Crea sito
READING

L’enorme utilità delle app per tenere tracci...

L’enorme utilità delle app per tenere traccia del ciclo mestruale

Vivere nel terrore pressoché costante di restare incinta – lo immaginerete – può essere alquanto sgradevole. Si tratta di una sensazione che associo alla metafora del fulmine a ciel sereno, ma anche al manifestarsi di pensieri fastidiosi e ossessionanti, quando si è lì lì per spronfondare in un bel sonno. Dal nulla, ecco che sorge il dubbio che l’improponibile sia accaduto, nonostante tutte le precauzioni di questo mondo.

Personalmente conosco molto bene la fonte del mio terrore: ho sempre vissuto in città estremamente cattoliche e piene di medici obiettori. A diciassette anni, dopo la tragica rottura di un preservativo, conobbi le prime umiliazioni da ragazza sessualmente attiva. Vagai per ore alla ricerca della pillola del giorno dopo, incassando battutine, commenti denigranti, prese in giro e occhiate di disprezzo. Qualche mese dopo aiutai un’amica che si era trovata nella stessa situazione. Chiamai il centralino dell’ospedale per farmi dare l’indirizzo di un consultorio sufficientemente vicino. La voce che mi rispose fornì l’indirizzo del vecchio consultorio, quello chiuso da anni. Quello coperto dai rampicanti. Quello di fronte a casa mia.

Sono passati ben dieci anni da quei momenti rosei in cui appresi che il mondo era effettivamente pieno di infami convinti di poter prendere decisioni riguardanti il mio utero e, più in generale, il mio futuro.

Ora abito a Bergamo, un’altra città infestata dagli obiettori, dove mettere le mani sulla pillola del giorno dopo – per non parlare poi di ottenere un’aborto – pare un’impresa impossibile.
Essendo costretta a vivere in tale contesto infernale, ma non volendo privarmi di una ridente e spumeggiante vita sessuale, ammetto di aver trovato un minimo di conforto nel magico mondo delle “app per tenere traccia del ciclo”.

“E che cosa sarebbero mai?”, direbbero ora i nostri antenati.
In poche parole, si tratta di comodi aggeggi tecnologici installabili sul proprio smartphone, utili ad archiviare un gran numero di dati relativi all’andamento del proprio ciclo mestruale.
Esattamente come le serie storiche utilizzate in meteorologia, queste app usano strumenti statistici per generare previsioni. Ad esempio, possono essere consultate in qualsiasi momento per scoprire quanto manca al giorno dell’ovulazione: una strizzatina d’occhio sia a chi insegue una gravidanza, sia a chi la rifugge. Sono inoltre utilissime per non fare scena muta quando si è a colloquio dalla propria ginecologa, come capitava sempre a me prima di iniziare a tenere traccia del mio ciclo attraverso mezzi non cartacei.

In questo momento è possibile scaricare una grande varietà di app gratuite per monitorare il magico mestruo, le lune e i nostri disagi psico-fisici.
Pensando di farvi cosa gradita, ne ho testate una decina. Alla fine ne ho selezionate cinque, sia sulla base della loro utilità sia per il LOL, mettendo in evidenza vantaggi e svantaggi di ciascuna, così che possiate scaricare quella che fa proprio al caso vostro.

unnamedIl mio calendario

Compatibilità: Android/iOS
App molto semplice e priva di fronzoli, se non quelli puramente estetici. Presenti le funzioni di conto alla rovescia e reminder.
Molto utile la possibilità di sincronizzare i dati online utilizzando il proprio account Google.
Grafica floreale, a tratti imbarazzante, con animaletto dagli occhioni lacrimosi (personalizzabile) in evidenza.
Un innegabile bonus è il forum, imperitura fonte di LOL, con topic affini alla posta delle lettrici del Cioè, sopratutto nella sezione “altri argomenti”.
Ottima per chi persegue la via della semplicità e delle risate.

 

period-trackerP-tracker

Compatibilità: Android/iOS
App floreale, con tanto di immagini arboree in cui il palesarsi della primavera indica i periodi di fertilità. Il calendario permette di registrare – oltre al mestruo – sintomi fisici, cambiamenti d’umore repentini e attività sessuale. Sono presenti le funzioni di reminder e di sincronizzazione.
Ottima per chi persegue la via dell’esaustività, ma preferisce evitare di perdere tempo in piccolezze.

