Crea sito

Essere grassa d’estate

Neanche quest’anno sono dimagrita, fondamentalmente perché il disagio che mi provoca l’essere grassa non si avvicina lontanamente al disagio che mi provoca l’idea di mettermi a dieta. Da quando venti giorni fa l’afa estiva è arrivata anche a Londra (sì, solo tre settimane fa, il nord Europa è così), i miei vestiti corti e top smanicati hanno fatto un inaspettato ritorno sulle scene. Gambe piene di cellulite allo scoperto. Braccia enormi all’aria.

Ma la verità è solo una: trenta gradi sono trenta gradi, che il vostro culo sia mignon o formato elefante. Il caldo è caldo per tutti. Sono cicciona: posso farci qualcosa ora? È caldo oggi, non tra sei mesi dopo che mi sarò messa a dieta. L’unica possibilità è fare del mio meglio con il corpo che ho. Nonostante abbia ricevuto abbastanza body shaming da costringermi in casa per sempre, ogni mattina mi alzo, mi vesto ed esco di casa con le mie gambe enormi che spuntano da una gonnellina a fiori. Non passa giorno in cui non mi guardi allo specchio e pensi: AIUTO, vuoi davvero uscire di casa così? Sì, voglio davvero uscire di casa così.

Succede raramente, ma talvolta mi vengono fatti dei commenti poco graziosi. La maggior parte delle volte li ignoro e me ne frego, ogni tanto mi incazzo come una iena. Innanzitutto, in genere sono o dei vecchi bavosi e avvinazzati o dei chavs coi capelli appiccicati alla testa ed un estremo bisogno di una doccia, quindi vale la solita regola: guardati tu prima di dare fastidio a me. In secondo luogo, non ho mai visto qualcuno gridare dietro ad un uomo grasso per la strada, per quanto disgustoso e discinto.

Più importante di tutte le cose, non dico che sia una costante, ma in media io mi sento abbastanza figa. Ci sono voluti anni per farmi passare le fisime che mi erano state venire dagli idioti di quartiere che mi hanno rovinato la vita fino alla seconda superiore ma, soprattutto grazie a tante cose belle viste e lette su internet, sono arrivata ad uno stato di semi-pace con il mio corpo. Non dimagrisco per partito preso. Non dimagrisco perché grazie a blog come quello di Gabifresh, ho capito che essere magra non è una clausola necessaria per l’essere gnocca e sentirmi bene con me stessa.

Mi piacerebbe che meno non-magre si facessero rovinare i mesi estivi dalle opinioni che gli altri hanno di loro. Non tanto a Londra, dove tutti fanno un po’ quello che vogliono, ma soprattutto in Italia dove, quando torno in vacanza, passo qualche giorno costringendomi a mettere i pantaloni corti, terrorizzata da quello che potrebbe succedere se uscissi con le cosce al vento.

Non diventerò meno cicciona se adotterò la tecnica maniche lunghe e i jeans perché “non posso permettermi di scoprirmi”: avrò solo caldo al punto di svenire. C’è modo e modo di vestirsi per tutte le taglie, ovviamente, ma c’è un limite anche a quello che ci si può autoimpedire di mettere.

Note a margine: sono culona, ma non a livello patologico. Non condono l’obesità morbosa, ma non è necessario che veniate a dirmi “ma la salute! Bla bla bla”.


RELATED POST

  1. Ita

    18 luglio

    tutti dovrebbero leggere questo articolo!

  2. Terry

    18 luglio

    Dopo un’adolescenza e una giovinezza da falsa magra, da qualche anno sono decisamente ingrassata ed è un cambiamento che accetto con piacere, perché mi fa sentire bene (finalmente ho qualcosa da mostrare anch’io ;)). Delle braccia grosse e pancia con le pieghe non me ne frega niente, ma mal sopporto lo strofinio dell’interno cosce 🙁

  3. obstacle

    18 luglio

    màrt ti voglio bbene (dice la tipa che stamattina era da mango a provarsi una gonna aderentissima e alla fine non l’ha comprata.)

  4. lauralali

    18 luglio

    ohgesù. grazie.

  5. sofia

    18 luglio

    <3

  6. ValeGro

    18 luglio

    non capisco perchè ti debbano fare commenti sgradevoli, credo che i vestiti stiano molto meglio alle persone in carne, i jeans sottolineano troppo, a meno che non siano super push-up (per fare il culo alla J-Lo e nessuno può dire più niente XD ) però anche io non sopporto lo sfregamento delle cosce! sotto la gonna mi devo mettere delle braghette se no mi viene un’irritazione da urlo (di dolore). tu come cacchio fai?

  7. valentina

    18 luglio

    Ogni anno la solita storia….e ogni anno niente dieta. quando però mi invitano al lago vado sempre vestita, non ce la faccio, più che altro vedo che comunque lo sport preferito della gente è commentare il corpo di questo o quest’altra, perchè il mio dovrebbero risparmiarlo? cmq, sì…anno dopo anno sempre meno menate…spero di arrivare all’illuminazione prima o poi, ma è innegabile, se hai qualche rotolo di ciccia in più, baby, sei nata nel secolo sbagliato! un bacio a tutte e grazie! 😀

  8. incorporella

    18 luglio

    Io sono abbastanza chubby, soprattutto ho delle gambe orrende, e me ne fotto. ovvio che non metto gli shorts (anche se al mare, veramente, sì, metto anche gli shorts), ma una gonna, un vestito, anche senza l’assistenza salva-apparenza dei leggings, sì. E non mi sento poi così orrenda, anzi. E non mi pare che la gente mi guardi poi con tutto ‘sto disgusto. A volte siamo noi che proiettiamo sugli altri il giudizio che in realtà diamo a noi stesse. Che poi diciamocelo, ovvio che se andassi al billionaire probabilmente verrei additata come obesa inguardabile, ma credo che, se veramente desiderassi andare in un posto così, la cellulite sarebbe l’ultimo dei miei problemi perchè ne avrei di ben più gravi. mentali.

  9. Sara

    18 luglio

    Quando le donne non saranno più spinte a giustificare le proprie scelte (di vita come di abbigliamento) o a mettere le mani avanti per evitare attacchi di ogni tipo, allora sarà un mondo migliore.

    By the way, Marta sei deliziosa 🙂

  10. Terry

    18 luglio

    ValeGro: braghette anch’io, che caldo però! Consigli anti-sfregamento a meeeee!

  11. Marta Corato

    18 luglio

    Io non ti obbligherò, però puoi metterti gli shorts anche in città! Fregatene di chi ti addita come obesa inguardabile.

    Ad ogni modo, una cosa importante che voglio dire è che non è che tutti guardino me con disgusto. Gran parte della gente se ne frega o almeno tace. Il problema è chi non se ne frega E non tace. 🙂

  12. Marta Corato

    18 luglio

    RE: SFREGAMENTO COSCE
    La soluzione che conosco io è una: borotalco a manetta, da riapplicare nel caso si cominci a verificare lo sfregamento. E’ scomodo, pero’ oh.

  13. Terry

    18 luglio

    Marta, quindi tu niente braghette? Ti porti dietro il borotalco?

  14. Marta Corato

    18 luglio

    Sì, sì braghette! Però sotto i vestiti solo se so che devo camminare un casino (tipo l’altro giorno ho fatto una passeggiata di quattro ore, VIVA LE BRAGHETTE). Quando vado al lavoro e sto seduta tutto il giorno / se vado ad una festa etc, borotalco e via.

  15. judith

    18 luglio

    è bellissimo leggere queste cose.
    se solo penso a quante cose ho rinunciato a causa dei commenti della gente della mia città natale, a come i miei 58 chili venivano percepiti come obesità, e come adesso che sono davvero ingrassata sto imparando a superare la cosa. il tutto lo devo al posto dove vivo adesso, e al fatto che come me vedo tante ragazze che camminano a testa alta, con i loro corpi, le loro “imperfezioni”. vedo il loro essere felici, riuscira ad avere rapporti con l’altro sesso. e penso a me, a quanto mi sono lasciata influenzare da stupide dinamiche da provincia italiana.

  16. Francesca

    18 luglio

    Occhio all’errore “mi erano state venire dagli idioti” – puoi cancellare il mio commento.

  17. Alis

    18 luglio

    IO.TI.AMO.E.TI.CAPISCO.

    Alis

    ps. Sono una tg. 52 ma ho un moroso mmmolto figo che fa il modello, allafacciaccialoro.

    pps. Non mi piacevano i vestiti che trovavo in giro per le grassoccie, indi per cui ho iniziato a cucirmeli da sola. Ora ho una linea di abbigliamento emergente very very trendy e amato da tutte le taglie.

