Crea sito
READING

A poche settimane dal rilascio, arrestate due Puss...

A poche settimane dal rilascio, arrestate due Pussy Riot a Sochi

foto_pussy_riot_conferenza_stampa_russia_01_1

Il caso Pussy Riot non ha fatto altro che dimostrarci, mese dopo mese, quando precarie e ardue siano le condizioni in cui operano i dissidenti in Russia.

Dopo il rilascio strategico di Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alekhina lo scorso dicembre, in vista delle Olimpiadi di Sochi, le due attiviste si erano imbarcate in un piccolo tour mediatico, nel tentativo di portare l’attenzione sul malgoverno di Putin e sulle loro personali vicende di incarcerazione.

Madezhda e Maria in questi giorni si trovavano a Sochi per una performance, durante la quale avevano in programma di proporre un nuovo brano, intitolato Putin will teach you how to love the motherland.

Stando al Guardian, le attiviste sono però state arrestate con l’accusa di furto e ora si trovano nuovamente in detenzione. Madezhda e Maria hanno dichiarato per via telefonica che non c’è stato alcun crimine da parte loro e che da giorni erano pedinate e tenute sotto controllo.

Non ci vuole un mostro di perspicacia per mettere insieme i pezzi per puzzle e collegare l’accusa di furto ad un tentativo da parte del governo Putin di evitare la performance delle Pussy Riot e, ancora una volta, mettere a tacere con la forza i dissidenti.


RELATED POST

  1. FRANCESCA

    4 Marzo

    Sembra tutto chiaro purtroppo perchè lo è.
    FORZA PUSSY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.