Crea sito

Pâtisserie canadienne pour les nuls!

Di tutto quello che mi è successo nel mio Canadian year, la cosa più inspiegabile è come io sia riuscita a mettere su solo due chilogrammi: poutine, sciroppo d’acero, muffin al triplo cioccolato, brownies, hamburger, milk-shakes, biscotti (i biscotti presenti nel nord dell’America non sono definibili biscotti, bensì ammassi di zucchero, cioccolato, zucchero, burro e quella cosa che si dice dia dipendenza che mettono nel McDonald’s). Siccome io sono generosa, condividerò con voi la mia ciccia! Ebbene sì, vi insegnerò come fare dei fantastici dolci canadesi e il bello di tutto questo è che non avrete neanche bisogno di indebitarvi per comprare quelle ridicole bottigliette di sciroppo d’acero finto che vendono al Despar! Così risparmiamo (forse) anche il diabete.
Nota sull’unità di misura: io ho lasciato la ricetta originale che mi è stata data, limitandomi semplicemente a tradurla e ad aggiungere dei chiarimenti qua e là. Di conseguenza, ho lasciato anche le unità di misura, espresse in tazze. Sconsiglio fortemente di andare a tradurre la quantità in tazze in grammi/litri: ci ho provato anch’io e il risultato poi faceva schifo, quindi consiglio di rassegnarsi e munirsi di recipiente graduato in tazze (acquistabile al supermercato sotto casa per 0,000001 cent probabilmente).

Dégâts de chien

Il titolo vuole significa letteralmente « cacca di cane » e in realtà questi biscotti non si chiamano così: è stata la mia famiglia a ribattezzarli perché assomigliano, quando avranno finito di raffreddarsi, a cacche di cane. Credo però siano più buoni dei veri escrementi (non garantisco però, mi manca l’esperienza diretta!).
-2 tazze di zucchero
-5 cucchiai rasi di cacao in polvere
Mescolare bene e aggiungere:
-½ tazza di latte
-¼ tazza di margarina (o burro)
Cuocere a fuoco medio fino a che non si vede l’inizio dell’ebollizione: da quel momento lasciatelo sul fuoco basso continuando a mescolare per 2 minuti e 30 secondi. Mi raccomando, siate precisi su questo punto: cronometrate il tempo e abbiate cura di cominciare a contare il tempo non appena vedete la prima bollicina che sale. Se no i vostri biscotti saranno mollicci e la vostra libreria di iTunes si auto cancellerà.
Non appena il tempo sarà scaduto, ritirate immediatamente la pentola dal fuoco e aggiungere:
-½ tazza di burro d’arachidi
-1 cucchiaino di estratto di vaniglia
-3 tazze di fiocchi d’avena
Mescolate giusto il tempo di amalgamare i nuovi ingredienti con il vecchio impasto e, il più velocemente possibile, stendete con il cucchiaio il composto su una teglia munita di carta forno. Lasciate raffreddare i vostri dégâts de chien per una mezz’oretta (anche a temperatura ambiente).

Jos Louis

La ricetta che riporto dà circa 180 Jos Louis e sono durati un’eternità, nonostante ingenti donazioni ai vicini e al resto della famiglia. Siccome il Natale si avvicina e i Jos Louis sono buoni, vi propongo la ricetta per intero, nel caso vogliate fare una giornata “mission cupcakes” natalizia! Se invece siete soli con il vostro gatto, dividete la ricetta per quattro!
I Jos Louis sono dei simili ai cupcakes fatti da un minimuffin al cioccolato, che sono tagliati in due e riempiti di crema al marshmellow (va bene anche la panna, dubito che in Europa sia possibile trovare un barattolo di crema di marshmellow!) e ricoperti di cioccolato. In realtà sono molto semplici da fare, anche se la preparazione è abbastanza lunga.

Iniziamo con i minimuffin al cioccolato. Servono:
-1 tazza di burro
-2 tazze di zucchero
-1 tazza di cacao
-2 uova
Mescolare questi ingredienti con le fruste elettriche.
-1 cucchiaino di lievito per dolci
-1 cucchiaino di sale
-4 tazze di farina
-2 cucchiaini di bicarbonato
Mescolare in un’altra ciotola gli ingredienti secchi e aggiungerli poco a poco all’impasto delle uova, alternando il composto con la farina a un altro composto dato da:
-2 cucchiaini di estratto di vaniglia
-2 tazze di latte
Aggiungere i due miscugli un poco alla volta fino a che non si termina, mescolare e cuocere in forno a circa 180 ° per 10-15 minuti, negli stampini per minimuffin.
Una volta cotti, lasciateli raffreddare e tagliateli in senso orizzontale. Fate attenzione perché, essendo piccoli, sono facilmente sbriciolabili! Come già detto nell’introduzione, all’interno dei Jos Louis andrebbe tradizionalmente una crema ottenuta con i marshmellow. Tuttavia è infattibile perché in Italia a quanto pare non esistono i marshmellow bianchi e grossi come quelli americani (o come quelli di A tutto reality: l’isola!) quindi sono tranquillamente sostituibili con la panna.
Quando avrete finito di spalmare la panna fra i Jos Louis tagliati (fatevi aiutare da qualcuno o diventerete matti), ricoprite i dolcetti con il cioccolato. Fate sciogliere in una stessa ciotola a bagnomaria:
-300 grammi di cioccolato per pasticceria (le grosse tavolette di cioccolato da sciogliere)
-3 cucchiai di burro
-circa 3 cm di bastoncino di paraffina
Spalmate il cioccolato sul Jos Louis con un pennellino di plastica per uso culinario e lasciateli raffreddare 10 minuti a temperatura ambiente e poi nel frigorifero.

 

Bon appetit!

 


RELATED POST

  1. Margherita

    6 dicembre

    un giorno dobbiamo fare una riunione di redazione della durata di almeno due giorni e preparare questi dolcetti gordi. sarebbe magnifico…

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.