  18. Carlo

    18 luglio

    Ma per favore! Sei bellissima. Un abbraccio e tanta felicità.

  19. Sara

    18 luglio

    Sei forte!! grazie per quello che hai scritto!!!!

  20. sofia

    18 luglio

    …io invece sono magra……e ho un’amica in carne che non me ne lascia passare una, è sempre dietro a criticare appena vede nel mio modo di vestire qualcosa che non va……oppure mi mette in imbarazzo davanti a tutti commentando “quanto sono secca”……e questo vi sembra giusto?!?!?!?!?!?!?

  21. Giulia

    18 luglio

    maledetto strofinio!

  22. Daniela

    18 luglio

    Nessuno, e di nessuna taglia, di nessun sesso, al di sopra dei 10 anni, dovrebbe indossare gli shorts, 🙂

  23. Flavia

    18 luglio

    Ti stimo infinitamente.

  24. Sara

    18 luglio

    Io vorrei dire che i vestiti alle donne in carne stanno da dio. Io recentemente ho perso 7 kg (non per mia volontà) ed ero arrivata ad essere quasi magra . Ogni mattina mi guardavo allo specchio e mi facevo una tristezza immensa ..i miei bellissimi vestitini mi stavano addosso come ad un appendino. poi ho ripreso peso e ora mi guardo allo specchio,vedo i miei fianchi abbondanti il mio seno e le mie gambe in carne e mi piaccio un sacco ,starei ore a guardarmi e i miei vestiti mi stanno di nuovo che è una meraviglia!
    Nota di fondo: quando avevo 16 anni pesavo esattamente 18 kg meno di ora e mi ricordo ancora che dopo una vacanza da fame in cui avevo perso ulteriori 5 kg un mio amico mi disse “beh ora sei quasi accettabile” ora con 23 kg in più c’è molta più gente che mi fa complimenti e nessuno che si azzarda a darmi della grassa. quindi il punto è ci sarà sempre qualcuno per cui non sei abbastanza magra,alta o bionda ma questo è un loro problema!

  25. Ari

    18 luglio

    Ma grande!!!questo sì che è parlare, anch’io sono bella tonda, e finalmente dopo anni di offese e prese in giro ho imparato a fregarmene degli altri, anche perchè ormai per me vige la regola: prima di giudicare guarda in casa tua e con questo credo che ognuno di noi possa essere apposto…. Adoro questo post, perchè è vero che tante si fanno problemi a svestirsi ma dopo un po mi viene da dire: perchè dobbiamo vergognarci, che ne sa la gente del perchè siamo ingrassate, e cmq è sempre facile ingrassare ma molto molto meno perdere i kg extra!!! e cmq avere dei kg in più non vuol mica dire essere brutte o perdere in ciò, la bellezza è data da tutto un’insieme di fattori e questo l’ho capito anche al mio fighissimo ragazzo che ha un fisichino pazzesco che mi ama indipendentemente dal mio fisico rotondo!

    Anch’io ho il problema dello sfregamento e sapere che non sono l’unica a portare le braghette sotto gonne e vestiti per me è fantastico!!!cominciavo a credere di essere un caso anomalo….

    Alis, dove possiamo vedere le tue creazioni??

  26. Ari

    18 luglio

    caspita ho scritto malissimo e ho perso qualche parola scusate è per la fretta della pausa finita…spero di essermi fatta capire lo stesso….

  27. Ramona

    18 luglio

    Dove sei stata fino al 18 luglio dove qua in Italia si sta ormai fondendo con l’asfalto sul suolo?!? Ode e gloria a te, o vestale del corpo reale!
    Il mio problema, però, è, pur non essendo extra extra extra large (una 52!) non trovo cose sexy e sfiziose da mettermi!
    Risultato: camicioni e vestiti un pò a sacco… compenso con gli accessori, ma tant’è…
    Peccato non aver fatto incetta di abiti stupendi, l’estate scorsa a Londra. In Italia, si porta la stecca da biliardo, per la quale gli stilisti (low-cost e non) sprecano fior fiore di creatività (ma che geniacci, eh!). Se hai qualche consiglio a proposito…
    Hai la mia imperitura gratitudine e riconoscenza già da ora! 😉

  28. Paolo1984

    18 luglio

    Marta, se ti senti a tuo agio così è tuo pieno diritto uscire vestita come vuoi e fregatene di chi non si fa i fatti suoi esattamente come è diritto di altre persone sovrappeso.dimagrire se ritengono.

    e, per quel poco che importa il mio parere, penso che tu stia benissimo

  29. Vanna

    18 luglio

    credo che tutte le magroline (personalmente sono 1.58 per 42kg) abbiano almeno una “amica” in carne che per frustrazione fa notare loro quanto sono secche e poco sexy e “non capisco come gli uomini possano avere voglia di toccarti”.

    così come le ragazze chubby hanno imparato a fottersene dei commenti cretini noi dobbiamo fare la stessa cosa 😉

    bell’articolo!

  30. Vanna

    18 luglio

    Ecco, appunto. Io e i miei 42 kg non ci facciamo nessuna “tristezza immensa”. Anzi, ci piacciamo parecchio.

    Due pesi e due misure (è proprio il caso di dirlo!) non vanno mai bene.

  31. Chiara

    18 luglio

    Finalmente una persona che la pensa come me. Li detesto.

  32. Paolo1984

    18 luglio

    non è giusto neanche questo infatti.
    Se la tua amica è insicura del suo aspetto deve risolvere i suoi problemi possibilmente senza scaricarli su di te

  33. Andrea Ghirelli

    18 luglio

    Ciao sono Andrea il ragazzo di Alis (ha scritto un commento poco fa piu su) sono un modello (il ragazzo dello spot AMARO DEL CAPO tuttora sulle reti RAI MEDIASET e SKY), ma che nella vita fa anche altro anzi soprattutto altro: il fotografo. 🙂

    Ho un album nel mio profilo su facebook (https://www.facebook.com/andrea.ghirelli/) “i Love the PLUS SIZE WOMAN” dove è manifestato il mio personale gusto per le donne PLUS SIZE magari prosperose proprio nei punti chiave e credimi non sono una mosca bianca, nel partito degli amanti delle donne definite da me in modo molto dolce “ciccine” (e poi ki dice ke esiste un peso sopra la quale nn si e’ piu sexy!!?!?!) esistono milioni di militanti… perciò EVVIVA LA CARNE!

    Perciò condividerò alla grande il tuo post! io AMO le donne CURVY e la penso esattamente come te! sei davvero una grande!!!!!!!!!!!!!!

    un abbraccio!!!

    -andy-

  34. Paolo1984

    18 luglio

    L’importante per me è che ognuno di noi, magro/a o meno, trovi la sua dimensione estetica compatibilmente con la sua corporatura eccetera

  35. Rita

    18 luglio

    Finalmente! qualcuno che esterna quello che avrei voluto dire da una vita. Dall’alto dei miei 58 anni suonati, vissuti sempre in taglia XXL (ho pure difficoltà a dire cicciona!…) posso dire che è un vero calvario vivere d’estate (e non) con questi chili in eccesso, non tanto per l’estetica quanto per la fatica nello spostarsi. Vorrei sentirmi “gnocca” e stare bene come te, ma devo dire che ancora soffro di questo mio stato. Sono single, ho 2 gatti e la mia vita l’ho improntata sulla ricerca personale interiore. Nonostante tutto credo di essere ancora un’animo tormentato. Non prendetemi ad esempio!! Continuate sulla strada della liberazione dai condizionamenti degli stereotipi. Buona vita belle donne!

  36. mery

    18 luglio

    grande… questo articolo dovrebbero leggerlo tutte quelle che soffrono il caldo per paura di lasciare scoperta un po’ di pelle…. aiuta un sacco… complimenti e vorrei avere la tua stessa sicurezza

  37. Nubiblu

    18 luglio

    Io ho trovato la soluzione allo strofinio! Labocaina!

  38. Skywalker

    18 luglio

    Io sinceramente la guerra batteriologica “grasse vs magre” (e viceversa, sia mai sgarrare sul politically correct) che si sta profilando nei commenti fa effettivamente tristezza. Una nel corpo ci abita alla fine no? E che ognuna lo trattasse come meglio crede!

    Io ero arrivata a pesare 75 kg per 1.71 (essere alta: una grazia, guardi gli uomini dritta negli occhi – e a volte dall’alto verso il basso, raramente il contrario – e non sei costretta ad indossare i tacchi, che non ti servono, nè a schiavizzarti in ballerine che ti mortificano alluci e talloni). Sono andata avanti così per un paio d’anni, fino a quando sono salita sulla bilancia e ho esclamato “mobbasta veramente peró”. In un anno ho perso 12 kili, sono una 44 e mi vesto con niente. Ora sto meglio perché 1) non mi affatico quando cammino molto, una rampa di 6 piani di scale non mi uccide come una volta 2) il sesso è migliorato, si va avanti ad oltranza (è dimagrito anche lui) 3) last but not the least, con 5€ al mercatino mi vesto per tutta l’estate.

    Quando ero grassoccia nessuno mai ebbe mai da ridire sul mio corpo, l’unica era mia nonna per la quale ero ancora “troppo magra”. La dieta a me è servita anche da un punto di vista culturale: conoscere proprietà degli alimenti e fabbisogni che prima ignoravo. Durante la dieta (che continuo anche per abitudine) ho mangiato in modo più variegato e completo rispetto all’alimentazione pre-dieta e questa e stata la sorpresa più grande.

    L’importante è sentirsi a proprio agio nel proprio corpo, ed ognuna lo è in modo diverso. Questo è il messaggio.

    Ps: a me piaceva di più il vecchio layout del sito.

  39. Viola

    18 luglio

    Prima cosa: bellissimo articolo e infinito rispetto 🙂
    E a questo punto DEVO scrivere qualcosa:
    “Essere magra d’estate”
    Non magra: magrissima. Naturalmente taglia 36. Devo comprare i vestiti nel reparto bambini. Mangio a piú non posso senza alcun risultato.
    Se d’inverno posso nascondere il mio corpo da alien sotto un bel maglioncino, d’estate non c’é scampo: braccia e gambe da stecco non sono una bella vista.
    La gente si volta quando passo per strada. E non con sguardo ammirato da “ah che gnocca”, ma con sguardo preoccupato da: “oddio é anoressica” (no, non lo sono)
    I commenti poco carini arrivano pure a me, del tipo:
    “se soffio voli via”
    “se ti metti di profilo sparisci”
    E poi tutte le osservazioni tipo: “ma mangi abbastanza?” Che dopo un po’ rompono parecchio le palle.

    Quello che voglio dire é: purtroppo o per fortuna anche le magre devono fare i conti con il proprio aspetto fisico non sempre apprezzato, e devono imparare a piacersi come sono, senza curve e senza forme 🙂

  40. Pandoro

    18 luglio

    Non è vero che non prendono per il culo i maschi grassi.
    Io che ho la pancia e le tette (più grosse di molte donne con cui son stato) sono preso per il culo per i miei chili in più fin da bambino. I vari soprannomi che mi hanno dato sono stati: “lache” (cosce grosse), “masele” (guance grosse), per poi passare semplicemente a Pandoro….
    Me ne strainculo largamente di solito e porto fieramente pancia e tette al mare con disinvoltura, quasi sempre.
    Curiosità: nei campi nudisti seri mi sento meno giudicato che nelle spiagge normali, e non è certo merito della mia superdotazione!

  41. joan

    18 luglio

    Leggo dei commenti che mi lasciano allibita. Persone in leggero sovrappeso che si definiscono grasse e lamentano di commenti raccontano di vergogna.
    A quanto pare per molti il problema non è il peso in senso stratto, o il grasso. E forse nemmeno i commenti altrui ma la percezione di sé e la scarsa autostima. A
    nche quando ci si danno arie da gran fighe.

  42. Laura

    18 luglio

    che post meraviglioso!

  43. pamela

    18 luglio

    negli ultimi 2 anni ho preso 10Kg di grasso. La cosa più patetica è che continuo ad essere a dieta, perennemente a dieta. Lo stress accumulato, causa fallimenti non da poco, mi ha però massacrato il metabolismo e nonostante i continui sforzi a tornare in me… sono sempre over! E la cosa, in verità, mi fa molto incazzare, e non me ne frega nulla del giudizio della gente che invece mi apprezza più così che con quei maledetti 10 kg in meno. Non mi importa, perché l’importante per me non è affatto il giudizio della gente, ma come ci si sente con sé stessi, a partire dal proprio fisico. Il mio commento è contrario a quello dell’autrice di questo post, ma il concetto credo sia lo stesso…

  44. Ishirane

    18 luglio

    @Ramona
    Io sono più grossa di te di almeno due taglie però ho trovato (risparmio apposta xD) un negozio che vende vestiti molto carini (non solo “da vecchia”) anche per taglie abbondanti. Si chiama Fiorella Rubino… certo, costicchia, però ti dico che ne vale la pena ^^
    Oppure in alternativa spulcio il Kiabi durante i saldi, c’è la sezione Taglie Comode che ogni tanto tira fuori delle cosine davvero carine (io ho gusti strani, ma ho trovato un vestitino della mia taglia davvero carino, stile anni settanta, con la parte sopra stile camicetta a vita alta e il resto una gonna nera lunga fino a sopra le ginocchia).
    Basta cercare e anche noi possiamo trovare cose belle ^^

  45. giovanni

    18 luglio

    Non sono d’accordo del tutto, hai ragione che se hai caldo ti puoi mettere vestiti corti e nessuno si deve permettere di fare commenti, tantopiù che da come scrivi sembri una persona di buongusto. 2 cose che ti direi con affetto come fossi un tuo amico, anche se magari non ti farà dimagrire o lo fai già tengo a dirti MANGIA BENE!! Il nostro corpo non è una statua fatta di pietra che 50 anni dopo, magari 1 po erosa ma è sempre la stessa. NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO il nostro corpo cambia continuamente e il cibo è la nostra benzina ma il nostro crescere o invecchiare dipende da quello che prendiamo, quindi non prendere sotto mano questa cosa! Un alimentazione sana ed equilibrata fa solo bene al tuo corpo e anche alla tua mente!! Fai bene a piacerti, io non ho problemi di linea però preferisco mangiare meno ma solo cose buone e naturali rispetto al cibo spazzatura che costa meno ma fa male dentro e fuori. Poi si fa una cena tra amici mi abbuffo volentieri ma è la vita di tutti i giorni che fa la differenza. 1abbraccio!!

  46. Maria

    18 luglio

    “Neanche quest’anno sono dimagrita, fondamentalmente perché il disagio che mi provoca l’essere grassa non si avvicina lontanamente al disagio che mi provoca l’idea di mettermi a dieta”.
    Ripeto una frase simile quasi ogni giorno da anni. E sai cosa? E’ proprio tutto vero. Ho ripetuto una cosa simile riguardo al fumo per 17 anni. E sai cosa? Dopo 17 anni ho smesso.
    Così, perché mi è venuta voglia da un giorno all’altro di provarci e appena ho provato ci sono riuscita (da un anno, e non mi manca).
    Perché non ho vissuto per 17 anni fumando e sentendomi in colpa, ma felice di farlo.
    Ho smesso forse perché non mi andava più, ma è successo in modo naturale: ho ascoltato il mio corpo e ho risposto.
    Credo che un giorno succederà la stessa cosa col cibo: dimagrirò (dimagrirai) perché succederà in modo naturale: si cambia ogni tanto, è normale.
    O forse non cambierà niente. Amen.
    Nel frattempo mangio (mangia!) con gioia, mi godo ogni singolo pasticcino o trancio di pizza fumante.
    Privarmene mi renderebbe più triste (e mi ci farebbe pensare ossessivamente) del vedermi addosso quei chili in più.
    Tutto non si può avere, mi sa, io mi tengo il MIO ‘meno peggio’ e credo lo abbia fatto anche tu.
    Sono convinta che tu abbia (così come so di averne io) altre doti, fisiche e non, meravigliose, e quelle bastano.

    Quelli che si prendono la briga di commentare o criticare sono dei poveracci, davvero.

    Buona estate!

  47. A.

    18 luglio

    Sono una donna molto magra, da sempre insoddisfatta del mio aspetto, che nonostante tutti tentativi di razionalizzazione non sono mai riuscita ad accettare. Leggo spesso e con molto interesse le riflessioni di ragazze sovrappeso perché, nonostante la diversità del “problema”, mi identifico moltissimo con i loro sentimenti, le paure, il senso di inadeguatezza e al tempo stesso la voglia di discuterne, di capire, di riuscire a non ridurre tutta la nostra complessità di individui a un corpo non conforme. Le ringrazio tanto per condividere i loro pensieri con tutte/i. Non è facile parlarne.

