiare