Mai come in questo momento il ciclo mestruale è stato al centro dell’attenzione. Scrittrici, artiste, gruppi femministi, persino brand di moda (in ultimo: Monki) si stanno preoccupando di liberarlo dall’aura di vergogna e (falsi) luoghi comuni che lo circondano. Per secoli società, politica e tradizioni hanno influenzato il suo ruolo nella vita di una donna, facendolo diventare un elemento penalizzante che influenza tutte le sfere della nostra esistenza: lavorativa, sessuale, sociale. Nelle diverse parti del mondo, il ciclo ha un significato spirituale ed un’accezione diversa, ma è sempre ed ovunque connesso con l’inadegutezza, la “non purezza”, l’imbarazzo, come qualcosa di sbagliato e di cui sentirsi in colpa.

Sulle pagine di Soft Revolution l’argomento è stato trattato numerose volte, ma quello che oggi voglio aggiungere all’archivio è una lista di cortometraggi e lungometraggi sul tema, per chiarire le idee a chi fa ancora confusione sull’argomento, ma anche per approfondirlo ulteriormente. Buona visione!

THE WEEK (2015)

Cortometraggio creato da Miki Algaward, ideatrice del brand americano Thinx, che produce “period/anxiety/patriarchy-proof underwear”. In poche parole: vari modelli di mutandine che sostituiscono completamente l’uso di cup, tamponi e assorbenti.

Nel video viene spiegato che cos’è il ciclo mestruale, vengono intervistati uomini che non hanno la minima idea sull’argomento e mostra come alcuni Paesi, per esempio l’Uganda, siano ancora tremendamente arretrati e impreparati nei confronti di una ragazza che si sviluppa. Questo cortometraggio, in meno di 15 minuti, prova a chiarire il semplice concetto che avere le mestruazioni è la cosa più normale del mondo.

 

CUP U. A DISCUSSION ABOUT THE MENSTRUAL CUP (2011) di Vanessa Tolkin Meyer

Un cortometraggio che spiega, attraverso varie voci di donne (sia ben chiaro: non di “granola eating hippies”, come le definisce la regista) l’uso della coppetta mestruale, dalla sua composizione al suo funzionamento.

Si parla soprattutto dei tabù legati al suo uso, dalla sua scarsissima commercializzazione (nonostante questo prodotto sia sul mercato da decenni), e da come possa conciliare finalmente il rapporto che abbiamo col ciclo e la conoscenza che abbiamo del nostro corpo. Molto utile e chiarificatore se siete interessate a capire qualcosa di più sulle coppette.

CUP U. (2011) from vanessa tolkin meyer on Vimeo.

 

THE CURSE (2014)

Cortometraggio creato dall’associazione HEEALS (Health, Education, Environment & Livelihood Society) sul tabù delle mestruazioni in India, mitizzate ancora come qualcosa di impuro (il titolo significa appunto “maledizione”) su cui le bambine e le ragazze sono totalmente impreparate, le minime norme igienico-sanitarie assenti e le ripercussioni sulla salute, talvolta, mortali.

 

SOLDIERS PERIOD (2016) di Patricia Lee Stotter e Marcia Rock

Veterane di guerra raccontano la mitizzazione del ciclo mestruale nell’ambiente militare e, soprattutto, di quanto la PMS (sindrome premestruale) incida, secondo le assurde testimonianze maschili, sulla carriera di una donna all’interno dell’esercito.

SOLDIERS PERIOD from Rock Stotter on Vimeo.

 

UNFORTUNATELY di Karla Monterrosa Morales (2013)

Cortometraggio animato con protagonista una ragazza, la prima mestruazione e le sue disavventure. Finale delizioso.

 

BLOOMERS di Corrie Chen (2013)

Stella ha 15 anni ed l’unica della sua classe a non aver ancora avuto il ciclo. Quindi cercherà dei modi non convenzionali affinché ciò accada.
Tema trattato in modo insolito, questo cortometraggio è una piccola chicca.

Bloomers from Corrie Chen on Vimeo.

 

THE RED THREAD (2014) di Andrew Martin

Cortometraggio creato dal Water Supply and Sanitation Collaborative Council che fa un ritratto di cosa significhi per una donna avere il ciclo mestruale e cosa comporta ancora oggi in alcuni paesi, a causa dell’assenza delle misure sanitarie minime, per la sua salute.

 

THE STORY OF MENSTRUATION (1946)

Breve film animato di produzione Walt Disney, commissionato dalla Cello-Cotton Company (quella che ora è la Kimberly-Clark, per intenderci) e destinato agli studenti per spiegare cosa avviene nel corpo di una donna durante il ciclo mestruale.