  48. Damiana

    18 luglio

    Ma stai benissimo! 🙂

  49. eldhereth

    18 luglio

    Io preferisco mostrare con orgoglio la mia 5, i miei fianchi e la mia buzza sempre e comunque: che faccia caldo o freddo non mi importa. Preferisco vedermi in carne, preferisco mangiare un buon piatto di pasta ipercalorico che accontentarmi dell’insalatina insipida “Perchè non voglio ingrassare e poi la gente non mi considera.”. Preferisco gustarmi un gelato e trarne gioia senza per questo sentirmi meno bella rispetto ad altre….e detto tra noi quando le magre mi guardano non fanno altro che invidiare il mio seno naturale, che sì attira più sguardi del loro 😉

  50. Autonomia

    18 luglio

    Tanta stima ammirazione e invidia da una fellow-londoner, che combatte con peso e autostima

  51. Giulia

    18 luglio

    Complimenti! Articolo splendido!
    Il discorso della dieta lo conosco fin troppo bene,sono riuscita ad essere quasi magra per circa 4 mesi a 16 anni dopo un anno e mezzo di dieta e trattamenti in un centro dimagrante… a 21 anni sono andata,anzi sono stata trascinata, da una dietista… quando sono salita sulla bilancia e ho letto il peso di 93 kg per 1,70 è stato come se mi fosse arrivata una sonora sberla in faccia,mi sono detta -Ok,ora son convinta di riuscire a perdere peso- c’ho messo un anno e 3 mesi ma alla fine sono riuscita a far sparire 20 kg,e ora oscillo tra i 72 e i 73,vorrei/dovrei perderne altri 6 ora però il mio corpo mi ha detto fermati,dammi il tempo di abituarmi e quando io e la testa saremo più tranquilli ti prometto che ti farò perdere questi ultimi kg,se non di più… adesso ascolto il mio corpo,so quando ha bisogno di essere coccolato e quando invece mi chiede un po’ più di attenzione,ma so anche di essere stata brava a capire quando era il momento emotivamente adatto per farlo…non bisogna forzare la mano con queste cose,altrimenti si rischia l’effetto opposto…

  52. Giulia

    18 luglio

    Ti stimo, perché ti stimi. Good!

  53. A.

    18 luglio

    @Eldhereth: credo che sia un po’ miope rapportarsi con i tipi fisici diversi dai nostri con il termine di paragone dell’invidia, o degli sguardi maschili che attiriamo, per cui alla fine la magra invidia la formosa, la bassa si deprime paragonandosi alla alta, e via dicendo. Spero ci possa essere altro che l’invidia altrui dietro un rapporto sereno con se stesse.

  54. Eleonora

    18 luglio

    Bel post grazie.

    Prima cosa che ho pensato: Ma che dici stai benissimo!
    Forse perché anche io vivo all’estero, a Amsterdam, dove se ne fregano peggio che a LOndra e tutti sono – finalmente! – liberi di vestirsi come gli pare.
    E mi sono liberata di tutti i complessi su come devi essere-apparire-conciarti etc tipici italiani.

    Io peso “giusto”, grazie al mangiar bene, ma soprattutto a un metabolsimo di quelli da invidia, ma proprio oggi sono uscita con la minigonna, mi guardavo le gambe bianchissime e pensavo: Ma perché a Roma non l’ho mai fatto? Sono figa!

    E poi mi sono ricordata di tutti i: Certo potresti abbronzarti un po’- Perché non vai al mare – Sei bianchiccia – Si vedono i lividi (metabolismo ok, capillari meno) etc etc.
    Perché alla fine il punto è che la gente si dovrebbe solo fare un po’ di più i c… suoi, davvero, sarebbe meglio per tutti.

    Per alcuni NON andrai mai bene, punto.
    Quindi tanto vale piacersi così come si è.
    Brava!

  55. Margherita

    18 luglio

    Le tue riflessioni sono tutte giuste, in ogni caso a me non sembra proprio che tu stia male vestita così, nè che tu sia da definirsi una “cicciona”! 🙂 Un abbraccio

  56. Mia

    18 luglio

    Vorrei commentare con gentilezza, perché tu sei stato molto educato, quindi spero di non offenderti con questo mio commento. E’ solo un’osservazione.
    Sono alta 1.73 m e attualmente peso 68 kg. Non sono obesa, ma leggermente sovrappeso, e, per qualche motivo balordo, tutti si sono sempre sentiti in dovere di darmi consigli su come mangiare meglio adducendo la buona salute come motivazione. Il problema principale è che io da sempre mangio tantissima frutta e verdura, carni bianche senza pelle, cereali, legumi e così via, snobbando spesso i fast food perché troppo oleosi. Tutto questo non per chissà che mania dietistica ma perché i miei gusti sono sempre stati questi. Tuttavia sono leggermente sovrappeso perché ho un metabolismo lento, e forse dovrei fare un po’ più di ginnastica. Ma ti posso assicurare che i miei livelli di colesterolo sono sani, il mio sangue è pulito, i miei polmoni forti, il fegato e i reni efficientissimi.
    In un corso che frequentavo all’università c’era una ragazza dal fisico molto asciutto, senza un filo di grasso né di cellulite, molto magra anche se non a livelli estremi. Questa ragazza mangiava tutti i giorni kebab, hamburger e patatine fritte, a pranzo e a cena, senza ingrassare per colpa di un metabolismo velocissimo. Gli effetti del cibo che mangiava non si vedevano all’esterno, ma è impossibile che i suoi livelli di colesterolo fossero normali e che i suoi reni fossero a posto. Però a me dicevano di mangiare meglio, a lei no.
    A questo punto vorrei far notare che una cosa è l’obesità, un’altra è il sovrappeso. Spesso ci sono persone che per un filo di cellulite o i fianchi che strabordano leggermente dai jeans vengono additate come “poco sane”. Da gente che poi mangia tutti i giorni da McDonalds e magari fuma.
    Sono sovrappeso e sana. PUNTO.

  57. lasaramandra

    18 luglio

    Vale qualcosa se dico che a me non sembri né una cicciona né mi pari ridicola vestita cos? Al massimo io ti suggerirei un pezzetto di tacco, secondo me ti starebbero bene delle scarpe un po’ più alte.
    Io vivo ad Amsterdam e qui la gente non ti guarda proprio, non giudica il tuo aspetto fisico o come ti vesti: di base se ne fregano. Questo mi ha aiutato molto a convincermi a indossare vestiti più femminili che mi vergognavo a mettere in Italia per paura del giudizio degli altri, per questo capisco la tua difficoltà.
    Fai bene a sentirti bene nel tuo corpo e a vestirti come ti pare: giustamente il caldo è oggi, non tra sei mesi 🙂

  58. mariminu

    18 luglio

    173 cm x 68 kg ?! ma sei pefetta! di che ti lamenti? lascia perdere gli idiioti e campa tranquilla. un saluto

  59. Chiara B.

    18 luglio

    Quest’articolo è splendido. E’ coraggioso, leggero e di servizio. Grazie!

  60. Laura

    19 luglio

    boh, a me non sembri cicciona sinceramente. Magari ha qualche chilo in più, ma cicciona proprio no.

  61. Alessandra

    19 luglio

    Cristo quando ho letto l’articolo su Bonsai mi aspettavo che l’autrice fosse peggio di Beth Ditto. E invece sei una persona N O R M A L E.
    La vogliamo smettere di additare taglie 44-46-48 come gente che non merita di stare al mondo???
    Tu stai bene. I pantaloncini in Italia me li metto io per te, nel frattempo 😉

  62. mammamanager

    19 luglio

    evviva la faccia! qualcuno doveva pur dirlo no?

  63. Giusi

    19 luglio

    Io sono sempre stata magrissima e vivendo al Sud tutti, a cominciare da mio padre, mi rompevano le balle tentando di farmi ingrassare. Ora, al volgere del mezzo secolo di vita, sono ingrassata invece e non sono tanto contenta perché non mi riconosco +. Dei pareri altrui me ne sbatto altamente e nessuno deve permettersi di dirmi cosa indossare e cosa no. Però vorrei ritornare alla taglia che ho sempre avuto e che mi piaceva…

  64. Monica

    19 luglio

    Se sei quella della foto, io ti trovo carinissima! 🙂

  65. letizia

    19 luglio

    se sei tu nella foto… sei davvero carina. tanti problemi inutili. cammina a testa alta. 🙂

  66. Marta Corato

    19 luglio

    ATTENZIONE AI SIGNORI NAVIGANTI: Il punto del post non è decidere se io sia carina o no, grassa o no. Il punto del post è che OGNUNA DOVREBBE ESSERE LIBERA DI STARE BENE CON IL PROPRIO CORPO, IL CHE COMPRENDE (S)VESTIRSI COME LE PARE D’ESTATE.