 

lovec1-kl7ac1ykcp595hzg8s2mrd0j9px2iw3q4lvjjkxd0yLoveCycles

Compatibilità: Android/iOS
App dalla grafica graziosa, ma sufficientemente neutra da non risultare un pugno in un occhio. Permette di registrare il proprio umore giornaliero e una gran varietà di disagi finisci. Richiede la registrazione, ma permette di esportare agilmente i propri dati. Si possono impostare diversi tipi di promemoria. Segnalo che, all’interno del calendario, la data d’inizio del mestruo è indicata dal disegno di un paio di mutande.
Ottima per chi persegue la via del pregio estetico e della funzionalità.

 

glow-screenshot-635Glow

Compatibilità: Android/iOS
App che permette di registrare un numero improponibile di variabili, tra cui commenti personalizzati all’interno del calendario. Una volta installata, richiede l’inserimento dell’indice di massa corporea. Non pesandomi da anni e non nutrendo alcun desiderio di farlo, ho trovato la domanda fastidiosa. La grafica è neutra. C’è la possibilità di impostare la modalità “trying to get pregnant”, di visualizzare grafici e di esportare dei report in PDF. Stranamente, non è possibile la sincronizzazione con altri dispositivi.
Ottima per chi intende restare incinta o desidera registrare ogni singolo aspetto della propria quotidianità.

 

appClue

Compatibilità: Android/iOS
Stando a quanto ho letto online, il principale selling point di quest’app vuole essere la grafica sobria e intuitiva. Il calendario permette di registrare dati relativi a diverse variabili, come l’umore, i disturbi fisici e si è fatto o meno sesso. Clue offre la possibilità di impostare notifiche che scattano due giorni prima dell’inizio delle mestruazioni. Manca la funzione di sincronizzazione.
Ottima per chi vuole usare una app dedicata alle gioie e ai disagi del mestruo senza farsi sgamare in alcun modo.


RELATED POST

  1. cristina

    29 Ottobre

    Le testerò sicuramente, ho usato per anni mon.thly successivamente abbandonato perché, dopo aver inspiegabilmente saltato 3 mesi di ciclo, ormai non azzeccava più una previsione.
    PS che non c’entra nulla: sono di Bergamo e la mia dolce metà è di Schio ma, prima ancora di conoscere lui, i primi approcci con Vicenza, i simpatici colli berici e le ville palladiane li ho avuti anni fa grazie al tuo blog, così come un brevissimo entusiasmo per il guerrilla gardening.  
    Sapere che “la tizia di L’odore dei pomeriggi” stia a Bergamo da un lato mi fa contenta dall’altro beh..mi rammarico perché non potevi ritrovarti in una città più baciapile di questa!

  2. Margherita

    29 Ottobre

    eh, mi è andata così. in effetti bergamo non pare proprio il top sotto alcuni punti di vista, ma se non altro ho trovato un lavoro decente qui.

    grazie per il supporto e abbracci a te 🙂

  3. MartHa

    31 Ottobre

    Ti ringrazio tantissimo per questo articolo! E’ un po’ di tempo che mi sono messa in testa di trovare un’app del genere ma non ne avevo ancora avuto tempo/voglia. Vado subito a provarle!

  4. marianna

    9 Novembre

    Ciao! Vorrei provare Clue ma non la trovo nel playstore! Per caso potresti postare un link? Io uso Womanlog (con cui mi trovo abbastanza bene) ma mi hai fatto venire voglia di provarne di nuove! =)

  5. Margherita Ferrari

    9 Novembre

    strano, ma pare proprio che il link a clue per android sia scomparso. indagherò.

  6. Cecilia

    12 Gennaio

    Ciao Margherita, Grazie per l’articolo, questi strumenti sono molto interessanti per le donne che desiderano cominciare a conoscere un po meglio il loro ciclo mestruale. Tuttavia, è molto insufficiente per valutare il momento dell’ovulazione, poichè si basa sul metodo del calendario, poco affidabile per un uso contracettivo. Ci sono altri metodi naturali che utilizzano l’osservazione del muco e la temperatura, che permettono di avere una grande sicurezza e danno indicazioni molto utili per la salute della donna.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.