Crea sito
READING

Il nastrone della settimana: Planet Earth is blue ...

Il nastrone della settimana: Planet Earth is blue and there’s nothing I can do

Era solo questione di tempo prima che la mia fissazione per lo spazio (inteso come universo e tutto quanto) prendesse il sopravvento e mi portasse a comporre un nastrone a tema cosmico. Così, in preda ad una strana specie di febbre, ho raccolto alcuni brani che ritengo particolarmente avveniristici e li ho mischiati con altri la cui essenza è forse meno fantascientifica, ma comunque in grado di mandarmi in orbita durante l’ascolto. Il risultato è un potpourri di classici, brani strumentali, ammiccamenti robotici e sintetizzatori. Le suggestioni e le divagazioni spazio-tempo si sprecano. Vi sfido a tenere gli occhi aperti, mentre ascoltate (io non posso impedirmi di chiuderli e lasciarmi andare a scomposti movimenti del capo, quando premo “play”). Ps: sul finale non ho resistito ad inserire un pezzo dei Flight Of The Conchords; chissà che almeno vi strappi un sorriso.

Qui c’è l’archivio scaricabile con le canzoni.

“Astronomy domine” – Pink Floyd
“Planet Claire” – The B52’s
“Dune main theme” – Toto
“The spaceman” – The Cosmic Dead
“Venus” – Air
“Bluish” – Animal Collective
“Isle of her” – Klaxons
“Spaced raider” – Wavves
“Space oddity” – David Bowie
“Robot rock” – Daft Punk
“Constellation” – Darwin Deez
“Lonesome robot theme” – Sam Spiegel
“Scene 1” – Gui Boratto
“Moon” – Björk
“Bowie” – Flight Of The Conchords


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.