    Ci siamo? Siamo tutti sulla stessa pagina?

  67. Sissi

    19 luglio

    Anni fa, dopo la separazione (prima batosta) mi sono perdutamente innamorata di un uomo che mi faceva stare malissimo con me stessa…risultato : non mangiavo + e talvolta vomitavo……fisico quasi perfetto e tutti a dirmi quanto ero gnocca! In realtà quello è stato il periodo peggiore della mia vita! Ecco quanto chi ti vede, capisce qualcosa di te 🙂

  68. Vera

    19 luglio

    Grazie per aver dato voce a tante come te!

  69. Nari

    20 luglio

    Questo post è stupendo. Seriamente.

  70. Paolo1984

    20 luglio

    giovanni tutti sappiamo i problemi che possono derivare dal sovrappeso e ancor più dall’obesità, e che una buona alimentazione e un po’ di esecizio fisico possono aiutare a perdere eventuali chili di troppo (se lo riteniamo il caso), tonificae i muscoli e in generale farebbero bene a chiunque pure ai magri, ma come dice anche Mia è anche (non solo) questione di metabolismo e struttura fisica (chi ha una certa costituzione e un certo metabolismo più di tanto non credo possa ingrassare, difficilmente sarà mai obeso altri possono dimagrire ma non saranno mai esili o magrissimi)..ma comunque Mia, 173 cm x 68 kg è nella norma come rapporto peso-altezza. Mi unisco a mariminu

  71. Ilaria

    21 luglio

    Ma che discorso è?
    Chiaro che non devi coprirti di vergogna! Se non hai voglia di fare una dieta e pur non pesando tanto risulti pienotta e non hai voglia di fare la palestra che dovresti fare, metterti il burqa?

    Per me è stato diverso, ero ingrassata (max 72 x 1.70) perchè mangiavo di nascosto e malissimo, la dieta equilibrata e la palestra mi hanno fatto solo bene, ma sembravo meno grassa della ragazza in foto, e non ho mai avuto problemi con l’altro sesso. Quanto allo shaming, a me veniva fatto dalle amiche più che dai maschi. Imbottirmi di cioccolata e patatine lontano dagli sguardi altrui era il mio volermi male…ognuno ha il suo!

  72. g

    21 luglio

    Mi sono rovinata gli ultimi anni in nome dell’essere magra. Ho lo stomaco devastato, il culo piccolo e non mi sento per niente meglio guardandomi allo specchio. E non c’entra un bel niente il mio girovita o le mie cosce. Ho una faccio triste e deprimente, cosa che rovinerebbe qualsiasi tipo di fisico.
    Mi piace la tua foto, mi piaci tu, sei bella cristo, sei bella perché scrivi queste cose, perché non hai fatto di queste problematiche il centro della tua vita, sei bella perché sei semplicemente tu.

  73. johnny suppa

    22 luglio

    just exercice a little bit more, eat a little bit less and don’t care about what people say.

  74. kgdinuvole

    22 luglio

    Ok io non sono magra, non sono in sovrappeso sono proprio OBESA ebbene sì uso la parola super schifata da questa idiotissima società. Sia chiaro che non vado in giro con gli shorts ma anche se fosse??? Scusate i magri possono vestirsi come vogliono, i semi grassi anche e i grassi si fottono sempre?? No cazzo! Con 45 gradi all’ombra mi spoglio anch’io e chi non vuol guardare si giri dall’altra parte! Poi quello che faccio io nella mia vita, se mi sfondo di cibo o sono a dieta sono fatti miei.
    Io pretendo il rispetto, per anni ne ho fatto a meno ma ora basta!

  75. kgdinuvole

    22 luglio

    Dimenticavo…bellissimo post. Mi sono sfogata ma non ce l’avevo mica con te :p

  76. Sabrina

    22 luglio

    Tu dici cose vere!! I <3 YOU!

  77. Carla

    23 luglio

    Ciao, ho letto il tuo articolo e mi è piaciuto. Essendo una persoal shopper spesso ho lavorato con clienti dalle taglie abbondanti, e ti posso assicurare che molto spesso è sufficiente fornire qualche consiglio in merito a quale capo e colore scegliere (in base alle forme e linee del corpo) e subito appaiono sorrisi sulle labbra delle clienti come a dire “bene ora anche io mi piaccio, si anche in estate”. Ti giro il link a questo articolo che ho letto oggi, http://it.fashionmag.com/news/Al-mare-e-in-citta-la-rivincita-delle-curvy,341659.html.
    Buona lettura
    Carla

  78. Serena

    23 luglio

    Concordo.
    Tutti si sentono in dovere di consigliarmi come mangiare e di muoivermi di più.
    Sono tutti dietisti.
    Di solito le persone che me lo dicono fumano, mangiano male e non fanno 50 metri senza macchina.
    E non fanno un esame del sangue da 10 anni.

    Le persone sovrappeso sono spesso molto piu attente dei normopeso. Un pò di terrorismo anche ai magri e vivremmo in un mondo più sano.

    Che noia.

    Posso sbagliare?

  79. Elide

    23 luglio

    ciao a tutte!
    prima di tutto vorrei farti i complimenti Marta per l’articolo, hai proprio un bel modo di scrivere 🙂
    posso capire la tua situazione, sono alta 1.66 e peso all’incirca 70 kg e con la mia 46 faccio abbastanza fatica a trovare cose che mi stiano bene d’estate e che non mi facciano sembrare una persona di cattivo gusto (passo metà dell’estate in città, e i pantaloncini a filosedere non li sopporto).
    fortunatamente tra i saldi, i mercati e i vestiti riesco a cavarmela un poco, pantaloni che arrivano alle ginocchia (se riesco al massimo li attorciglio di un poco) e magliette larghe e lunghe 😉
    se posso suggerire un prodotto per lo sfregamento delle cosce (motivo per cui di solito noi tutte poco sopportiamo le gonne col caldo) un’amica mi ha consigliato di usare la pasta di fissan (quella che si usa per i bambini per intenderci).. una volta che perde la sua elasticità va rimessa, ma comunque un po’ di ore riesce a durare anche nelle calure più grandi 😉
    e comunque se posso dire la mia opinione, basta con questi criticismi a cavolo, l’importante è essere sani e stare bene. 🙂

  80. Mia

    23 luglio

    Ma proprio perché io non mi sento malata mi stupisco di quando la gente mi dice che sembro poco sana. Non mi lamento del mio corpo, sto anche piuttosto bene, e figuriamoci se mi possono offendere. La mia reazione è “attonita di fronte all’imbecillità di certa gente” 😉

  81. Gianni L.

    23 luglio

    Sei liberissima di metterti cio che vuoi è ovvio e prima dei giudizi estetici viene la comodità e il fatto di non avere caldo. Ma 1.73 x 68 kg cacchio se sei grassa dai, dovresti pesare 58 kg al max. Non concordo anche sul fatto che devi sentirti figa, perche non lo sei proprio e non credo che gli uomini ti guardino per strada. Credo che ognuno debba accettarsi per quello che è non fingere, inducendosi a credere che è figa quando non lo è, sei una ragazza molto in sovrappeso, punto, ti puo andar bene cosi o puoi far qualcosa se vuoi cambiare tu per te stessa, ma non dire che ti senti figa perchè ti prendi in giro da sola.

  82. Marta Corato

    24 luglio

    Gianni, vaffanculo!

  83. valeria

    28 luglio

    Gianni, vaffanculo anche da parte mia.

  84. Paolo1984

    28 luglio

    Gianni, 173 cm per 68 Kg è normopeso, anche 175 cm per 59 Kg 8che è la mia situazione) è nella norma. Il mio problema è che sono flaccido, fossi meno pigro andrei in palestra come ho detto
    Sono convinto del diritto di ognuno di noi di fare ciò che vogliamo anche dal punto di vista estetico oltre che per il proprio benessere (compreso dimagrire o mettere massa se riteniamo) ma è gravissimo far credere a una persona di essere sovrappeso quando non lo è, e 173 cm per 68 Kg è normopeso. Punto

  85. INVER

    28 luglio

    È TUA LA PORCHE Lì DIETRO? BELLA!

