Crea sito

Che fine ha fatto Lauryn Hill?

And every time I’ve tried to be
What someone else thought of me
So caught up, I wasn’t able to achieve

– The Miseducation of Lauryn Hill

lauryn hill young

Lauryn Hill adesso ha 38 anni.

Ne aveva 19 quando ha recitato in uno dei miei film preferiti di sempre, Sister Act 2: Back in the habit; 21 quand’è uscito The score, l’album che ha reso lei, Pras Michel e Wyclef Jean, delle superstar del R’n’B; 22 quando ha avuto il primo figlio, Zion David (da Rohan Marley, figlio del leggendario Bob); 23 quando ha realizzato quello che rimane il suo unico album da solista The miseducation of Lauryn Hill e avuto una figlia, Selah Louise.
Dopodiché è sparita.

Quando aveva la mia età, che faceva Lauryn Hill?
Nascosta all’occhio del pubblico, si occupava della sua famiglia e frequentava corsi di studi biblici (cinque giorni a settimana). Non rilasciava più interviste, non guardava la tv, non ascoltava musica. Inziò allora a frequentare un “consigliere spirituale”.

Per due o tre anni mi sono tenuta lontana dalle interazioni sociale. È stato un periodo di forte introspezione, perché mi ha portato a confrontarmi con le mie paure e a dominare ogni pensiero demoniaco che avevo, riguardo l’inferiorità, l’insicurezza o la paura dell’essere, in questa cultura occidentale, nera, giovane e dotata.

Incinta del terzo figlio, aveva registrato del materiale nuovo, che eseguì in occasione di un Mtv Unplugged assieme al resto del suo repertorio. Non piacque. O meglio, non piacque tanto quanto The miseducation. Nacque il terzo figlio, Joshua Omaru, e poi arrivò il quarto, John Nesta.
Non si sposò mai. Lei e Marley si definivano una coppia, ma non avevano mai certificato la loro unione. Marley aveva precedentemente sposato una ragazza più giovane e sembrò che dovesse ancora ufficializzare il divorzio.
Quando aveva 28 anni andò a vivere per conto suo.

A 27 anni chiuse la sua attività no profit “Refugee Project”, rammaricata del fatto che questa fosse ormai diventata un’iniziativa priva di passione.
A 28 si esibì in Vaticano e qui parlò di abusi e corruzione (alludendo ai recenti scandali sessuali che coinvolgevano la Chiesa Cattolica negli Stati Uniti). La considerarono esagerata e “fuori luogo”, alla frutta. La molla scatenante queste esternazioni, secondo alcuni era il sopracitato consigliere spirituale, figura che rassomigliava a un leader di un Culto.

Aveva 29 anni quando a Brooklyn cantò Killing Me Softly a cappella, facendo venire la pelle d’oca a tutti, in occasione del Dave Chappelle’s Block Party, poi diventato un documentario. (Si parla del comico, non del fotografo). Sembrava che si stessero riunendo i Fugees, ma le tensioni tra membri del gruppo portarono ad un grande nulla di fatto. La incolparono degli screzi, del voler sempre farsi chiamare “Signora Hill” (che lei considerava un segno di rispetto), dell’essere sempre in ritardo ai concerti organizzati per promuovere questo Ritorno.
Il loro album nuovo non uscì mai.

Nasce la sua quinta figlia, Sarah, quando ha 33 anni. Quell’anno Lauryn va a vivere da sua madre, portando con sé tutti i bambini. Le sue apparizioni pubbliche sono sempre meno frequenti. Alcuni tour vengono cancellati, altri risultano eventi di incredibile successo. Nel 2011 dà alla luce il suo sesto figlio, il primo a non avere Marley come padre (l’identità del genitore non è stata resa pubblica).

Nel giugno del 2012 ha appena compiuto 37 anni.
Finisce in tribunale per evasione fiscale: deve al governo federale quasi due milioni di dollari (evasi quando aveva 30-32 anni). Promette di pagare quanto deve, ma nell’aprile del 2013 ha versato “solo” 50.000 dollari. A maggio la condannano a tre mesi di reclusione e tre di domiciliari (rischiava tre anni, ma tennero in considerazione il fatto che avesse sei bambini e una fedina penale immacolata fino ad allora).

Esce di prigione nell’ottobre del 2013 (ha 38 anni) e rilascia un singolo:

Consumerism è stato scritto mentre scontava la pena (accuratamente messo a punto tramite corrispondenza sia verbale che elettronica, avvenuta con “i suoi”) come spiegato da lei stessa:

‘Consumerism’ is part of some material I was trying to finish before I had to come in. We did our best to eke out a mix via verbal and emailed direction, thanks to the crew of surrogate ears on the other side. Letters From Exile is material written from a certain space, in a certain place. I felt the need to discuss the underlying socio-political, cultural paradigm as I saw it. I haven’t been able to watch the news too much recently, so I’m not hip on everything going on. But inspiration of this sort is a kind of news in and of itself, and often times contains an urgency that precedes what happens. I couldn’t imagine it not being relevant. Messages like these I imagine find their audience, or their audience finds them, like water seeking it’s level.

Potete leggere il testo qui.

Mentre scrivevo il pezzo è pure uscito il video. Lo potete vedere qui sotto. Lauryn ha contribuito alla sua realizzazione, ma ha scelto di non comparirvi:

Che fine ha fatto Lauryn Hill?
Lauryn Hill non fa fatto nessuna fine. Quando abbiamo smesso di avere sue notizie è stato perché lei aveva scelto di non farcele avere. Ha tirato su una famiglia quasi da sola, ha continuato a scrivere musica (pur non incidendola) perché ciò la faceva star bene, s’è affidata al suo “Lord”, provando ad essere felice con la sua popolarità. Come spesso accade quando ci sono di mezzo i soldi, anche Ms Lauryn Hill ha fatto delle cappelle, la più recente delle quali risale a prima del processo, quando ha firmato un contratto con la Sony da un milione di dollari in cambio di cinque pezzi (in vista di un nuovo album) e della possibilità di sostenere Observe Creation Music, una sua etichetta. Il risultato di questo scambio è stato il release immediato di Neurotic Society (Compulsory Mix) uscito su spinta della casa discografica, con un testo che ha perplesso la comunità LGBT (via libera alle interpretazioni: si tratta di linguaggio figurato o crede veramente che “girl men” e “drag queens” abbiano generato la caduta di Babylon?)
Ad ogni modo, alla vigilia del giorno del ringraziamento (scorso 27 novembre) si è esibita alla Bowery Ballroom di New York. Era il suo primo show dopo la pena. E com’è andata? Ha spaccato. Chi era presente ha ammesso che la tensione là dentro era palpabile. Il peso di quella condanna si sentiva nella sala, ma non nella sua performance.
Affezionate alla Lauryn post-adolescente, vogliamo volere ancora bene alla Lauryn donna adulta, e possiamo solo augurarci che il suo ritorno sulle scene sia duraturo e badass come quello di un tempo.

Lauryn-Hill-Bowery-Ballroom-Wei-Shi-12

Lauryn-Hill-Bowery-Ballroom-Wei-Shi-31

Photografie di Wei Shi

Questo è il suo tumblr. C’è una lista lunghissima di persone che durante i mesi di reclusione le hanno mandato lettere e libri. Li ringrazia uno a uno.


RELATED POST

  1. martina

    17 dicembre

    Dopo aver consumato The Miseducation per un decennio, penso sarebbe splendido avere un nuovo album di Mrs Hill. Ne avrebbe di cose da raccontare 🙂

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.