Crea sito
READING

Con la speranza che si tratti di una satira: Géral...

Con la speranza che si tratti di una satira: Géraldine di Arthur de Pins

Una mattina Gerald si sveglia in un corpo di donna. Dovrà rendersi conto delle difficoltà che questo comporta nella vita di tutti i giorni, nel rapporto con l’altro sesso e sul lavoro, ma la strada che sceglierà di imboccare per ovviare al problema sarà quella di abbracciare in toto la sua “femminilità” e sfruttare la propria bellezza. Il premiatissimo corto d’animazione del 2000 del fumettista e illustratore Arthur de Pins è una fiera dello stereotipo, che esplicita bene una certa tendenza della nostra cultura a vincolare in modo inequivocabile determinati atteggiamenti (e persino la scelta degli affetti, come si vedrà nel finale) esclusivamente all’aspetto esteriore e alla presenza di organi sessuali maschili o femminili. Con la flebile speranza che si tratti di una satira, vi lasciamo alla visione del corto per giudicare da voi.


RELATED POST

  1. Paolo1984

    25 novembre

    quando si parla di esseri umani è sempre un intreccio di natura e cultura comunque una teen-comedy forse non memorabile dal punto di vista cinematografico come Boygirl dovrebbe essere più interessante e più credibile come storia di questo filmato.
    Mi pare poco credibile poi la questione dell’orientamento sessuale: cioè quando diventa donna gli piacciono gli uomini, poi ridiventa uomo e gli piacciono di nuovo le donne..o era bisex fin dall’inizio? Non lo sappiamo comunque l’orientamento sessuale e l’identità di genere qualunque sia (da quelle più “diffuse” a quelle meno) è qualcosa di radicato in noi..non si può togliere e rimettere come si fa coi vestiti

  2. Valeria

    29 novembre

    Mah, io non sono sicura di aver capito tutto di questo filmatino.
    A parte, come dice Paolo, l’assurdità del fatto che quando è maschio gli piacciono le femmine e quando è femmina gli piacciono i maschi, non ho nemmeno capito il percorso verso il successo (e che tipo di successo è, poi?): si licenzia perchè il capo le mette una mano sul sedere e passa a fare le foto nuda per playboy e poi la modella?
    Il punto quale sarebbe, che se lo fa il capo e tu non vuoi non va bene (fin qui pace), ma comunque è quello l’unico modo di fare successo e quindi tanto vale farlo a modo proprio e in grande (e su questo avrei qualche problema)?
    La femminilità vincente è solo quella che usa la sua immagine per conquistare, autooggettificandosi, oppure quella dell’amica, che sforna una decina circa di figli?
    Ma a me Geraldine sembrava anche brava nel lavoro…
    E la ex fidanzata, che diventa amica quando lei è femmina e con cui si sposa quando torna maschio, ne vogliamo parlare?
    Non so, mi pare una gran stupidaggine sto video.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.