  86. Laura

    28 luglio

    Io mi sento grassa, irrimediabilmente grassa…. ma non me ne frega un tubo. Oggi sono andata al mare con il mio bikini ed i 4 cerotti sulla pancia dopo una laparoscopia fatta 10 giorni fa. Tutti mi guardavano la pancia, di solito mi guardano il culone ma, personalmente, me ne strafotto alla grande. In Italia ci si fanno dei problemi ma, per fortuna,non esiste solo questo Paese di pettegole. Oltretutto, oggi, tolta il vestitino avevo la pancera con lo strappo ( tipo post-gravidanza ) che ho tolto con disinvoltura prima di mettermi al sole. Scommetto 100 a 1 che le ultra fighe, stressate e complessate, farebbero carte false per sentirsi come ci sentiamo noi…. cioè BENE CON NOI STESSE.

  87. Paolo1984

    28 luglio

    Laura,scusa se mi permetto ma proprio perchè stai bene con te stessa non hai bisogno di pensare con acredine (anche se umanamente è comprensibile) alle “ultra-fighe” le quali possono essere complessate o stare bene con se stesse come chiunque altro

  88. Tiziano Solignani

    29 luglio

    Go paleo.

  89. Chiara

    29 luglio

    Grazie mille per questo post! Lo ho trovato per caso, ma credo che dovrebbe essere davvero letto da tutte le donne! Io la penso esattamente come te e, dopo anni passati a lottare con il mio fisico, ho trovato un equilibrio che mi fa stare bene e mi fa sentire bella, con tutti i miei chili di più.
    Tu nella foto stai super bene! Altro che cosce enormi 🙂
    Grazie davvero di cuore!

  90. Titty

    29 luglio

    “In secondo luogo, non ho mai visto qualcuno gridare dietro ad un uomo grasso per la strada, per quanto disgustoso e discinto.”
    Come sempre la differenza di genere ci vede perdenti.
    Anche se, volendo vederla in altro modo, siamo vincenti: non siamo così animali come gli uomini, non gridiamo insulti per strada.

  91. elena

    29 luglio

    Io penso che fondamentalmente ti piaci…quello che non ti piace a parte i commenti dei deficienti, sono i vestitini che invece di valorizzarti ti mortificano…non sei tu a non piacerti…sono le cose che indossi….il vestito se sbagliato e’ sbagliato pure su una magra!!! Tu sei bella cosi’…io sono per il valorizzarsi e il migliorarsi…trucco..capelli…scarpe e accessori…quello che sei rimani…una donna intelliggiente e colta e superiore alla media…

  92. alberto

    29 luglio

    Ma dai… io ti trovo carinissima e vedo che non sono il solo. Va bene così e hai ragione tu al 100%!!!

  93. Imerio

    29 luglio

    Conosco questo articolo da una mia amica su fb. Due cose semplici da uomo, le donne che ho frequentato nella mia vita (62 anni)per scelta dovevano essere un po’ come te. Perché. Semplice, se ci vivi e diventi amico hai a che fare con persone più vive, molto dolci e affettuose. Non so se dipende dai kg. ma è così, per questo vi ringrazio di esistere. Poi scusate avete mai visto un pittore di qualsiasi periodo rappresentare la bellezza con la magrezza icona della miseria e del disagio.

  94. Chiara

    29 luglio

    un atro rimedio allo strofinio: le Bandelettes
    http://www.guardian.co.uk/fashion/frocks-and-frou-frou/2013/jul/29/thighs-cure-chub-rub-chafe

  95. ilaria

    8 agosto

    Massima stima sorella! Ciao! ila

  96. Giulia

    8 agosto

    Ciao Marta, spacchi moltissimo, mi dispiace di arrivare solo adesso a dirtelo.

  97. […] Revolution – Essere Grassa d’Estate – Robottoni e donne vestite: i passi in avanti (e quelli indietro) di Pacific […]

  98. sabrina.g

    12 agosto

    complimenti per questo articolo e per soft revolution! Ho letto oggi l’articolo che parla di te su “Il giornale di Vicenza” e sono corsa a leggere 🙂

  99. francesca

    16 agosto

    anche io vivo da sempre con disagio il mio sovrappeso (156cm per 62kg).a 26 anni, cioè 10 anni fa, ne pesavo 72!!ho fatto una dieta che mi ha insegnato a mangiare con maggiore equilibrio, ma ho evidentemente un metabolismo lento e una naturale propensione per la panna montata più che per l’esercizio fisico, cose che non aiutano, si sa. aggiungiamo il fatto che in famiglia mia sorella è stata anoressica per tanti anni. l’anoressia non esplode mai per caso, è il sintomo che tutta una famiglia è disfunzionale da un punto di vista alimentare, infatti anche mia madre non è mai stata serena col cibo. a tutt’oggi quando vado a pranzo/cena a casa dei miei genitori mi tocca pranzare/cenare prima o dopo, perchè per mia madre io DEVO stare a dieta, per me sempre solo insalata scondita e pesce bollito in porzioni lillipuziane. sono in terapia da anni, anche per questo motivo, e sto capendo tante cose. tra tutte,quella più importante: che è ora di auto-liberarsi, smetterla col giudizio ossessivo, ricordarsi che non tutto il mondo ti vede con gli occhi severi con cui si osserva sè stessi allo specchio. grazie per questo post, che è un piccolo passo verso questo processo di autoliberazione. (BTW, io sono esattamente come te e da quando mi sforzo di implementare quotidianamente il programma ME NE FOTTO sto moooooooolto meglio!!!)

  100. Alessandro

    20 agosto

    Ciao, ho letto due articoli tuoi e ti supporto pienamente.
    Riguardo a questo volevo dire che la ciccia sta bene a molte donne (pure a te), basta saperla portare. Ad esempio se la si nega si indossano vestiti troppo stretti, o ci si copre troppo, nascondendosi al mondo. Infine è il carattere di una persona che conta di più.

  101. Francesca

    23 agosto

    Condivido in pieno in Italia la gente ti guarda a prescindere se sei grassa magra! ti guardano io sono una 48/50, ho un seno enorme e un culo grande inutile nasconderlo, mi si vede anche se mi metto un sacco di juta! Ho imparato a vestirmi facendo attenzione a cosa metto, ma la gente mi guarda x strada perche? perche invece di mettermi d’estate con 39 gradi ( abito a Padova) i jeans larghi e lunghi e una maglietta enorme x coprire la mia ciccia, metto vestiti! d’estate i vestiti ed io siamo una sola cosa! sto meglio con i vestiti che con i pantaloni, sto sempre attenta a che siano sopra il ginocchio e scelgo modelli che mi valorizzano, poi vesto poco di nero adoro i colori! metto zeppe 7 o 10 cm che mi fanno più alta e via! ma la gente mi fissa e io rido! Non che avvolte non mi incazzo quando la gente mi fissa a lungo! ma dico io cosa dovrei fare spararmi con un paio di jens e morire di caldo??
    WWWWW la ciccia d’estate! sempre senza mettersi certi pantaloni in jeans che scoprono tutto ( stanno bene davvero a poche ragazze) senza mostrare più del dovuto non vuol dire che xche sei grassa noi puoi essere vestitia bene! =)))

  102. […] 4. Miglior Articolo Essere grassa d’estate (softrevolutionzine.org/2013/essere-grassa-destate) […]

  103. Silvy

    23 agosto

    Leggo per caso il tuo blog dovendo votare un articolo per un concorso. Ho 46 anni, e peso tanto.Smettiamola di dire che si sta bene con tanta ciccia! Ce ne vogliamo convincere? Convinciamoci, ma sta di fatto che ci si sta male dentro e fuori, e non perché non non entriamo nei pantaloni, della nostra taglia ne fanno ormai di tutti i tipi. Possiamo fare spallucce, ma nel nostro intimo nascondiamo la faccia nelle spalle grasse. Il caldo è uguale per tutti? Bugia! Il caldo è più caldo per noi coperte dallo strato abnorme di grasso, il fiato è più corto, le ginocchia fanno male quando si fanno le scale e il cuore ci manda continue maledizioni ogni volta che portiamo le borse della spese e le 6 bottiglie di acqua frizzante. Non dobbiamo diventare filiformi, i manici da scopa fanno schifo tanto quanto le ciccione, ma recuperare un po’ di dignità e la salute, si proprio la salute bla bla bla, si può. Ma non lo si farà mai creandoci degli alibi del tipo SONO BELLA LO STESSO! Certo, sei bella e sarai bellissima sempre, ciò non toglie che non lo sarai di più se ti vorrai più bene. Impara ad amarti, perché ora non lo stai facendo, stai convivendo con te stessa. Da quando mi sono guardata allo specchio e mi sono “vista”, ho “vomitato” tutti gli alibi davanti ad una nutrizionista che non mi ha condannata e non mi ha affamata. 4 mesi 13 chili persi, visivamente 10 anni di vita recuperati, e i sorrisi sono aumentati. Continua pure a mandare a ‘fanculo i vecchi bavosi e chavs con i capelli appicicaticci, ma manda a ‘fanculo pure la ciccia!

