Crea sito
READING

Il nostro unico consiglio di lettura: Bad Feminist

Il nostro unico consiglio di lettura: Bad Feminist

pni0831badfeminist1Alcune nozioni  arbitrarie su Bad Feminist:

  • #1 Best seller su Amazon nella categoria Feminist Literary Criticism (yup, that’s a real thing)
  • Inserito da Flavorwire nella classifica  Letture estive: 20 libri che ti renderanno più intelligente
  • Ha crashato il mio Kindle a suon di evidenziature e note aggiunte

Sono certa che nell’economia del mondo e delle cose Roxane Gay sia più felice di sapere che il suo libro sia stato apprezzato su larghissima scala e che lei sia considerata una voce necessaria e coraggiosa praticamente da chiunque abbia preso in mano il testo (letto, studiato, adorato ed infine parodiato)  piuttosto che un giorno il Kindle m’ha avvisato che lo spazio era finito e non potevo più aggiungere note nè segnare una riga, non c’era più spazio te lo sei mangiata tutto,  ma questa informazione è necessaria al pezzo che sta per iniziare.

Perché non c’è nulla in questo libro che non mi sia piaciuto. Non c’è una sola riga che non abbia grondato empowerment, non ci sono argomenti da scorrere in fretta, non c’è stato nemmeno un saggio che m’abbia portata a pensare maaah,  qui non sono tanto d’accordo. NO. Da pagina uno alla sua fine la mia lettura di Bad Feminist è stata tutta un annuire, un commuoversi, un coacervo di gratitudine, ammirazione, infinita stima per quello che Roxane Gay ha prodotto. Grazie Roxane Gay, grazie. Tutto questo è molto vero. Grazie per come lo racconti, grazie per quello che racconti, grazie per tutto questo condividere e ragionare e pazienza ed infiniti puntini sulle i.

336 pagine, tre sezioni (Gender and sexuality, Race and entertaiment, e Politics, gender and race) racchiuse da due micro-sezioni esclusivamente personali (Me e Back to me) producono circa 40 saggi che vanno a sviscerare una buona parte degli eventi/prodotti culturali degli ultimi anni. Una prospettiva non banale su Orange is the New black? Check. Cosa ne pensiamo delle vostre battute sugli stupri? Check. Femminismi, gender studies, coming out, white privilege, The Help, Django, retoriche, Blurred Lines, Girls, Principi Azzurri? Check check check. Grazie Roxane Gay, tutto questo è molto vero. Vero quanto, sentito quanto, scritto bene quanto? Così.

Selezione arbitraria di citazioni illuminanti in Bad Feminism ovvero sì, questo è veramente un bel libro, un bel libro davvero.

4UU90MHT

The Tale Of Three Coming Out Stories

Viviamo ancora in un tempo in cui le figure pubbliche escono da un armadio invisibile costruito per larga parte da un pubblico insaziabile nel suo desiderio di sapere tutti i dettagli intimi delle vite private di persone molto pubbliche […] Il problema, comunque, è che esiste un giusto modo di essere gay, che ci sono delle persone LGBT che vengono caldamente incoraggiate ad “uscire dall’armadio” mentre altri, che non rientrano in certi parametri, vengono apertamente esclusi.

Some Jokes Are Funnier Than Others

Conosciamo le statistiche. Sappiamo che la violenza sessuale è così radicata nella nostra cultura che esiste un sito, Hollaback, dove le donne raccontano regolarmente le loro esperienze di street harrassment. La violenza sessuale è così problematica che esiste il Sexual Assault Awareness Month, e ci sono innumerevoli organizzazioni il cui unico scopo è dare supporto alle vittime di violenza sessuale. Viviamo in una società dove il termine “rape culture” esiste perché questa stessa cultura esiste. Questo clima è agghiacciante, che tu lo riconosca o meno. Le battute sugli stupri non sono “solo battute” o “stand-up”.

The Trouble with Prince Charming, or He Who Trespassed Against Us

Questa analogia potrebbe aiutare nell’illustrare la differenza fra BDSM nel mondo reale e BDSM nel mondo di E.L. James –  5o Sfumature di Grigio: BDSM = McDonald’s : Cibo

The Solance of Preparing Fried Foods and Other Quaint Remembrances from 1960s Mississippi: Thoughts on The Help

Hollywood è da sempre innamorata del magical negro, l’inserimento di un personaggio nero all’interno della narrativa per spalleggiare il protagonista con la sua saggezza in modo che lui o lei possano andare avanti in qualche modo […] Hollywood ama ricompensare le donne di colore per aver interpretato dei magical negroes.

When less is more

Dovrei amare Orange is the New Black per la stessa ragione per cui dovrei amare (ma non lo faccio) Red Tails o The Butler o 42. Ecco un prodotto culturale per persone come me. Dovrebbe essere tutto quello di cui ho bisogno, giusto? Ancora e ancora, si suppone che le persone di colore debbano essere grate per le briciole lasciate sul tavolo.  C’è questa strana credenza per cui dovremmo apprezzare certi film o certi show televisivi per il solo fatto che esistono […] Sono stanca di sentirmi come se dovessi essere grata quando la “cultura popolare” decide di riconoscere le esperienze di persone che non sono bianche, di classe media ed eterosessuali.

The Politics of Respectability

Quando una persona nera si comporta in un modo che non rientra nell’idea culturale dominante di come una persona nera dovrebbe essere, ci sono un sacco di problemi […] Molti dei commenti di Cosby sulla razza, negli ultimi anni, possono essere così riassunti: se ci comportiamo bene, saremo finalmente abbastanza buoni per farci amare dalle persone bianche.

Bad Feminist: Take Two

Le buone femministe, credo, sono indipendenti a sufficienza da gestire le crisi delle loro auto da sole, sono indipendenti a sufficienza da interesessarsene.

Questo, per sommi capi, è quello che troverete nel libro. Che no, non è stato tradotto in italiano. Ted Talk di Roxane Gay: qui.

Sipario!


RELATED POST

  1. Euforilla

    25 agosto

    Ok, so quale sarà il mio prossimo acquisto.

  2. Paolo

    26 agosto

    non ho visto il film ma ho letto il romanzo da cui è tratto The Help e l’ho trovato ottimo, a parte qualche passo falso dell’autrice tutti i personaggi mi sono parsi credibili. Mi lasciano perplesse molte critiche socio-politiche (che non vengono solo da Roxane Gay) di cui è oggetto la pop culture e i suoi esponenti ma alcune le condivido. Su Cosby, ad esempio, Gay ha ragione

  3. Francesca

    30 agosto

    domande tecniche stupide: come avete bad feminist su kindle? se uso il vostro link di amazon, mi viene detto che devo usare amazon.it dove il mio Kindle è registrato… Ma Amazon.it non lo ha! consigli? dopo aver letto questo articolo devo proprio dargli un’occhiata.

  4. Marta Magni

    30 agosto

    Ciao Francesca, ho corretto il link, ora punta ad amazon.it e da lì si acquista direttamente senza intoppi. Fammi sapere, nel caso!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.