Incredibilmente, è il primo film della storia in cui si sente pronunciare la parola “vagina”.

 

PERIOD STORIES (2015)

La blogger Charlotte Forsgard fa un video su Youtube dove racconta la sua peggiore esperienza col ciclo mestruale; dopodiché chiede che le vengano inviati video con le proprie peggiori esperienze per farne un documentario.
Ne è venuta fuori questa raccolta di video-interviste di donne provenienti da Paesi diversi e di età compresa tra i 16 e i 70 anni, che raccontano il loro rapporto con le mestruazioni e aneddoti divertenti ed interessanti.

Il trailer:

Period Stories from Charlotte Forsgård on Vimeo.

 

PERIOD PIECE (1996) di Jennifer Frame e Jay Rosenblatt

Interviste a donne di età diverse (dagli 8 agli 84 anni) e di provenienze differenti che raccontano la loro esperienza con il menarca (la prima mestruazione) come esperienza fondamentale di formazione e cambiamento e i tabù, spesso trasmessi dalle loro stesse madri, legati ad essa.

Un piccolo estratto:

 

MENSTRUAL MAN (2013) di Amit Virmani

Film-documentario sull’incredibile invenzione di Arunachalam Muruganantham, che ha creato una macchina per produrre assorbenti igienici a basso costo per le donne povere dell’India. Partendo dalla sua esperienza di marito, vedendo la moglie usare stracci sporchi al posto degli assorbenti durante il ciclo e i rischi che potevano compromettere la sua salute, ha messo a punto un sistema innovativo, provando a liberarsi dall’arretratezza e a sfatare i miti della cultura indiana sull’argomento.

Una bellissima ed insolita storia, di un uomo che riesce a mettersi nei panni delle donne in un paese in cui queste non contano praticamente nulla, schernito, isolato e accusato di essere un pervertito, ma che riesce a fare un grande passo verso la modernità e la consapevolezza dell’importanza delle donne in una comunità.

Il trailer:

 

MOON INSIDE YOU (2009) di Diana Fabiánová

Diana Fabiánová parte dalla sua esperienza personale per indagare i motivi per cui, ancora oggi, le mestruazioni sono un tabù, un qualcosa di cui non è permesso parlare in pubblico. Attraverso interviste, testimonianze e i suoi racconti in prima persona, esplora l’argomento dal punto di vista scientifico, psicologico e sociologico per capire le ragioni dell’ipocrisia che circonda questo naturalissimo tema. Sicuramente il documentario più completo che io abbia visto a riguardo.

Il trailer:

 

MONTHLIES di Diana Fabiánová

Definito come il Moon Inside You for teens, questo documentario racconta il ciclo mestruale dal punto di vista degli adolescenti: i cambiamenti che avvengono nel corpo; le aspettative e le paure di qualcosa a cui, spesso, le ragazze non sono state preparate; le testimonianze di chi ha appena avuto il suo menarca e i “disagi” legati ad esso. Tutto raccontato con grande onestà e leggerezza.

Esattamente quello che dovrebbero vedere tutte le bambine.

Monthlies English dubbing from VIAFILM on Vimeo.

 

PERIOD: THE END OF THE MENSTRUATION? (2006) di Giovanna Chesler

Il mercato delle cure ormonali per il controllo delle nascite che promettono di far sparire il ciclo è vasto, ma le controindicazioni e le ripercussioni sulla salute sono numerose. E se potessimo liberarci delle mestruazioni prima della menopausa, lo faremmo? Cosa perderemmo? Cosa, invece, potremmo ricominciare a fare?

Documentario con riflessioni interessantissime, su che ruolo ha, all’interno della nostra vita, il ciclo mestruale e quanto ha il potere di condizionarla (e condizionarci), ma soprattutto, cosa perderemmo di noi assieme ad esso.

Il trailer:

Period: The End of Menstruation from g6pictures on Vimeo.

 

Interessantissimi anche SEEING RED, il radio-documentario in tre parti di Bridget Hamilton che potete ascoltare qui, e BREAKING MENSTRUAL TABOOS, progetto che coinvolge televisione, radio e web per raccontare i miti legati al ciclo mestruale in India, Kenya e Nepal.

Ed infine, vi segnalo anche tre TED Talks illuminanti:

1) “Come ho avviato una rivoluzione per gli assorbenti!” di Arunachalam Muruganantham
2) “A taboo-free way to talk about periods”  di Aditi Gupta
3) “The menstruation taboo” di Diana Fabiánová