  104. Ho trovato questo post grazie alle candidature dei Macchianera Italian Awards.
    Buonismi a parte, mi fa ridere perchè scrivi che “c’è modo e modo di vestirsi”, e giusto venti minuti fa ho visto una ragazza con dei pantaloncini così corti e così stretti che, poveretti, sono stati fagocitati in antri oscuri…
    Una ragazza magra.

    Quindi credo che l’intera questione giri attorno al buon gusto, più che alla taglia.
    Il resto sta al nostro accettarsi. Io entro in una 40-42; arrivata l’estate mi guardo allo specchio e mi chiedo chi sia quell’essere poco sodo, con il seno di una undicenne e la pelle color “tuorlimontatialungo”.
    Ergo: mi faccio cagare.
    Se poi conto che ho un carattere di emme (che è quello che mi crea problemi incomprensibili ai più)…
    Tutto questo per dirti che sei in buona compagnia – perchè ti assicuro che a renderti la vita più facile non è certo una taglia 40.
    Un abbraccio.

    Alice

  105. E amen 🙂

  106. fra

    23 agosto

    Sono d’accordo con silvy, non si tratta di essere fighe, si tratta di stare BENE. Il peso non è una cosa che non si può cambiare come l’altezza. Tolti i dovuti casi su cui è impossibile agire (e sono, volendo esagerare, 1 su 100) tutte possono raggiungere un peso ideale. Magari una 42 e non una 36 ma sicuramente stareste meglio. Io sono una tappa di 1.50 prima ero arrivata a 57kg ora ne ho persi 10 e sono sicuramente più in salute. È bastata un’alimentazione sana e un po’ di esercizio, ce la possono fare tutte.

  107. D.

    23 agosto

    Belle parole… che però non trovo vere! Vedi che appena riesci a perdere qualche chilo cambi idea. Questo è quello che mi dicevo anch’io, ma non perché lo pensavo veramente. Non riuscivo a perdere peso e mi sono rassegnato. Sto bene così, va bene così… bene un cazzo! E non lo dico solo per il parere degli altri. Anche tu dici di fregartene del parere degli altri. Se fosse così un post del genere non l’avresti nemmeno scritto. Se davvero non ti importasse il parere degli altri, non averesti neanche avuto l’idea di scrivere un pezzo simile. Il tuo è solo un modo di giustificare fallimenti (che forse ci sono stati, non ti conosco e dico forse) nell’intraprendere una dieta e nel fare esercizio fisico costante. Dimagrire si può (e non ingerendo pillole o altre cazzate). Ti devi fare un mazzo tanto, mangiare meglio e sfondarti di esercizio fisico. Io lo sto facendo e i primi risultati si stanno vedendo. E poi tutti gli insulti falsi-auto ironici che ti fai sottolineano anche di più la verità che si cela dietro alle parole che scrivi. L’ironia è diventata la mia corazza, ma è una corazza che dentro non ha dei buchi, ma dei crateri! Il mio non è un attacco, anzi. A me ci è voluta una batosta per farmi reagire e cambiare, evidentemente la batosta che servirebbe a te non è ancora arrivata. Meglio così (o peggio per te, leggila come vuoi). Il mio consiglio (che non vale un cazzo) è quello di reagire. Tu dici “OGNUNA DOVREBBE ESSERE LIBERA DI STARE BENE CON IL PROPRIO CORPO”, giusto. Il problema è che noi non stiamo bene con il nostro corpo! Smettiamola di dirci bugie e cresciamo! E tutte quelle che scrivono “belle parole”, “che bell’articolo” sono le prime che sparlano dietro le spalle e che commentano la gente per strada. Ripeto, il mio non vuole essere un attacco personale a te. Magari è vero tutto quello che dici (ripeto che non ti conosco), ma non vorrei che questo post diventasse una scusa per tanta gente di non voler stare meglio perché è difficile (anche diventare dottori è difficile, ma se tutti gettassero la spugna saremmo tutti un po’ più morti).

    Se ti va di rispondermi mi farebbe piacere.

  108. Giu

    24 agosto

    Ciao cara scusa se mi permetto; volevo porti una domanda. Ma tu vuoi veramente perdere peso? Prima penso che tu debba chiarirlo dentro di te e poi agire di conseguenza.

  109. MARTha-m.d.

    24 agosto

    Eccheppalle! Ebbene sì, siamo grasse, che ci vogliamo fare? Sono così stufa di sentirmi dire che se volessi potrei dimagrire, che basterebbe un po’ di esercizio, che basterebbe fare un po’ di dieta… Non ho chiesto il consiglio altrui, come non l’ha chiesto l’autrice di questo post. Sapete che c’è? Porto una taglia 50 e le mie analisi del sangue sono perfette, il mio cuore è perfetto, i miei reni sono perfetti, il mio stomaco è perfetto, il mio fegato è perfetto. Transaminasi ok, glicemia da urlo, emoglobina da standing ovation. Tutta questa fregnaccia del “si tratta dello stare bene, si tratta della tua salute” è, per l’appunto una fregnaccia, qui si tratta di un giudizio puramente estetico: sei grassa ergo sei brutta, ergo non rientri nei canoni di bellezza attualmente vigenti. E allora vaffanculo, me ne frego se in piscina c’è chi mi guarda male, me ne frego se non vengo chiamata bona dagli operai della municipale, me ne frego se c’è chi pensa che, evidentemente, mia madre non mi ha amata abbastanza e supplisco la carenza di affetto con il cibo perchè io sto bene e la mia autostima dipende da me e non dalla percezione che di me hanno gli altri. E se fa caldo fa caldo e mi metto quel che mi pare, guarda un po’…

  110. Louisa

    27 agosto

    Luisa Augusta Essere in linea ( non pelle e ossa) non e’ un questione di vanita’, ma di salute. L’Inghilterra e’ la prima anzi one d’europa per numero di obesi. Siamo quasi MESSI come l’america. Hanno pressione alta, diabete, sviluppano tumori prima degli altri. E costano un occhio della testa alles asl inglesi. Da come parla, questa ragazza ha chiaramente un disturbo dell’alimentazione, se mettersi a dieta la mette cosi’ a disagio. Dice di essere contenta, ma chiaramente non lo e’. Se non lo ha gia’, presto avra’ dolore a schiena e ginocchia, il fiato corto dopo aver fatto una sola rampa di scale, la dispnea notturna. Non vedo cosa ci sia da lodare. Se fosse un’alcolizzata a dire ‘l’idea di smettere di ber mi mette a disagio’, voi sareste tutti li’ ad applaudirla?

  111. francesca

    28 agosto

    louisa augusta, non hai capito il punto.non sindachiamo su: fa bene o fa male essere sovrappeso? sindachiamo su: fa bene o fa male la società a (tentare di) metterti nell’angolino perchè sei sovrappeso? Io peraltro non conosco nessuno che viva senza disturbi del comportamento alimentare. anche le ragazze magre, lo sono a prezzo di enormi sacrifici, credimi. che saranno ben contente di fare, buon per loro. ma il punto è solo che l’autrice di questo articolo rifiuta di essere/non essere oggetto di attenzioni negative per un numero sulla bilancia (le persone disapprovano gli obesi, ma non perchè rappresentano un costo per la società, perchè mille cose rappresentano un costo per la società ma non vengono di fatto giudicate aspramente come il sovrappeso, che è visto come un indice di scarsa volontà e poco carattere.) free your mind!

  112. Celesbrina

    28 agosto

    Grazie per il post, peccato averlo letto in ritardo. A volte sono le persone che ci stanno vicino e dovrebbero aiutarci a superare le nostre fisime quelle che ci buttano più a terra. Penso di non mettere una gonna dalla prima elementare, grazie a tutti i “fai schifo conciata così” di mia madre. L’obbiettivo di quest’anno è accettarsi un po’ di più, anche con le gonne.

