Crea sito
READING

Serie TV pregevoli: The Legend of Korra

Serie TV pregevoli: The Legend of Korra

Vi ricordate di Avatar: La leggenda di Aang (Avatar: The Last Airbender)? No, non il film di M. Night Shyamalan, quello che ha deluso tutto e tutti (pubblico, critica, produttori originali dell’opera) ma la serie tv animata, quello che parla delle gesta dell’avatar, cioè un ragazzino di dodici anni, Aang, con la capacità semi-divina di manipolare i quattro elementi.

L’avatar esiste per portare l’ordine nel mondo e da migliaia di anni si reincarna in un dominatore di una delle quattro fazioni, cioè le classiche terra, acqua, aria e fuoco, e che possiede non solo la capacità di dominare gli elementi ma anche di entrare nel cosiddetto “stato dell’avatar”, uno stato di trance che gli consente di utilizzare tutti i suoi poteri e tutte le conoscenze degli avatar precedenti. Rimasto prigioniero nel ghiaccio per cent’anni, si risveglia per scoprire che la sua civiltà, quella del vento, è stata completamente spazzata via dalla nazione del fuoco, che intende sottomettere tutti gli altri popoli.

Inizialmente mal visto dall’emittente di produzione Nickelodeon (perché la serie avrebbe avuto una protagonista femminile), La leggenda di Korra prende vita da queste basi. Settant’anni dopo, il nuovo avatar è Korra, una ragazza della tribù dell’acqua.

korra

A differenza di Aang, molto portato per le doti spirituali (riusciva ad esempio a comunicare con le proprie incarnazioni precedenti senza problemi), Korra è molto versata nel combattimento e padroneggia fin da piccola le dominazioni più aggressive, cioè la terra e il fuoco. È con l’aria, elemento più astratto di tutti, che ha inizialmente problemi.

Ora, non so voi, ma a me è capitato poche volte di vedere un personaggio femminile che padroneggia perfettamente virtù collegate al mondo maschile (forza fisica, velocità, agilità, aggressività) e debba imparare anche la calma e il controllo di sé non perché “non sta bene” ma perché è necessario per la sua autodifesa (e autodifesa qui sta per: diventare ancora più potente, anche fisicamente). Per quanto mi riguarda, vedere Korra in azione è liberatorio. Guardare le avventure di questa adolescente muscolosa e indipendente è anche visivamente un piacere, perché grazie al cielo La Leggenda di Korra è anche molto ben realizzato graficamente.

gif 4 combattimento

Anche Korra ha naturalmente degli amici: i due fratelli Mako e Bolin, uno dominatore del fuoco e l’altro della terra, e l’amica Asami. Nonostante Asami non sia in grado di dominare nessun elemento, ciò non vuol dire che non sia in grado di difendersi, anzi: grazie alle sue doti di ingegnere ha progettato mezzi motorizzati (soprattutto a scopo militare) e uno speciale guanto che funziona un po’ come un taser.

Inizialmente Asami e Mako hanno una storia, che naufraga però quando lui si innamora di Korra. Questo tuttavia non scalfisce l’amicizia fra le due ragazze, anzi, dato che Asami diventerà più tardi la migliore amica di Korra, tanto che nella terza serie la ragazza la definisce “l’amica che avrebbe sempre voluto avere”. Questa amicizia perdura, nonostante i vari triangoli amorosi Asami-Mako-Korra. Il mio momento preferito della serie potrebbe tranquillamente essere quando le due ragazze scherzano insieme su Mako, prendendosi in giro a vicenda su chi l’avesse baciato per prima.

waterbending

Un’altra cosa per cui Korra si distingue dalle normali serie di animazione americane è la dimostrazione della debolezza della protagonista. Nel mondo di Korra, l’avatar è una personalità semi-divina, colui che mantiene l’equilibrio del mondo, la reincarnazione di Raava, lo spirito positivo per eccellenza. Tuttavia, con il passare del tempo, Korra sente sempre di più la pressione che questo ruolo comporta e sviluppa man mano quella che può essere definita depressione, soprattutto in seguito a scontri con nemici sempre più forti. Alla fine della terza serie, la ragazza è gravemente ferita, tanto che perde temporaneamente l’uso delle gambe.

Tuttavia, la ferita fisica non è altro che una specie di allegoria della ferita spirituale di Korra: non più in grado di entrare nello stato dell’avatar, non più una figura centrale nel mantenere l’ordine nel mondo, non più (quasi) onnipotente come un tempo immaginava di essere, deve lottare per definire il suo posto nel mondo.

Intorno a Korra si muovono una rosa di donne tutte diverse, ma tutte in posizioni di potere: da Katara, la  vedova di Aang, matriarca guaritrice della tribù dell’acqua (per chi non avesse mai visto la prima serie, su Internet girava lo scherzo che ogni volta che le cose in ATLA si mettevano male, bastava chiamare Katara), a Lin Beifong, l’inflessibile capo della polizia di Republic City, a sua sorella Suyin, che governa la città stato di Zaofu. Nonostante la scomparsa della nazione dell’aria, parte della discendenza di Aang e Katara è ancora in grado di dominare l’aria e la prima ad ottenere i tatuaggi, cioè l’emblema di maestro dominatore dell’aria, è la calma e coraggiosa Jinora, la nipote di Aang.
Insomma, lasciatevi trasportare dall’epicness di Korra! E ricordate: be the leaf!

be the leaf


RELATED POST

  1. Francesca

    27 novembre

    Korra è fantastico, ottimo suggerimento!

  2. Giulia

    8 dicembre

    Adoro Korra! ♥ Anche la serie precedente “Avatar: La leggenda di Aang” era molto godibile e proponeva ottimi modelli femminili: la femminile ma tosta Katara e la tomboy Toph, diventata a soli 12 anni la più potente dominatrice della Terra mai esistita! Epicness pura, se consideriamo che Toph è cieca dalla nascita: abbiamo quindi anche una preziosa rappresentazione positiva di una portatrice di handicap. Davvero due delle migliori serie animate degli ultimi anni sotto vari punti di vista (grafica, tematiche, storia, personaggi ben delineati e sfaccettati, umorismo…)!

  3. Silvia Lanotte

    22 gennaio

    Senza contare che ora KORRAMI HAS HAPPENED 😀

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.