Crea sito
READING

Libri e film per adolescenti che amerete indipende...

Libri e film per adolescenti che amerete indipendentemente dalla vostra età anagrafica

Sparare sulla letteratura per adolescenti è facile, in apparenza, come sparare sulla Croce Rossa. Gli esempi di prodotti editoriali che hanno avuto ampio successo tra ragazzi e ragazze e che, al contempo, hanno scatenato ondate di disgusto tra “gli intellettuali” o “la gente che legge libri veri” si sprecano. Non occorre che faccia nomi. Sapete tutt* di cosa sto parlando.

Questo però non vuole essere l’ennesimo intervento polemico contenente plurime invettive indirizzate alla presunta mancanza di gusto letterario dei gggiovani, delle autrici e degli autori di young adult fiction e delle case editrici che li pubblicano. Lungi da me.
Io sono una grande appassionata di libri per adolescenti e non ho alcun problema ad ammetterlo. Alcuni dei più belli li ho letti dopo aver compiuto vent’anni e ciò non mi ha impedito di apprezzarli moltissimo e di dirmi che alcuni di essi avevano una statura e una forma invidiabile, indipendentemente dal loro target.

Come osservava Nick Hornby:

I see now that dismissing YA books because you’re not a young adult is a little bit like refusing to watch thrillers on the grounds that you’re not a policeman or a dangerous criminal, and as a consequence, I’ve discovered a previously ignored room at the back of the bookstore that’s filled with masterpieces I’ve never heard of.

Ancor più irto di polemiche in potenza è il campo dei film tratti da libri per adolescenti, dato che è comune pratica deprecare:

  •  i libri per adolescenti
  • i film tratti da romanzi, che spesso non appaiono all’altezza dei primi

Dato che in realtà anche in questa nicchia YA ci sono delle vere chicche, ho pensato di compilare per voi una lista di coppie di libri e film che meritano di essere recuperati. Non tutti sono dei capolavori, ma tra di essi ce ne sono alcuni di davvero tanto tanto pregevoli.

 

Libro: Submarine di Joe Dunthorne
Film: Submarine di Richard Ayoade

Libro: Speak di Laurie Halse Anderson
Film: Speak di Jessica Sharzer

Libro: Paranoid Park di Blake Nelson
Film: Paranoid Park di Gus Van Sant

Libro: The Perks of Being a Wallflower di Stephen Chbosky
Film: The Perks of Being a Wallflower di Stephen Chbosky

Libro: Derby Girl di Shauna Cross
Film: Whip It di Drew Barrymore

Libro: Il mago di Ursula Le Guin (primo libro della saga di Terramare)
Film: I racconti di Terramare di Gorō Miyazaki

Libro: Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enrico Brizzi
Film: Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enza Negroni

Libro: Il disastro degli Antò di Silvia Ballestra
Film: La guerra degli Antò di Riccardo Milani


RELATED POST

  1. Martina

    10 settembre

    Attenzione: vi prego di non guardare The Perks of Being a Wallflower doppiato in italiano! Utilizzate i sottitoli con l’audio originale, perché doppiato è stato assolutamente scempiato (A partire dal titolo).

  2. Giulia

    10 settembre

    Per la serie “articoli che volevo scrivere io”, uffa.

  3. Skywalker

    10 settembre

    Vabbè che oggi il mercato è tutto settorializzato, le definizioni che ci vengono propinate sono tutte filtrate dal marketing (o vogliamo credere all’onestà virginia dell’industria editoriale?) e vedo che l’andazzo ha raggiunto il suo massimo apice in questi ultimi 10 anni, guarda caso con la diffusione delle librerie in franchising. Prima c’erano i benedetti “classici” e per il resto le novità, non c’erano grosse divisioni per sezione come ora: giallo, noir, rosa, romanzo storico, per ragazzi etc.

    Marketing a parte la questione “adolescenziale” non si pone proprio, perchè per quanto mi riguarda tutta l’arte (tutte le arti) è una roba prettamente adolescenziale.

  4. Anna sara

    10 settembre

    Ah Whip It. il connubio Ellen Page + qualsiasi tipo di pellicola è sempre perfetto

  5. Jenny

    16 settembre

    Avendo letto ed apprezzato il 90% dei libri da te suggeriti (dal tuo elenco non ho letto solo “Derby Girl” che, a questo punto, recupererò non appena possibile), posso permettermi di aggiungere la produzione di John Green? Io l’ho scoperto più vicino ai 30 che ai 20, ma questo scrittore (classificato tra YA, ma che – secondo me – con lo YA ha poco a che vedere) tratta con molta delicatezza delle tematiche particolarmente difficili e decisamente attuali. Il suo libro più conosciuto è (forse) “cercando Alaska”, ma io ho particolarmente a cuore “Città di Carta”.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.