  113. paolo

    30 agosto

    Marta, vai avanti così (anche se non hai certo bisogno delle mie esortazioni) che sei “fica” dentro e fuori… un complimento ammirato

  114. miotuosuo

    8 settembre

    cmq se dimagrisci soffrirai meno il caldo

  115. vANNY

    9 settembre

    Grandissima!!!
    Anche io quest’estate ho pensato quello che hai scritto tu!
    E sinceramente non voglio vestirmi come una vecchia solo perché porto una 50! OH!
    =)

  116. Alessandro

    12 settembre

    È il mio secondo commento. Anche dopo aver letto questo post e vari commenti c’è ancora gente che ne fa una questione di salute (quando si può stare fisicamente benissimo anche da grassi, senza esagerare) o, ancora peggio, che si fa portatrice dell’estetica oggettiva, sostenendo l’equazione grasso=brutto ed addirittura additando l’autrice come “falsa” quando dice che si piace, come se cercasse un’autogiustificazione per continuare a non “curare” il proprio corpo.
    Che gente povera di spirito! Mi fate pena e mi fate anche incazzare, perché siete non solo vittime dei canoni della società maschilista, ma ne siete anche i divulgatori attivi. Marta (è un esempio) non è sfortunata perché grassa, ma perché la gente glielo fa pesare, considerandola diversa dal modello di donna che gli è tanto caro.
    Questo discorso vale benissimo per qualunque altra variazione dei canoni di stampo maschilista, patriarcale, cattolico… Un esempio: essere omosessuali. Lo schema è lo stesso.
    Stare bene con se stessi dipende anche dagli altri, se no non saremmo sociali. Se la gente fosse più aperta ed apprezzare le differenze, senza ipocritamente tollerarle, invece di non accettarle, staremmo tutti meglio.

  117. vincenzo

    12 settembre

    l’unica cosa che non si può perdonare ad una cicciona sono le tette piccole

  118. Chiara

    13 settembre

    Ad averlo letto a 15 anni il tuo articolo, quando mi sono rinchiusa in casa per non dover sentire le continue prese in giro…Mi piace molto il tuo modo di pensare, e ti invidio anche: è difficile apprezzarsi, con qualsiasi taglia. Personalmente son sempre stata paffuta, ma arrivata ad 82 kg (per 1,77) ho deciso di dimagrire: ora peso 63/62 kg, e la situazione non è migliorata come pensavo. Anzi, mi trovo sempre difetti che prima non avevo. Ormai ho capito che la bellezza non dipende dal peso, ma da come ti senti: puoi essere magra come la società ti vuole ma se ti senti uno schifo, la gente ti vedrà come tale. E viceversa. Ho visto molte ragazze che si sentivano bene con qualche kg in più, e diavolo se si vedeva: erano luminose, raggianti. Per quanto riguarda i deficenti che commentano, è una cosa che principalmente ho visto in Italia: ho viaggiato molto e la maleducazione italiana è una cosa che nessuno eguaglia. E sicuramente non è un problema delle ragazze.

  119. […] persone perché dai loro abiti o dalla loro postura capisco che hanno patito. Capisco quando sono creature impavide, e che hanno qualcosa di enorme da dire. Capisco soprattutto quando posso sentirmi accolta. Questa […]

  120. Emma

    19 settembre

    Sei diventata il mio idolo.
    E’ ciò che ripeto da una vita a chi mi stressa!

  121. […] Macchianera Italian Awards per noi sono stati un successone. L’articolo di Marta ha ottenuto un glorioso e lucente secondo posto (superando, si può dire?, Il Post). Risultato che […]

  122. Angelica

    10 ottobre

    E’ bellissimo e divertente il tuo scritto! Hai il dono dell’autoironia che sicuramente credo faccia parte di quella bellezza interiore che non molti possiedono e cheinvece, è davvero in grado di migliorarci la vita! Sei bellissima! Da invidia..questa è la verità…ogni donna( e uomo anche se non lo ammetteranno mai), vorrebbe parlare come te, libera da ogni condizionamento, ribelle a qualsiasi forma di concetto sociale imposto dall’esterno e che spesso, nulla hanno a che fare con noi “persone normali”. Grazie…Angie

  123. […] post Uno degli articoli di Soft Revolution, di Marta Corato: Essere grassa d’estate, è candidato come miglior post […]

  124. […] momento in cui li leggo, ci sono più di cento commenti al post “Essere Grassa D’Estate”, che ho scritto a metà luglio in una giornata che mi vedeva particolarmente accaldata e […]

  125. MILVA

    23 novembre

    Di che si lamentano? Quel vestitino ti sta d’incanto!

  126. […] Essere grassa d’estate – Ammirevoli antenate: le donne tatuate dell’età vittoriana (e oltre) – Tette grandi, tette […]

  127. sara

    20 gennaio

    Ottimo post! Io mi sono fatta corrodere dalla depressione per 10 anni perchè ero uno po’ grassoccia (a giudicare dalla foto sono più o meno come te) e adesso a 22 anni sai che faccio io d’estate? il twerk sullo scoglio col costume fra le mele e se qualcuno mi vede saluto e sorrido, oibo’!

  128. […] dei relativi atteggiamenti discriminatori nei confronti delle persone obese e sovrappeso (argomento molto caro a tutta la redazione).  Il suo atteggiamento proattivo e ironico comunica fiducia nel proprio […]

  129. […] Vuoi leggerlo in italiano? […]

  130. […] Pubblicato il 18 luglio 2013 su Soft Revolution. […]

  131. […] fu il secondo posto nella categoria Miglior Articolo. Lo sfavillante e oramai classico “Essere grassa d’estate” di Marta si posizionò sopra scritti de Il Post e del pregevole collettivo Wu Ming (tanto […]

  132. Debs

    5 agosto

    Credo che il tuo articolo abbia reso bene quello che penso anche io 🙂 sei un idola! Non capisco perché la gente si ostini a storcere il naso davanti alle ragazze grasse che si vestono in modo normale, specialmente per come guardano i “difetti” come le smagliature, la cellulite (che poi hanno anche le magre). Se abbiamo la self-esteem noi, a loro che deve importare? 🙂 Spero che in molti leggano il tuo articolo, perché merita ed é completamente condivisibile 🙂
    p.s. Viva le braccione e le gambotte all’aria!

  133. […] leggerle alcuni commenti che Soft Revolution ha ricevuto in occasione di un nostro articolo, “Essere grassa d’estate”. Lei pensa che questi commentatori stiano esprimendo questo tipo di […]

  134. […] tuo articolo Essere grassa d’estate ti ha fatta notare da Vogue (il link vi condurrà all’articolo). Com’è stata […]

  135. End

    28 luglio

    Mi sembri molto graziosa a vedere la foto, Più che grassa mi sembri “pera” se posso permettermi il termine. Poi ognuno di noi ha i gusti che si ritrova, io per dire apprezzo i fianchi e il sedere molto (ma molto) abbondanti, e faccio una fatica incredibile a trovare una ragazza fatta così.

  136. Valerio

    3 dicembre

    Beh credo proprio che gridare insulti ad una ragazza perché è grassa credo che sia un comportamento da idiota

  137. Valerio

    3 dicembre

    In Italia di solito ci torni in estate?

  138. Valerio

    3 dicembre

    Marta, dalla foto che hai postato nell’articolo non sembri semplicemente in sovrappeso, ma un bel po’ grassa, ma io personalmente ammiro le ragazze grasse che in estate si vestono con abiti estivi, e poi la bellezza è una cosa soggettiva, a me personalmente piacciono le ragazze robuste come te, ma purtroppo la maggior parte dei maschi e delle femmine non la pensa così, io in estate quando incontro in giro una ragazza grassa vestita come te nella foto la guardo con ammirazione non con disgusto, anzi guardo con disprezzo quelle magre, ma non oserei mai offendere una ragazza per il suo fisico.

  139. anonym

    15 luglio

    Beh dai ci sono ragazze molto ma molto più grasse di te che sfilano come modelle e sono molto apprezzate. E hanno dei fidanzati bellissimi al loro fianco. Quindi dov’è il problema?
    Però è vero, ci sono anche dei ragazzi che dicono “sei grassa” alla loro fidanzata taglia 38 o 40. Per loro anche un’anoressica è obesa. Ma cosa possiamo fare?
    A me dicono che sono grassa con la 42, fai un pò tu…
    Ma ormai ci ho rinunciato a trovare un fidanzato. Non mi importa. Sono capace di darmi piacere anche con un vibratore, quindi chi se ne frega se nessun uomo mi vuole? Il mio vibratore mi fa godere come neanche 100 uomini insieme…
    (vedrai che ora sarò super corteggiata perchè gli uomini non accetteranno mai che la loro virilità venga sminuita).

  140. […] anni fa ho scritto un pezzo intitolato Essere grassa d’estate che parlava di come i mesi caldi siano l’apice del disagio non solo per il sudore a chiazze e il […]